Di Amato: "Una stagione davvero indimenticabile"

Il portacolori della Motor Piacenza si è laureato campione nel Ferrari Challenge Europa

Di Amato:

E’ finita nel modo migliore la stagione agonistica 2014 del giovane pilota romano della scuderia Best Lap Daniele Di Amato, impegnato nel Ferrari Challenge Europe. Grazie infatti a due ottimi podi ottenuti in entrambe le manche di gara dell’ultimo appuntamento stagionale disputatosi sul magnifico circuito di di Yas Marina ad Abu Dhabi, il pilota della Motor Piacenza ha conquistato (già dopo Gara 1) i punti necessari a garantirsi la matematica certezza della vittoria assoluta in campionato.

Nella apertissima lotta per la leadership in campionato con Dario Caso, il giovane romano, dopo aver fatto segnare il terzo tempo nella Q1 diventato poi nono a seguito delle penalità imposte dal regolamento in virtù dei risultati ottenuti a Istanbul, riusciva ad avere la meglio sull’avversario grazie ad una condotta di gara molto accorta ma al tempo stesso aggressiva, che veniva ulteriormente facilitata dal ritiro del rivale Caso avvenuto già nei primi giri di gara a seguito di un contatto di gara con un avversario.

Grazie dunque ad un ottimo terzo posto sotto la bandiera a scacchi, Di Amato conquistava così la matematica certezza, con una manche di anticipo, della conquista del titolo europeo del Ferrari Challenge. Con uno spirito dunque molto più rilassato, Di Amato prendeva il via della seconda manche mantenendo la stessa piena convinzione di poter ben figurare anche nella seconda manche, avendo però ben presente di non dover rischiare di compromettere la partecipazione alla Finale Mondiale, in programma l’indomani, a causa di un incidente di gara. Con caparbietà ma anche con molto acume tattico dunque, il giovane alfiere della Best Lap riusciva infatti a conquistare, anche in Gara 2, la terza piazza del Trofeo Pirelli andando così a chiudere la stagione con un doppio podio che confermava tutta la velocità e la maturità sportiva raggiunta dal pilota romano.

Smaltito l’entusiasmo per il meritato titolo europeo conquistato, Daniele Di Amato raccoglieva subito tutte le forze fisiche e mentali per affrontare al meglio la gara che vale una stagione intera: la Finale Mondiale. Scattato dalla terza fila (quinto tempo assoluto, ndr) Di Amato manteneva nelle prime fasi di gara il passo del gruppetto di testa composto dagli agguerriti Caso, Baron, Bertuzzi, Blancardi e Martin. Proprio i molti giri persi alle spalle di Caso, visibilmente più lento, compromettevano la possibilità a Di Amato di poter attaccare nelle battute finali il leader Blancardi che riusciva a conquistare il titolo iridato anche grazie al ritiro dell’austriaco Baron e al drive trough comminato al rientrante Bertuzzi. Per Di Amato dunque un secondo posto finale che vale una quasi iride.

Con le Finali Mondiali di Yas Marina si chiude dunque una stagione all’insegna del prestigio per il giovane talento della Best Lap capace, già al primo anno di partecipazione al monomarca Ferrari come unica guida, di conquistare un importante titolo che ora lo proietta verso ulteriori importanti esperienze nel panorama GT.

Daniele Di Amato: "E’ stata davvero una stagione indimenticabile, vissuta sempre al 100% della concentrazione. Fin dall’inizio il nostro obiettivo era uno solo: vincere il titolo europeo. Conquistarlo però è stato tutt’altro che cosa facile e devo davvero ringraziare tutto lo staff della Motor Piacenza e Amato Ferrari per questa grandissima soddisfazione raccolta insieme. Un sentito ringrazimento va anche a mio padre, con il quale ho condiviso le prime esperienze nel Challenge, con lo staff della scuderia Best Lap e con tutti i miei sponsor accorsi numerosi a darmi il loro sostengo anche in questo appuntamento finale di YAS Marina. Adesso mi godo la vittoria, ma penso già al futuro e ai miei prossimi obiettivi sportivi".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Ferrari
Piloti Daniele di Amato
Articolo di tipo Ultime notizie