F2, Baku: Lawson beffa Vips e si prende di forza la pole

Il rookie della Hitech ha brillato a Baku conquistando in modo netto la prima pole in Formula 2 e relegando Vips alle sue spalle con un decimo di vantaggio. Shwartzman partirà dalla pole in Gara 1.

F2, Baku: Lawson beffa Vips e si prende di forza la pole

La delusione di Monaco, quando è stato squalificato al termine di Gara 2, è stata prontamente cancellata. Liam Lawson è stato l’autentico dominatore della sessione di qualifiche andata in scena sul tracciato di Baku ed ha conquistato di forza la prima pole nella categoria.

Il pilota della Hitech GP è riuscito a migliorarsi nel secondo tentativo grazie ad un secondo settore impeccabile ed ha messo il proprio autografo in cima alla lista dei tempi con il crono di 1’54’’217.

Nulla ha potuto Juri Vips, che pure ci aveva creduto. L’estone, già il più rapido nelle Libere, aveva completato il primo tentativo con un gap di soli 25 millesimi dal suo compagno di team ed in occasione dell’ultimo run è riuscito ad ottenere il miglior parziale nel primo settore.

Vips, però, non è stato altrettanto incisivo nel T2 e si è così dovuto accontentare di chiudere alle spalle di Lawson in classifica con un gap di poco superiore al decimo.

In casa Prema brilla ancora una volta Oscar Piastri. Il protagonista silenzioso del team italiano ha firmato il terzo tempo con il crono di 1’54’’508 trovando subito il feeling con un tracciato sconosciuto e per soli 131 millesimi è riuscito ad avere la meglio su un Théo Pourchaire che sembra aver già preso le misure alla nuova categoria.

Il rookie della ART Grand Prix ha sì chiuso con un gap di 4 decimi dalla vetta, ma è stato abile nel tenere alle proprie spalle gente ben più esperta come Ticktum e Armstrong.

L’inglese della Carlin, sempre a proprio agio sui cittadini, ha ottenuto il quinto crono in 1’54’’830, mentre il neozelandese della DAMS ha pagato 84 millesimi di ritardo da Ticktum ottenendo così il sesto riferimento di giornata.

Continua a stupire Ralph Boschung. Dopo l’ottimo weekend di Monaco lo svizzero del Campos Racing ha chiuso il turno di qualifica con il settimo crono confermandosi in uno stato di grazia totale.

Hanno deluso, invece, tre protagonisti attesi. Guanyu Zhou è riuscito a mettere una pezza ad una sessione complicata soltanto nel finale quando è risalito dalla tredicesima all’ottava posizione in classifica e domani avrà la possibilità di scattare dalla seconda fila grazie alla griglia invertita, mentre Robert Shwartzman non è mai riuscito a trovare un giro pulito ed ha chiuso con il decimo tempo alle spalle di Daruvala.

Ancora peggio ha fatto Lundgaard. Il pilota della ART Grand Prix sembra il lontano parente del rookie che ha stupito ad inizio dello scorso anno ed in occasione dell’ultimo tentativo ha commesso un lungo in curva 1 che ha pregiudicato ogni possibilità di progresso costringendolo al dodicesimo tempo.

Bene, infine, Matteo Nannini che al volante della seconda vettura del Campos Racing è riuscito ad ottenere il diciassettesimo tempo davanti ad un Lirim Zendeli in difficoltà.

Cla Pilota Team Giri Tempo Distacco Distacco Mph
1 New Zealand Liam Lawson
United Kingdom Hitech Racing 12 1'54.217 189.208
2 Estonia Jüri Vips
United Kingdom Hitech Racing 12 1'54.355 0.138 0.138 188.979
3 Australia Oscar Piastri
Italy Prema Powerteam 12 1'54.508 0.291 0.153 188.727
4 France Théo Pourchaire
France ART Grand Prix 12 1'54.639 0.422 0.131 188.511
5 United Kingdom Dan Ticktum
United Kingdom Carlin 11 1'54.830 0.613 0.191 188.198
6 New Zealand Marcus Armstrong
France DAMS 12 1'54.914 0.697 0.084 188.060
7 Switzerland Ralph Boschung
Spain Campos Racing 11 1'54.962 0.745 0.048 187.982
8 China Guan Yu Zhou
United Kingdom UNI-Virtuosi 12 1'55.112 0.895 0.150 187.737
9 India Jehan Daruvala
United Kingdom Carlin 11 1'55.122 0.905 0.010 187.720
10 Russian Federation Robert Shwartzman
Italy Prema Powerteam 12 1'55.161 0.944 0.039 187.657
11 Brazil Felipe Drugovich
United Kingdom UNI-Virtuosi 12 1'55.173 0.956 0.012 187.637
12 Denmark Christian Lundgaard
France ART Grand Prix 12 1'55.245 1.028 0.072 187.520
13 Germany David Beckmann
Czech Republic Charouz Racing System 12 1'55.336 1.119 0.091 187.372
14 United Kingdom Jack Aitken
HWA Racelab 11 1'55.651 1.434 0.315 186.862
15 Netherlands Bent Viscaal
Italy Trident 11 1'55.658 1.441 0.007 186.850
16 Netherlands Richard Verschoor
Netherlands MP Motorsport 11 1'55.988 1.771 0.330 186.319
17 Italy Matteo Nannini
Spain Campos Racing 11 1'56.463 2.246 0.475 185.559
18 Germany Lirim Zendeli
Netherlands MP Motorsport 11 1'56.579 2.362 0.116 185.374
19 Japan Marino Sato
Italy Trident 12 1'57.539 3.322 0.960 183.860
20 Brazil Guilherme Samaia
Czech Republic Charouz Racing System 12 1'57.793 3.576 0.254 183.464
21 Italy Alessio Deledda
HWA Racelab 12 1'58.264 4.047 0.471 182.733
22 Israel Roy Nissany
France DAMS 0
condividi
commenti
F2, Baku: Vips fa il vuoto nelle Libere, Nissany si schianta
Articolo precedente

F2, Baku: Vips fa il vuoto nelle Libere, Nissany si schianta

Articolo successivo

F2, Baku: Shwartzman domina e torna al successo in Gara 1

F2, Baku: Shwartzman domina e torna al successo in Gara 1
Carica i commenti