F2, Monaco: Pourchaire conquista una pole sensazionale

Il rookie della ART Grand Prix ha lasciato tutti a bocca aperta conquistando una pole strepitosa a Monaco infliggendo distacchi pesanti a tutti i rivali. Shwartzman scatterà secondo nella Feature Race.

F2, Monaco: Pourchaire conquista una pole sensazionale

Conquistare la prima pole in Formula 2, nella stagione del debutto, su un tracciato come quello di Monaco non è impresa da poco. Thèo Pourchaire ci è riuscito realizzando un vero e proprio giro capolavoro con il quale ha stupito tutti.

Il francese della ART Grand Prix, sceso in pista nel gruppo A, ha mostrato sin da subito un ottimo feeling con la sua vettura, specie nel secondo settore, ed in occasione dell’ultimo tentativo è stato impeccabile ottenendo i migliori parziali sia nel T2 che nel T3 per poi fermare il cronometro sul tempo di 1’20’’985.

Il riferimento firmato Pourchaire è divenuto inarrivabile per tutti. Il rookie transalpino, tra l’altro, è stato l’unico ad abbattere il muro dell’1’21’’. Un dato che sottolinea ulteriormente il gran giro realizzato.

Al fianco del francese prenderà il via dalla prima fila per la Feature Race un ottimo Robert Shwartzman. Lo zar è stato il più rapido del Gruppo 2, riuscendo a strappare il miglior crono del raggruppamento soltanto nei secondi finali.

Shwartzman ha dovuto piegare, però, la resistenza di un Ticktum davvero in palla. Il pilota della Carlin, infatti, era riuscito a strappare il miglior crono al russo in occasione dell’ultimo tentativo fermando il cronometro sul tempo di 1’21’’589, ma il pilota della Prema ha estratto il massimo potenziale dalla sua monoposto sino ad abbassare di un decimo e otto il riferimento dell’inglese.

Un’altra vettura del team Prema andrà ad aprire la seconda fila. Oscar Piastri, infatti, è stato autore del secondo crono nel Gruppo A, ma ha pagato un gap di ben 458 millesimi dall’inarrivabile tempo firmato Pourchaire. Al fianco del campione 2020 della F3 scatterà Ticktum, mentre dalla terza fila si avvierà un deluso Juri Vips.

L’estone della Hitech GP sembrava in grado di poter agevolmente conquistare la pole oggi, ma una sbavatura nell’ultimo tentativo, con tanto di bacio alle barriere e danneggiamento ai tiranti dello sterzo, lo ha privato di un risultato ampiamente alla sua portata.

Vips dovrà così condividere la terza fila con la sorpresa di giornata, Ralph Boschung. Lo svizzero, tornato in Formula 2 dopo un anno sabbatico, ha ottenuto il terzo tempo nel Gruppo B pagando però 4 decimi al riferimento ottenuto da Shwartzman.

Altra sorpresa, senza dubbio inaspettata, è arrivata da Roy Nissany. L’israeliano ha ottenuto il quarto tempo nel proprio raggruppamento e domenica si schiererà in griglia sulla settima casella precedendo un deludente Christian Lundgaard.

Il pilota della ART Grand Prix non ha mai trovato il giusto feeling con la propria vettura e nel Gruppo B ha chiuso con il crono di 1’21’’877 ed un gap di 474 millesimi da Shwartzman.

La top ten si chiude con le due monoposto della UNI-Virtuosi di Drugovich e Guanyu Zhou. Il brasiliano ha commesso una sbavatura nell’ultimo giro a disposizione andando a toccare le barriere con la posteriore destra alla Noghes, mentre il cinese, attuale leader del campionato, non ha mai realmente brillato chiudendo con un ritardo di mezzo secondo da Shwartzman.

Per Zhou, comunque, il risultato odierno non è da gettare via dato che, grazie all’inversione della griglia, avrà la possibilità di scattare dalla pole per la prima Sprint Race del weekend che scatterà domani alle 11.45.

Cla Pilota Team Giri Tempo Distacco Distacco Mph
1 France Théo Pourchaire
France ART Grand Prix 11 1'20.985 148.338
2 Australia Oscar Piastri
Italy Prema Powerteam 11 1'21.443 0.458 0.458 147.504
3 Estonia Jüri Vips
United Kingdom Hitech Racing 9 1'21.523 0.538 0.080 147.359
4 Israel Roy Nissany
France DAMS 11 1'22.102 1.117 0.579 146.320
5 Brazil Felipe Drugovich
United Kingdom UNI-Virtuosi 10 1'22.131 1.146 0.029 146.268
6 India Jehan Daruvala
United Kingdom Carlin 11 1'22.244 1.259 0.113 146.067
7 Germany David Beckmann
Czech Republic Charouz Racing System 11 1'22.585 1.600 0.341 145.464
8 Netherlands Bent Viscaal
Italy Trident 11 1'22.827 1.842 0.242 145.039
9 Germany Lirim Zendeli
Netherlands MP Motorsport 10 1'22.933 1.948 0.106 144.854
10 Brazil Gianluca Petecof
Spain Campos Racing 10 1'23.344 2.359 0.411 144.139
11 United Kingdom Jack Aitken
HWA Racelab 10 1'23.353 2.368 0.009 144.124
Cla Pilota Team Giri Tempo Distacco Distacco Mph
1 Russian Federation Robert Shwartzman
Italy Prema Powerteam 11 1'21.403 147.576
2 United Kingdom Dan Ticktum
United Kingdom Carlin 11 1'21.589 0.186 0.186 147.240
3 Switzerland Ralph Boschung
Spain Campos Racing 11 1'21.854 0.451 0.265 146.763
4 Denmark Christian Lundgaard
France ART Grand Prix 11 1'21.877 0.474 0.023 146.722
5 China Guan Yu Zhou
United Kingdom UNI-Virtuosi 11 1'21.912 0.509 0.035 146.659
6 New Zealand Liam Lawson
United Kingdom Hitech Racing 10 1'21.941 0.538 0.029 146.607
7 New Zealand Marcus Armstrong
France DAMS 11 1'22.168 0.765 0.227 146.202
8 Netherlands Richard Verschoor
Netherlands MP Motorsport 11 1'22.758 1.355 0.590 145.160
9 Japan Marino Sato
Italy Trident 11 1'24.091 2.688 1.333 142.859
10 Brazil Guilherme Samaia
Czech Republic Charouz Racing System 11 1'24.302 2.899 0.211 142.501
11 Italy Alessio Deledda
HWA Racelab 10 1'27.744 6.341 3.442 136.911
condividi
commenti
F2, Monaco: Shwartzman brilla nel caos delle Libere
Articolo precedente

F2, Monaco: Shwartzman brilla nel caos delle Libere

Articolo successivo

F2, Monaco: Zhou è impeccabile nella prima Sprint Race

F2, Monaco: Zhou è impeccabile nella prima Sprint Race
Carica i commenti