FIA F2
G
Zandvoort
01 mag
-
03 mag
Evento concluso
G
Barcellona
08 mag
-
10 mag
Evento concluso
G
Monaco
21 mag
-
23 mag
Evento concluso
G
05 giu
-
07 giu
Prossimo evento tra
7 giorni
G
Spielberg
03 lug
-
05 lug
Prossimo evento tra
35 giorni
G
Silverstone
17 lug
-
19 lug
Prossimo evento tra
49 giorni
G
Hungaroring
31 lug
-
02 ago
Prossimo evento tra
63 giorni
G
Spa-Francorchamps
28 ago
-
30 ago
Prossimo evento tra
91 giorni
G
Monza
04 set
-
06 set
Prossimo evento tra
98 giorni
G
Sochi
25 set
-
27 set
Prossimo evento tra
119 giorni
G
Abu Dhabi
27 nov
-
29 nov
Prossimo evento tra
182 giorni

F2, Hungaroring: Mick Schumacher firma il primo successo nella Sprint Race!

condividi
commenti
F2, Hungaroring: Mick Schumacher firma il primo successo nella Sprint Race!
Di:
4 ago 2019, 10:30

Il tedesco della Prema è stato autore di una gara impeccabile nella quale ha resistito per 28 giri alla costante pressione di Matsushita senza commettere alcuna sbavatura ed ha portato a casa il primo successo nella serie.

E il giorno di Mick Schumacher è finalmente arrivato. Il tedesco della Prema è riuscito a cogliere nella Sprint Race dell’Hungaroring il primo successo stagionale in F2 compiendo una vera e propria impresa nel resistere per tutti e 28 i giri di gara alla costante pressione di Nobuharu Matsushita.

Mick ha dovuto stringere i denti per evitare di degradare rapidamente le proprie Pirelli ed ha guidato con la delicatezza del veterano. Se Matsushita era più rapido di un paio di decimi nel primo settore, grazie anche al DRS, Mick ha risposto sempre alla grande nel T2 rifilando 3-4 decimi al giapponese così da giungere sul rettilineo principale con un vantaggio di 8 decimi sulla Carlin del nipponico.

La gara di Mick è diventata tosta nel corso del penultimo giro quando Matsushita ha chiesto il massimo alla propria vettura arrivando a soli 6 decimi dal tedesco, ma Schumacher non si è scomposto ed ha proseguito per la sua strada senza commettere mai alcuna sbavatura sino a transitare sotto la bandiera a scacchi con 1’’4 di vantaggio.

 

Mick ha così potuto celebrare il primo successo in Formula 2 in un anno contraddistinto da molte occasioni sfortunate. Quando la dea bendata non ha voltato le spalle al tedesco, Schumacher ha mostrato prestazioni convincenti, come la splendida rimonta vista nella Sprint Race dell’Austria, ed il successo odierno può e deve fungere da trampolino di lancio per un pilota costantemente sotto pressione.

Alle spalle dei primi due grandi protagonisti della seconda gara del weekend ha chiuso Sergio Sette Camara. Il brasiliano è stato bravissimo in partenza nel beffare Jordan King e salire così in terza posizione ed in occasione del diciassettesimo passaggio ha cercato di avere la meglio anche su Matsushita.

Il giapponese si è difeso egregiamente in curva 1 ed in curva 2 ed ha così privato il brasiliano del secondo gradino del podio.

Jordan King ha cercato nel finale di riprendersi la posizione di partenza sul pilota del team DAMS, ma non è riuscito a mettere il muso della sua vettura davanti a quella del brasiliano chiudendo in scia a 7 decimi. Per l’inglese è stato comunque un weekend decisamente positivo condito dalla splendida rimonta vista nella fase finale della Feature Race.

Bravo anche Jack Aitken a rimontare in partenza dalla sesta piazza, approfittando del pessimo avvio di Luca Ghiotto, sino a chiudere alle spalle di King in quinta posizione, mentre i due principali rivali per il titolo, de Vries e Latifi hanno ottenuto rispettivamente il sesto e settimo posto davanti a Luca Ghiotto.

Il pilota dell’UNI-Virtuosi, come detto, ha perso numerose posizioni in partenza a causa di un avvio infelice forse per problemi al software della frizione, ed è subito transitato in nona posizione alle spalle di Mazepin.

Luca non ha mai mollato sino ad avere la meglio con un sorpasso duro sul russo al giro numero 18, ma poi si è dovuto accontentare di chiudere la Sprint Race alle spalle di Latifi.

