F2, Jeddah: Shwartzman piazza la zampata nelle Libere

Il russo della Prema ha ottenuto il miglior tempo nelle battute finali di una sessione iniziata con enorme ritardo. Zhou è settimo, mentre Piastri decimo.

F2, Jeddah: Shwartzman piazza la zampata nelle Libere

Dopo oltre 40 minuti di ritardo, dovuti a non meglio definiti problemi operativi, la sessione di libere della Formula 2 di Jeddah ha preso il via consentendo così ai piloti della categoria di scoprire un tracciato inedito dopo oltre 2 mesi di inattività.

Non tutto, però, è filato liscio. Dopo circa 20 minuti, infatti, la sessione è stata interrotta con bandiera rossa a causa del botto contro le barriere di Sargeant avvenuto in curva 22. L’americano, dopo aver perso il posteriore della sua monoposto, è andato ad impattare violentemente contro le protezioni distruggendo il retrotreno della Dallara.

Poco dopo è stato Alessio Deledda a baciare le barriere con la posteriore destra dopo aver perso improvvisamente il retrotreno in frenata. La direzione gara ha decretato la Virtual Safety Car per consentire ai commissari di rimuovere la monoposto dell’italiano ed i meccanici del team HWA Racelab saranno costretti ad una corsa contro il tempo per permettere ai due piloti della squadra di scendere regolarmente in pista per le qualifiche.

A svettare al termine di un turno “sofferto” è stato Robert Shwartzman. Complice un tracciato che è andato evolvendosi col passare dei minuti lo zar ha piazzato la zampata nelle battute finali fermando il cronometro sul tempo di 1’42’’623 e beffando Ralph Boschung.

Lo svizzero è stato il protagonista inatteso della sessione occupando la prima posizione a lungo per poi cedere il comando al pilota della Prema con un ritardo di 184 millesimi.

Terzo crono per Dan Ticktum. L’inglese, arrivato a Jeddah dopo aver disputato i test di Formula E a Valencia, è stato l’ultimo pilota a scendere sotto il muro dell’1’43’’ accusato un gap dalla vetta di 331 millesimi.

Il primo pilota della UNI-Virtuosi presente in classifica è stato Felipe Drugovich. Il brasiliano ha ottenuto il crono di 1’43’’227 precedendo per soli 22 millesimi Marcus Armstrong, mentre il sesto tempo di giornata porta la firma di Juri Vips.

L’estone della Hitech GP, protagonista anche di un innocuo testacoda, ha fermato il cronometro sul tempo di 1’43’’263 mettendosi davanti a Guanyu Zhou.

Il cinese, già annunciato come pilota dell’Alfa Romeo Sauber per il 2022, ha studiato a lungo il tracciato per comprenderne le criticità ed ha concluso le libere con l’ottavo crono ed un ritardo da Shwartzman di 7 decimi.

Sorprende trovare in top 10 Jack Doohan. L’australiano, al debutto nella serie con i colori della MP Motorsport, ha ottenuto l’ottavo crono in 1’43’’340 mettendo alle proprie spalle il ben più esperto Christian Lundgaard ed il leader del campionato Oscar Piastri.

I piloti della Formula 2 torneranno in pista alle 16:20 ore italiane per disputare la sessione di qualfica che determinerà la griglia di partenza della Feature Race della domenica.

Cla Pilota Team Giri Tempo Distacco Distacco Mph
1 Russian Federation Robert Shwartzman
Italy Prema Powerteam 15 1'42.623 216.583
2 Switzerland Ralph Boschung
Spain Campos Racing 16 1'42.807 0.184 0.184 216.195
3 United Kingdom Dan Ticktum
United Kingdom Carlin 17 1'42.954 0.331 0.147 215.886
4 Brazil Felipe Drugovich
United Kingdom UNI-Virtuosi 17 1'43.227 0.604 0.273 215.315
5 New Zealand Marcus Armstrong
France DAMS 16 1'43.249 0.626 0.022 215.269
6 Estonia Jüri Vips
United Kingdom Hitech Racing 16 1'43.263 0.640 0.014 215.240
7 China Guan Yu Zhou
United Kingdom UNI-Virtuosi 16 1'43.326 0.703 0.063 215.109
8 Australia Jack Doohan
Netherlands MP Motorsport 17 1'43.340 0.717 0.014 215.080
9 Denmark Christian Lundgaard
France ART Grand Prix 16 1'43.362 0.739 0.022 215.034
10 Australia Oscar Piastri
Italy Prema Powerteam 15 1'43.456 0.833 0.094 214.839
11 New Zealand Liam Lawson
United Kingdom Hitech Racing 16 1'43.493 0.870 0.037 214.762
12 India Jehan Daruvala
United Kingdom Carlin 18 1'43.636 1.013 0.143 214.466
13 France Théo Pourchaire
France ART Grand Prix 16 1'43.804 1.181 0.168 214.118
14 Netherlands Bent Viscaal
Italy Trident 17 1'43.823 1.200 0.019 214.079
15 United Kingdom Olli Caldwell
Spain Campos Racing 17 1'43.985 1.362 0.162 213.746
16 United Kingdom Clement Novalak
Netherlands MP Motorsport 17 1'44.105 1.482 0.120 213.499
17 Brazil Enzo Fittipaldi
Czech Republic Charouz Racing System 17 1'44.472 1.849 0.367 212.749
18 Israel Roy Nissany
France DAMS 16 1'44.485 1.862 0.013 212.723
19 Brazil Guilherme Samaia
Czech Republic Charouz Racing System 17 1'45.203 2.580 0.718 211.271
20 Japan Marino Sato
Italy Trident 16 1'45.338 2.715 0.135 211.000
21 United States Logan Sargeant
HWA Racelab 6 1'48.387 5.764 3.049 205.065
22 Italy Alessio Deledda
HWA Racelab 9 1'48.867 6.244 0.480 204.161
condividi
commenti
F2 | Debutto per Jack Doohan a Jeddah con MP Motorsport
Articolo precedente

F2 | Debutto per Jack Doohan a Jeddah con MP Motorsport

Articolo successivo

F2 | Piastri scatenato, quarta pole di fila a Jeddah

F2 | Piastri scatenato, quarta pole di fila a Jeddah
Carica i commenti