FIA F2
G
Monaco
21 mag
-
23 mag
Evento concluso
G
05 giu
-
07 giu
Evento concluso
03 lug
-
05 lug
Evento concluso
G
Hungaroring
17 lug
-
19 lug
Prossimo evento tra
11 giorni
G
Silverstone
31 lug
-
02 ago
Prossimo evento tra
25 giorni
G
Barcellona
14 ago
-
16 ago
Prossimo evento tra
39 giorni
G
Spa-Francorchamps
28 ago
-
30 ago
Prossimo evento tra
53 giorni
G
Monza
04 set
-
06 set
Prossimo evento tra
60 giorni
G
Sochi
25 set
-
27 set
Prossimo evento tra
81 giorni
G
Abu Dhabi
27 nov
-
29 nov
Prossimo evento tra
144 giorni

F2, Monaco: Schumacher crea il caos, de Vries si prende la Feature Race

condividi
commenti
F2, Monaco: Schumacher crea il caos, de Vries si prende la Feature Race
Di:
24 mag 2019, 11:38

Il tedesco della Prema entra in contatto con la Calderon e costringe la direzione gara ad una lunga sospensione. De Vries vince in pista davanti a Ghiotto, ma il caos sul conteggio dei giri potrebbe ribaltare il risultato.

E’ stata una Feature Race decisamente caotica quella andata in scena sul tracciato di Monaco che ha visto trionfare Nyck de Vries davanti a Ghiotto e Matsushita, ma il risultato finale potrebbe essere stravolto nelle prossime ore a causa di una lettura dei giri non propriamente lineare da parte della direzione gara.

Il caos si è scatenato al giro numero 20, quando Mick Schumacher, in lotta con Tatiana Calderon, è entrato in contatto con la colombiana alla Rascasse mandando in testacoda la monoposto del team Arden e rimanendo bloccato in curva con l’ala anteriore danneggiata.

La strada è stata sbarrata per tutti i piloti sopraggiunti ed è subito stata esposta la bandiera rossa. I commissari hanno dovuto faticare non poco per recuperare tutte le monoposto e portarle nella corsia box, ma proprio in questo frangente si è creata l’incomprensione che potrebbe ribaltare il risultato finale.

Leggi anche:

Tutti i piloti da Schumacher in giù, infatti, avevano già effettuato la sosta obbligatoria per passare dalle super soft alle soft, mentre i primi in classifica, tra cui de Vries, Ghiotto, Sette Camara e Matsushita, si sono trovati beffati essendo partiti con la mescola più dura e non avendo ancora effettuato il pit obbligatorio.

La direzione gara, tuttavia, ha deciso di dare un giro in più ai piloti dalla decima posizione in giù piuttosto che far uscire questi davanti alla safety car per poi accodarsi alla vettura di sicurezza,  preservando in questo modo la gara dei primi nove, ma così facendo ha creato non poca confusione sia nei piloti che nei team.

Ad aggiungere ulteriore caos, è poi arrivata la comunicazione della revisione di questa decisione e quindi il risultato finale non è ancora definitivo.

A prescindere da questo, non si può non riconoscere ogni merito a Nyck de Vries per una Feature Race corsa con grandissimo carattere. L’olandese della ART Grand Prix, infatti, è scattato in maniera impeccabile dalla pole ed ha gestito egregiamente ogni fase di gara creando subito un margine di tutta sicurezza su Ghiotto.

Nyck ha preservato al meglio le proprie Pirelli soft sino alla bandiera rossa, ed ha montato un nuovo treno di soft durante l’interruzione per poi spingere al massimo una volta che la gara è ripresa.

Dopo aver compiuto il pit obbligatorio, ed aver montato le super soft, de Vries è tornato al comando portandosi così a casa un successo che lo rilancia in campionato complice il secondo posto di Ghiotto e la giornata assolutamente negativa di Latifi.

Il pilota del team UNI-Virtuosi non è mai riuscito a mostrare lo stesso passo di de Vries, ma ha corso con intelligenza cercando di massimizzare il risultato e provare a conquistare anche i punti del giro veloce. Luca ha chiuso la prima gara del weekend in seconda posizione, ma non è riuscito a far segnare il miglior riferimento in pista venendo beffato da Matsushita.

