F2, Bahrain: Lawson resiste a Daruvala e si prende Gara 1

Il rookie della Hitech GP ha disputato una gara da veterano ed ha conquistato il successo resistendo nel finale alla grande pressione di Jehan Daruvala. Beckmann completa il podio.

F2, Bahrain: Lawson resiste a Daruvala e si prende Gara 1

Una condotta di gara da veterano. Non si può descrivere in altro modo quanto fatto da Liam Lawson nella prima Sprint Race stagionale andata in scena in Bahrain che ha visto il rookie della Hitech GP conquistare un successo di forza.

Lawson ha costruito le fondamenta della vittoria sin dalla partenza, quando ha approfittato di un avvio incerto del poleman Pourchaire per portarsi subito dalla terza alla prima posizione. Da quel momento Liam ha imposto il proprio ritmo, trattando con delicatezza le Pirelli hard ma al contempo tenendo un passo inarrivabile per tutti i suoi rivali ad eccezione di Daruvala.

L’indiano del team Carlin ha disputato una Sprint Race dai due volti. Nel corso del primo stint ha badato a non sforzare troppo le sue coperture per poi mettere alla frusta le Pirelli dure nella fase finale della corsa, recuperando decimi su decimi a Lawson.

Il rookie della Hitech, però, è stato bravo a mantenere la giusta lucidità ed impedire a Daruvala di trovare il varco per mettere davanti il muso della sua monoposto.

Che la gara del duo di testa sia stata impressionante è certificato dal distacco del terzo classificato, David Beckmann. Il tedesco ha tagliato il traguardo con un ritardo di ben 12 secondi dopo aver disputato una corsa senza infamia e senza lode.

Ben più vivace è stata la lotta per la quarta piazza che, soltanto nelle battute finali, ha visto in lotta Shwartzman e Piastri.

Il russo della Prema è stato autore di una partenza capolavoro che l’ha subito proiettato in sesta posizione per poi andare subito a duellare senza timori con il suo compagno di team.

L’australiano non si è fatto prendere dal panico ed ha badato a gestire le Pirelli con l’esperienza del veterano. Dopo aver superato agevolmente Lundgaard al giro 16, Piastri si è messo all’inseguimento di Shwartzman, ma Robert, nonostante qualche staccata a ruote fumanti di troppo, è stato in grado di mantenere la quarta piazza.

Deludente la corsa di Lundgaard. Il danese della ART Grand Prix, dopo un avvio perfetto, ha patito un rapido deterioramento delle Pirelli hard e non è stato in grado di inserirsi nella lotta tra le due Prema tagliando il traguardo in sesta posizione davanti a Dan Ticktum.

L’inglese è stato il protagonista in negativo della prima Sprint Race. Nelle battute iniziali ha completamente sbagliato il punto di staccata di curva 1 andando a colpire nella posteriore destra la vettura dell’incolpevole Verschoor ed ha così rimediato 5’’ di tempo aggiuntivi che l’hanno fatto retrocedere in ottava posizione.

Ancora una volta a Ticktum è mancata quella lucidità tale da consentirgli di fare quel salto di qualità che ormai si attende da anni.

La top ten si è completata con Lirim Zendeli nono, ed autore anche del giro più veloce, davanti ad un Juri Vips autore di una rimonta notevole dal fondo della griglia.

Per l’estone della Hitech è stato un weekend travagliato. L’irregolarità tecnica riscontrata sulla sua vettura dopo le qualifiche lo ha costretto a partire dall’ultima casella, ma Juri non si è demotivato ed ha gestito con grande maturità la situazione riuscendo a risalire sino al decimo posto che gli consentirà, questo pomeriggio, di prendere il via dalla pole di Gara 2.

Nota a margine per i troppi problemi di affidabilità che ancora affliggono la categoria e che hanno messo fine in anticipo, tra gli altri, alla gara di Armstrong e Pourchaire. Il francese avrebbe potuto celebrare sul podio il suo debutto nella serie, ma un guasto improvviso gli ha negato un trofeo ampiamente meritato.

Oscar Piastri, PREMA Racing
Oscar Piastri, PREMA Racing
1/22

Foto di: James Gasperotti

Bent Viscaal, Trident
Bent Viscaal, Trident
2/22

Foto di: Trident

Bent Viscaal, Trident
Bent Viscaal, Trident
3/22

Foto di: Trident

Bent Viscaal, Trident
Bent Viscaal, Trident
4/22

Foto di: Trident

Guilherme Samaia (BRA), Charouz Racing System, FIA Formula 2 Championship
Guilherme Samaia (BRA), Charouz Racing System, FIA Formula 2 Championship
5/22

Foto di: Dutch Photo Agency

Guilherme Samaia (BRA), Charouz Racing System, FIA Formula 2 Championship
Guilherme Samaia (BRA), Charouz Racing System, FIA Formula 2 Championship
6/22

Foto di: Dutch Photo Agency

Felipe Drugovich, UNI-Virtuosi
Felipe Drugovich, UNI-Virtuosi
7/22

Foto di: FIA Formula 2

Liam Lawson, Hitech Grand Prix
Liam Lawson, Hitech Grand Prix
8/22

Foto di: FIA Formula 2

Christian Lundgaard, ART Grand Prix
Christian Lundgaard, ART Grand Prix
9/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Bent Viscaal, Trident
Bent Viscaal, Trident
10/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Felipe Drugovich, Uni-Virtuosi
Felipe Drugovich, Uni-Virtuosi
11/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

David Beckmann, Charouz Racing System
David Beckmann, Charouz Racing System
12/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Jehan Daruvala, Carlin
Jehan Daruvala, Carlin
13/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Juri Vips, Hitech Grand Prix
Juri Vips, Hitech Grand Prix
14/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Marino Sato, Trident
Marino Sato, Trident
15/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Marcus Armstrong, Dams
Marcus Armstrong, Dams
16/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Oscar Piastri, Prema Racing
Oscar Piastri, Prema Racing
17/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Ralph Boschung, Campos Racing
Ralph Boschung, Campos Racing
18/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Ralph Boschung, Campos Racing
Ralph Boschung, Campos Racing
19/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Matteo Nannini, HWA Racelab
Matteo Nannini, HWA Racelab
20/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Guanyu Zhou, UNI-Virtuosi
Guanyu Zhou, UNI-Virtuosi
21/22

Foto di: FIA Formula 2

David Beckmann, Charouz Racing System
David Beckmann, Charouz Racing System
22/22

Foto di: FIA Formula 2

condividi
commenti
F2, Bahrain: Zhou mantiene la pole, Vips squalificato
Articolo precedente

F2, Bahrain: Zhou mantiene la pole, Vips squalificato

Articolo successivo

F2, Bahrain: Piastri si prende una Gara 2 spettacolare

F2, Bahrain: Piastri si prende una Gara 2 spettacolare
Carica i commenti