F2: due Sprint Race al sabato e Feature Race la domenica

Il nuovo format di gare del 2021 vedrà i piloti impegnati al sabato in 2 Sprint Race e la domenica nella Feature Race. Le stesse novità sono state previste anche per la Formula 3.

F2: due Sprint Race al sabato e Feature Race la domenica

La Formula 2 cambia pelle. Dopo l’annuncio arrivato nelle scorse settimane della separazione dalla Formula 3, e la comunicazione del nuovo calendario che vedrà 8 round con 3 corse per weekend, è stato oggi svelato come sarà il nuovo format di gare che caratterizzerà la serie a partire dal 2021.

 Il venerdì si svolgeranno le attività così come visto in questa stagione. Ci sarà quindi una sessione di prove libere di 45 minuti ed una sessione di qualifiche di mezz’ora.

La novità si vedrà al sabato quando i piloti della F2 saranno chiamati a scendere in pista in ben due occasioni per disputare due Sprint Race della durata di 45 minuti ciascuna.

La domenica, prima della Formula 1, si disputerà la Feature Race da un’ora durante la quale resterà in vigore l’obbligo di effettuare il cambio gomme.

La distanza di gara prevista per le Sprint Race è di 120 Km, mentre per la Feature Race è di 170 Km, ma per gli appuntamenti di Monaco e Sochi saranno previste distanze specifiche.

Altra novità riguarda la definizione della griglia di partenza della prima Sprint Race del weekend. In questo caso si adotterà il criterio dell’inversione della griglia sfruttando i primi dieci tempi ottenuti in qualifica, mentre per la seconda Sprint Race si adotterà l’inversione dei primi dieci arrivati in Gara 1.

Per la Feature Race, invece, si continuerà ad adottare il sistema in vigore sino ad oggi con i piloti schierati in base ai tempi fatti segnare al venerdì.

Come di consueto la conquista della pole metterà in palio 4 punti, mentre per il giro più veloce si potranno guadagnare due punti purché si finisca tra i primi 10.

Invariata l’attribuzione dei punti sia per la Feature Race che per le Sprint Race.

Cambia anche il numero di treni di gomme a disposizione. Ogni pilota avrà a disposizione sei set di gomme da asciutto, al posto dei cinque attuali. Quattro saranno “prime” e due “option”. I set di gomme da bagnato saranno tre.

Stesse novità saranno adottate anche in Formula 3. In questo caso non ci sarà distinzione tra Sprint e Feature Race ma si svolgeranno Gara 1, 2 e 3.

Al sabato si disputeranno le prime due corse del weekend, mentre l’ultima andrà in scena domenica prima del GP di Formula 1. Tutte e tre le gare avranno una durata di 40 minuti.

La griglia di partenza di Gara 1 sarà determinata dall’inversione dei primi 12 tempi in qualifica, mentre quella di Gara 2 vedrà l’inversione dei primi 12 piloti giunti al traguardo in Gara 1. I tempi ottenuti in qualifica al venerdì saranno validi per la griglia di Gara 3.

Gara 1 sarà quella che attribuirà il maggior numero di punti ai primi 10 classificati (25, 18, 15, 12, 10, 8, 6,

4, 2, 1), mentre in Gara 2 e 3 i punti in palio saranno inferiori (15, 12, 10, 8, 6, 5, 4, 3, 2, 1). Invariati, invece, i due punti per il giro più veloce, qualora si finisca la gara in top 10, ed i quattro punti per la pole.

Aumentano, infine, i set di gomme a disposizione. Si passa dagli attuali quattro a cinque per quel che riguarda le mescole da asciutto, mentre saranno sempre due i set di gomme da bagnato a disposizione di ciascun pilota.

condividi
commenti
F2: Ralph Boschung torna con Campos Racing nel 2021

Articolo precedente

F2: Ralph Boschung torna con Campos Racing nel 2021

Articolo successivo

F2, Sakhir: Tsunoda subito un fulmine nelle Libere

F2, Sakhir: Tsunoda subito un fulmine nelle Libere
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie FIA F2
Autore Marco Di Marco