Il giapponese, bravo a sopravanzare Sette Camara dopo la sosta, si è anche fatto minaccioso negli specchietti di Ghiotto nell’ultimo giro, ma si è dovuto accontentare di un terzo posto che lo ripaga del brutto ritiro patito a Barcellona.

Latifi, come detto, è stato protagonista di una giornata assolutamente da dimenticare. Scattato dalla ottava casella a seguito della penalità rimediata dopo le libere, il canadese ha corso con poca lucidità entrando in contatto una prima volta con Schumachaer, danneggiando la sua ala anteriore ed essendo così costretto ad una sosta supplementare, ed una seconda volta con Gelael alla Rascasse facendo andare a muro l’indonesiano e rimediando un drive through.

Il festival degli orrori del canadese ha costretto il pilota del team DAMS a concludere in tredicesima piazza, un risultato che complica notevolmente anche la sua Sprint Race.

Ritornando ai piloti a punti, Sergio Sette Camara ha perso un podio che sembrava ampiamente alla sua portata nelle fasi finali di gara chiudendo in quarta piazza davanti a Boccolacci e Zhou, mentre Markelov, al rientro in questo round, nonostante una penalità di 10 secondi rimediata ad inizio gara ha centrato il settimo posto e, se la classifica dovesse essere confermata, domani potrà partire dalla prima fila in seconda piazza alle spalle di Deletraz.

Ralph Boschung ed Anthoine Hubert hanno completato la top ten, mentre Mick Schumacher, dopo l’episodio che ha determinato l’interruzione della gara, è stato punito con un drive through ed è così precipitato in dodicesima posizione.

Nota di demerito per Mahaveer Raghunathan. Il pilota della MP Motorsport ha mostrato a Monaco tutti i propri limiti girando su tempi davvero lenti e ripetendo anche in gara il duello che ieri è costato una buona qualifica a Jack Aitken.

Come se non bastasse, nei giri conclusivi, quando era ampiamente doppiato ha sbagliato il punto di frenata al Mirabeau andando a colpire la Campos di Aitken spedendolo nelle barriere. Forse sarebbe il caso di rivedere la sua partecipazione alla serie.

Cla Pilota Team Giri Tempo Distacco Distacco Mph Punti
1 Netherlands Nyck De Vries ART Grand Prix 41 1:30'56.153     90.272 25
2 Italy Luca Ghiotto UNI-Virtuosi 41 1:30'59.202 3.049 3.049 90.222 18
3 Japan Nobuharu Matsushita Carlin 41 1:31'00.199 4.046 0.997 90.205 15
4 Brazil Sergio Sette Camara DAMS 41 1:31'01.623 5.470 1.424 90.182 12
5 France Dorian Boccolacci Campos Racing 41 1:31'05.273 9.120 3.650 90.121 10
6 China Guan Yu Zhou UNI-Virtuosi 41 1:31'58.701 1'02.548 53.428 89.249 8
7 Russian Federation Artem Markelov MP Motorsport 40 1:31'02.154 1 Lap 1 Lap 87.974 6
8 Switzerland Louis Délétraz Carlin 40 1:31'19.126 1 Lap 16.972 87.701 4
9 France Anthoine Hubert Arden International 40 1:31'31.567 1 Lap 12.441 87.502 2
10 Switzerland Ralph Boschung Trident 40 1:31'37.408 1 Lap 5.841 87.409 1
11 Russian Federation Nikita Mazepin ART Grand Prix 40 1:31'37.519 1 Lap 0.111 87.408  
12 France Giuliano Alesi Trident 40 1:31'38.584 1 Lap 1.065 87.391  
13 Canada Nicholas Latifi DAMS 40 1:31'39.247 1 Lap 0.663 87.380  
14 Germany Mick Schumacher Prema Powerteam 40 1:31'42.849 1 Lap 3.602 87.323  
15 India Mahaveer Raghunathan MP Motorsport 39 1:32'04.823 2 Laps 1 Lap 84.801  
16 Colombia Tatiana Calderón Arden International 39 1:32'15.851 2 Laps 11.028 84.632  
17 United States Juan Manuel Correa Charouz Racing System 37 1:24'50.048 4 Laps 2 Laps 87.324  
18 United Kingdom Jack Aitken Campos Racing 36 1:25'18.196 5 Laps 1 Lap 84.497  
  Indonesia Sean Gelael Prema Powerteam 32 1:20'02.980 9 Laps 4 Laps 80.038  
  United Kingdom Callum Ilott Charouz Racing System            
Scorrimento
Lista

