Il Challenge Europa fa rotta verso il Mugello

Il Challenge Europa fa rotta verso il Mugello

La cosa curiosa è che sul saliscendi toscano mancheranno all'appello i leader Gai e Smeeth

Manca poco al secondo round del Ferrari Challenge Europe, in programma al Mugello da venerdì a domenica. Il campionato riprende dopo un mese dalle prime, spettacolari, gare di Monza e sono tanti i piloti che vogliono sostituirsi ai leader delle due classifiche del Trofeo Pirelli, entrambi assenti sui saliscendi della Toscana. Nel Trofeo Pirelli Pro il leader di classifica è infatti l’italiano Stefano Gai (team Rossocorsa) che, forte di una vittoria e di un terzo posto, comanda la graduatoria. Il lombardo però non sarà in pista a difendere il primato. Capoclassifica virtuale è dunque l’altro italiano Daniele Di Amato (Motor Piacenza) che si è aggiudicato la seconda gara di Monza e in classifica vanta 31 punti contro i 28 di Dario Caso, sul podio in entrambe le corse nel primo round della stagione, e i 26 dell’austriaco Philipp Baron (Octane 126). La gara, dunque, è apertissima con Baron che avrà la possibilità, grazie agli handicap in griglia di partenza che derivano dalla corsa monzese, di tentare la scalata al primo posto. Di Amato perderà infatti sei posizioni in griglia, quattro invece quelle che dovrà scontare Caso. Anche nel Trofeo Pirelli Am c’è una graduatoria dettata dalla classifica e una classifica virtuale. Il britannico Sam Smeeth (Stratstone Ferrari), comanda infatti con 32 punti ma non sarà della partita al Mugello. Il leader virtuale è dunque il giovane argentino Ezequiel Perez Companc (Motor Piacenza) che con 31 punti vanta otto lunghezze di margine sull’italiano Giacomo Stratta (Forza Service), vincitore di gara 1 ma eliminato nella seconda prova. Terzo virtuale è lo slovacco Tomas Kukucka (Scuderia Praha – Dino&Co). Perez Companc partirà con quattro posizioni di penalità sulla griglia.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Ferrari
Articolo di tipo Ultime notizie