Mugello, Gara 2: vince Baron, Chukanov è campione

Mugello, Gara 2: vince Baron, Chukanov è campione

Mancinelli tenta un attacco all'ultimo giro sull'ucraino e vine penalizzato, perdendo il titolo

Philippe Baron (Octane 126) vince l'ultima gara del Ferrari Challenge al Mugello nel corso delle Finali Mondiali, ma il titolo va a Sergey Chukanov che diventa il ventunesimo campione del monomarca del Cavallino. Il pilota del team Ukraine si è laureato campione anche se ha finito la gara nella sabbia, dopo un contatto all'ultimo giro con Daniel Mancinelli. Il marchigiano del team Motor/Piacenza, dopo la safety car frutto dell'incidente doppio che ha visto l'inglese Sam Smeeth e Robert Pergl sbattere violentemente contro le barriere all'uscita della Luco - Poggio Secco, è andato all'attacco all'interno della 458 del biondo dell'Est alla staccata della San Donato. L'italiano ha ritardato la frenata in una zona bagnata, mentre Sergey Chukanov ha chiuso la sua traiettoria: l'italiano ha colpito l'ucraino nella parte posteriore della sua 458, segno che in staccata non era più affiancato all'avversario e, soprattutto, lo è stato condannato da una ripresa tv che lo ritraeva mentre correggeva lo sterzo a sinistra per cercare il contatto, anzichè nella direzione della curva. Daniel Mancinelli, dunque, ha tagliato il traguardo nel ruolo di campione 2013, ma non è tardato molto il provvedimento dei commissari sportivi che lo ha punito con una penalità di 25 secondi che lo ha fatto retrocedere al 13. posto della classifica. La gara è stata ricca di colpi di scena con Stefano Gai che è scattato dalla pole con la macchina completamente ricostruita dopo il brutto incidente di ieri, ma è stato l'austriaco Philipp Baron (Octane 126) a battagliare con Sergey Chukanov prima di prendere il largo in una gara che ha meritato. Al secondo posto si è arrampicato Max Blancardi: il pilota ligure del team Motor/Malucelli è stato autore di una bellissima rimonta dall'ottava posizione in griglia, ma ancora più eclatante è stata l'azione di Giacomo Stratta ottimo terzo dopo essere scattato dalla settima fila di partenza. Molto positiva anche la prestazione di Alexander Martin quarto con la 458 del team Stratstone Ferrari. L'inglese ha preceduto il vincitore della classifica asiatica Pasin Lathours quinto assoluto e capace di stare davanti ai nostri Dario Caso (CDP) e Stefano Gai (Rossocorsa).

Finali Mondiali, Mugello, Trofeo Pirelli Gara 2

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Ferrari
Articolo di tipo Ultime notizie