I Marshal spostano le auto di Mick Schumacher, Prema Racing, Louis Deletraz, Carlin, Anthoine Hubert, Arden dopo la gara è stato segnalato con bandiera rossa

I Marshal spostano le auto di Mick Schumacher, Prema Racing, Louis Deletraz, Carlin, Anthoine Hubert, Arden dopo la gara è stato segnalato con bandiera rossa
1/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Anthoine Hubert, Arden e Mick Schumacher, Prema Racing

Anthoine Hubert, Arden e Mick Schumacher, Prema Racing
2/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Mick Schumacher, Prema Racing all'inizio della gara

Mick Schumacher, Prema Racing all'inizio della gara
3/22

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Tatiana Calderon, Arden

Tatiana Calderon, Arden
4/22

Foto di: FIA Formula 2

Tatiana Calderon, Arden

Tatiana Calderon, Arden
5/22

Foto di: FIA Formula 2

Sergio Sette Camara, Dams

Sergio Sette Camara, Dams
6/22

Foto di: FIA Formula 2

Sergio Sette Camara, Dams

Sergio Sette Camara, Dams
7/22

Foto di: FIA Formula 2

Ralph Boschung, Trident

Ralph Boschung, Trident
8/22

Foto di: FIA Formula 2

Sean Gelael, Prema Racing

Sean Gelael, Prema Racing
9/22

Foto di: FIA Formula 2

Ralph Boschung, Trident

Ralph Boschung, Trident
10/22

Foto di: FIA Formula 2

Ralph Boschung, Trident

Ralph Boschung, Trident
11/22

Foto di: FIA Formula 2

Nyck De Vries, ART Grand Prix

Nyck De Vries, ART Grand Prix
12/22

Foto di: FIA Formula 2

Nyck De Vries, ART Grand Prix

Nyck De Vries, ART Grand Prix
13/22

Foto di: FIA Formula 2

Nikita Mazepin, ART Grand Prix

Nikita Mazepin, ART Grand Prix
14/22

Foto di: FIA Formula 2

Nikita Mazepin, ART Grand Prix

Nikita Mazepin, ART Grand Prix
15/22

Foto di: FIA Formula 2

Nikita Mazepin, ART Grand Prix

Nikita Mazepin, ART Grand Prix
16/22

Foto di: FIA Formula 2

Nikita Mazepin, ART Grand Prix

Nikita Mazepin, ART Grand Prix
17/22

Foto di: FIA Formula 2

Nikita Mazepin, ART Grand Prix

Nikita Mazepin, ART Grand Prix
18/22

Foto di: FIA Formula 2

Nikita Mazepin, ART Grand Prix

Nikita Mazepin, ART Grand Prix
19/22

Foto di: FIA Formula 2

Mick Schumacher, Prema Racing

Mick Schumacher, Prema Racing
20/22

Foto di: FIA Formula 2

Mick Schumacher, Prema Racing

Mick Schumacher, Prema Racing
21/22

Foto di: FIA Formula 2

Mick Schumacher, Prema Racing

Mick Schumacher, Prema Racing
22/22

Foto di: FIA Formula 2

Articolo successivo
F2, Monaco: De Vries in pole, seconda fila per Ghiotto e Schumi Jr

Articolo precedente

F2, Monaco: De Vries in pole, seconda fila per Ghiotto e Schumi Jr

Articolo successivo

Clamoroso a Monaco: Ghiotto squalificato al termine della Feature Race!

Clamoroso a Monaco: Ghiotto squalificato al termine della Feature Race!
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie FIA F2
Evento Montecarlo
Sotto-evento Gara 1
Autore Marco Di Marco