F2 | Piastri mette una mano sul titolo in Gara 2 a Jeddah

L'australiano ha conquistato il successo in una caotica Gara 2 e con i punti del giro più veloce vede sempre più vicino il titolo. Viscaal e Shwartzman completano il podio.

F2 | Piastri mette una mano sul titolo in Gara 2 a Jeddah

Vittoria, giro più veloce e una mano sul titolo. Gara 2 a Jeddah ha probabilmente indirizzato in maniera definitiva il campionato 2021 verso Oscar Piastri. L’australiano è stato l’autentico dominatore della seconda sprint race del weekend mostrando un passo assolutamente inavvicinabile per tutti i rivali.

C’è da dire, però, che Gara 2 è stata decisamente movimentata, ma non per l’azione in pista. La safety car è stata la vera protagonista intervenendo in ben tre occasioni. La prima neutralizzazione è avvenuta subito dopo il via quando in un crash multiplo sono finiti KO Deledda, Novalak, Samaia ed il vincitore di Gara 1 Marcus Armstrong.

Dopo 4 giri la vettura di sicurezza è tornata ai box, ma è stata costretta a tornare nuovamente sul tracciato  quando Juri Vips ha commesso una leggerezza da debuttante. L’estone, in lotta con Drugovich, dopo essere stato superato dal brasiliano, ha preso la scia della vettura del pilota UNI-Virtuosi sul rettilineo principale ma ha calcolato male gli spazi ed ha colpito con l’ala anteriore il retrotreno della vettura di Drugovich danneggiando la sua auto e fermandosi a bordo pista.

Alla fine dell’ottavo giro si è potuto finalmente tornare a correre a subito si è visto che Piastri aveva un ritmo decisamente superiore a quello del poleman Daruvala. L’indiano, infatti, ha faticato nel tenere a bada il leader del campionato ed ha anche commesso un errore alla ripartenza, andando lungo in curva 1, che gli è costato una penalità (molto controversa ndr) di 5’’ che l’ha fatto retrocedere in fondo al gruppo.

Piastri ha studiato a lungo Daruvala per poi piazzare la zampata al giro 14 grazie all’ausilio del DRS. Salito al comando il pilota della Prema ha subito impresso il proprio ritmo rifilando 2 secondi all’indiano ed ottenendo anche il giro più veloce.

La fuga per la vittoria di Piastri è però stata neutralizzata al diciottesimo giro quando Lawson è finito a muro ed ancora una volta la safety car è tornata in pista ricompattando il gruppo.

Oscar ha così avuto modo di godersi una meritata passerella fino alla bandiera a scacchi precedendo Bent Viscaal e Robert Shwartzman.

Robert Shwartzman, Prema Racing

Robert Shwartzman, Prema Racing

Photo by: Sam Bloxham / Motorsport Images

Il pilota del team Trident è stato autore di una ottima gara disputata col coltello tra i denti. In più occasioni ha provato a mettere il muso della propria vettura davanti a quella di Lundgaard (penalizzato anch’egli di 5’’ per aver tratto vantaggio in un taglio pista ndr), e grazie alla decisione dei commissari è riuscito a salire sul secondo gradino del podio, mentre il russo, dopo aver avuto la meglio su Ticktum, ha faticato a sopravanzare Lundgaard e così facendo non è stato in grado di mettersi alla caccia di Viscaal dovendosi accontentare del terzo posto.

Per il team Prema, però, questo risultato è un ottimo antipasto per la Feature Race di domani che vedrà Piastri e Shwartzman scattare dalla prima fila.

Meno incisivo rispetto a Gara 1 Dan Ticktum che, complice le numerose penalità, ha chiuso in quarta piazza, mentre da applausi è stata la gara di Jack Doohan. Il vicecampione della F3 ha corso con intelligenza, senza commettere mai alcuna sbavatura e dopo essersi piegato alla maggiore esperienza di Ticktum ha conquistato i primi punti in F2 grazie al quinto posto.

Ottima la rimonta dal fondo dello schieramento di Théo Pourchaire. Il francese della ART Grand Prix, finito a muro in Gara 1, è stato protagonista di una partenza da applausi ed ha chiuso in sesta posizione raddrizzando un sabato che sembrava compromesso.

Buona anche la rimonta di Guanyu Zhou. Il cinese, protagonista di un grave errore in Gara 1, è stato lontano dai guai in partenza per risalire subito dalla diciassettesima alla tredicesima posizione per poi transitare sotto la bandiera a scacchi in ottava piazza alle spalle di Enzo Fittipaldi.

La top ten si è completata con Ralph Boschung nono e Felipe Drugovich decimo ed autore di una gara sofferta. Domani la Feature Race scatterà alle 15:25 ora italiana.

Cla Pilota Team Giri Tempo Distacco Distacco Mph Punti
1 Australia Oscar Piastri
Italy Prema Powerteam 20 - 15
2 Netherlands Bent Viscaal
Italy Trident 20 2.500 2.500 2.500 12
3 Russian Federation Robert Shwartzman
Italy Prema Powerteam 20 3.300 3.300 0.800 10
4 United Kingdom Dan Ticktum
United Kingdom Carlin 20 3.400 3.400 0.100 8
5 Australia Jack Doohan
Netherlands MP Motorsport 20 3.500 3.500 0.100 6
6 France Théo Pourchaire
France ART Grand Prix 20 3.600 3.600 0.100 4
7 Brazil Enzo Fittipaldi
Czech Republic Charouz Racing System 20 3.800 3.800 0.200 2
8 China Guan Yu Zhou
United Kingdom UNI-Virtuosi 20 4.100 4.100 0.300 1
9 Switzerland Ralph Boschung
Spain Campos Racing 20 4.300 4.300 0.200
10 Brazil Felipe Drugovich
United Kingdom UNI-Virtuosi 20 4.600 4.600 0.300
11 Israel Roy Nissany
France DAMS 20 4.800 4.800 0.200
12 United Kingdom Olli Caldwell
Spain Campos Racing 20 6.100 6.100 1.300
13 Japan Marino Sato
Italy Trident 20 6.400 6.400 0.300
14 India Jehan Daruvala
United Kingdom Carlin 20 7.000 7.000 0.600
15 Denmark Christian Lundgaard
France ART Grand Prix 20 7.200 7.200 0.200
New Zealand Liam Lawson
United Kingdom Hitech Racing 17 3 laps
Estonia Jüri Vips
United Kingdom Hitech Racing 5 15 laps
United States Logan Sargeant
HWA Racelab 5 15 laps
New Zealand Marcus Armstrong
France DAMS 0 20 laps
Switzerland Clement Novalak
Netherlands MP Motorsport 0 20 laps
Italy Alessio Deledda
HWA Racelab 0 20 laps
Brazil Guilherme Samaia
Czech Republic Charouz Racing System 0 20 laps
condividi
commenti
F2, Jeddah: Armstrong rompe il ghiaccio in Gara 1, male Zhou
Articolo precedente

F2, Jeddah: Armstrong rompe il ghiaccio in Gara 1, male Zhou

Articolo successivo

F2, Jeddah | crash Fittipaldi-Pourchaire: piloti coscienti e in ospedale

F2, Jeddah | crash Fittipaldi-Pourchaire: piloti coscienti e in ospedale
Carica i commenti