Al termine del round ungherese la classifica piloti vede de Vries sempre in prima posizione con 196 punti seguito da Latifi a quota 143, mentre il terzo posto è adesso occupato da Sergio Sette Camara con 143 punti.

Cla Pilota Team Giri Tempo Distacco Distacco Mph Punti
1 Germany Mick Schumacher
Prema Powerteam 28 43'59.841 167.230 15
2 Japan Nobuharu Matsushita
Carlin 28 44'01.294 1.453 1.453 167.138 12
3 Brazil Sergio Sette Camara
DAMS 28 44'03.237 3.396 1.943 167.015 10
4 United Kingdom Jordan King
MP Motorsport 28 44'04.018 4.177 0.781 166.965 8
5 United Kingdom Jack Aitken
Campos Racing 28 44'04.801 4.960 0.783 166.916 6
6 Netherlands Nyck De Vries
ART Grand Prix 28 44'11.269 11.428 6.468 166.509 4
7 Canada Nicholas Latifi
DAMS 28 44'12.155 12.314 0.886 166.453 2
8 Italy Luca Ghiotto
UNI-Virtuosi 28 44'12.771 12.930 0.616 166.414 1
9 China Guan Yu Zhou
UNI-Virtuosi 28 44'13.662 13.821 0.891 166.359
10 United Kingdom Callum Ilott
Charouz Racing System 28 44'23.718 23.877 10.056 165.731
11 France Anthoine Hubert
Arden International 28 44'26.732 26.891 3.014 165.543
12 France Giuliano Alesi
Trident 28 44'29.368 29.527 2.636 165.380
13 Switzerland Louis Délétraz
Carlin 28 44'35.582 35.741 6.214 164.996
14 United States Juan Manuel Correa
Charouz Racing System 28 44'38.355 38.514 2.773 164.825
15 Russian Federation Nikita Mazepin
ART Grand Prix 28 44'39.773 39.932 1.418 164.738
16 India Arjun Maini
Campos Racing 28 44'39.934 40.093 0.161 164.728
17 Indonesia Sean Gelael
Prema Powerteam 28 44'40.578 40.737 0.644 164.688
18 Switzerland Ralph Boschung
Trident 28 44'42.698 42.857 2.120 164.558
19 India Mahaveer Raghunathan
MP Motorsport 28 44'59.529 59.688 16.831 163.532
Colombia Tatiana Calderón
Arden International 7 11'20.042 21 Laps 21 Laps 162.132
Scorrimento
Lista

Tatiana Calderon, Arden

Tatiana Calderon, Arden
1/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Sergio Sette Camara, Dams

Sergio Sette Camara, Dams
2/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Sergio Sette Camara, Dams

Sergio Sette Camara, Dams
3/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Ralph Boschung, Trident

Ralph Boschung, Trident
4/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Sean Gelael, Prema Racing

Sean Gelael, Prema Racing
5/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Sean Gelael, Prema Racing

Sean Gelael, Prema Racing
6/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Sergio Sette Camara, Dams

Sergio Sette Camara, Dams
7/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Ralph Boschung, Trident

Ralph Boschung, Trident
8/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Partenza di gara 1 all'Hungaroring

Partenza di gara 1 all'Hungaroring
9/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Nyck De Vries, ART Grand Prix

Nyck De Vries, ART Grand Prix
10/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Nyck De Vries, ART Grand Prix

Nyck De Vries, ART Grand Prix
11/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Nobuharu Matsushita, Carlin

Nobuharu Matsushita, Carlin
12/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Nobuharu Matsushita, Carlin

Nobuharu Matsushita, Carlin
13/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Nobuharu Matsushita, Carlin

Nobuharu Matsushita, Carlin
14/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Nikita Mazepin, ART Grand Prix

Nikita Mazepin, ART Grand Prix
15/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Nikita Mazepin, ART Grand Prix

Nikita Mazepin, ART Grand Prix
16/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Nobuharu Matsushita, Carlin

Nobuharu Matsushita, Carlin
17/18

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

Nicholas Latifi, Dams

Nicholas Latifi, Dams
18/18

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Articolo successivo
F2, Hungaroring: Latifi senza rivali nella Feature Race

Articolo precedente

F2, Hungaroring: Latifi senza rivali nella Feature Race

Articolo successivo

Lutto in casa DAMS, si è spento il fondatore Jean-Paul Driot

Lutto in casa DAMS, si è spento il fondatore Jean-Paul Driot
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie FIA F2
Evento Hungaroring
Autore Marco Di Marco