Bis a Budapest per Grossmann e Nelson, festa Hladik

Bis a Budapest per Grossmann e Nelson, festa Hladik

Seconda giornata con grande spettacolo per il Ferrari Challenge Europe all'Hungaroring. 15.000 persone presenti

Seconda giornata ricca di spettacolo ed emozioni a Budapest per il terzo round del Ferrari Challenge Europe che ha garantito il consueto divertimento alle 15mila persone accorse all’Hungaroring nonostante la minaccia di pioggia che il cielo 

Trofeo Pirelli. Il Trofeo Pirelli ha offerto una Gara-2 di altissimo livello: al via il poleman Bjorn Grossmann (Octane 126) è riuscito a tenere la prima posizione dopo una bella lotta ruota a ruota con Babalus (Autoropa) che è stato costretto, alla prima curva, a dare strada anche al belga Florian Merckx (Baron Service), fresco di autografo sul casco da parte di Sebastian Vettel, ospite d’onore dei Ferrari Racing Days di Budapest. Grossmann si è rapidamente avvantaggiato, dimostrandosi imbattibile sulla pista dell’Hungaroring. Dietro invece è iniziata la battaglia tra Babalus e Merckx che è durata alcuni giri, prima che il leader di campionato incappasse in un problema che gli ha fatto perdere diverse posizioni. La vittoria è andata a Grossmann davanti a Merckx e al russo Victor Shaytar (AF Corse), fresco vincitore della 24 ore di Le Mans. Con questo risultato Grossmann passa al comando del

Pirelli Am. Nel Trofeo Pirelli Am a partire in pole position è stato Alexis De Bernardi (Kessel Racing) che però è stato quasi subito sorpassato dallo svedese Martin Nelson (Autoropa) che ha così bissato la vittoria di Gara-1 al pari di Grossmann nel Trofeo Pirelli Pro. Il lussemburghese del Kessel Racing è stato comunque molto abile a difendere la seconda posizione dagli attacchi dello svizzero del Foitek Racing, Nicolas Sturzinger, già protagonista in Gara-1 e autore di una corsa molto aggressiva. Poco brillante la gara di Alessandro Vezzoni(Rossocorsa-Pellin Racing) che è stato così superato da Nelson al comando del campionato.

Coppa Shell. La Coppa Shell ha riservato ancora più emozioni. Innanzitutto per le condizioni meteo: si è infatti messo a piovere proprio quando le vetture uscivano dal garage per andarsi a schierare e così quasi tutti i piloti hanno optato per montare gomme rain. Subito dopo il via la pioggia è calata di intensità e così Thomas Loefflad (StileF Squadra Corse), autore della pole position, ha optato per il cambio gomme. In testa si è trovato così Vladimir Hladik (Scuderia Praha), partito con le slick. Il ritmo del tedesco, dal fondo, e la pista in continuo miglioramento hanno spinto progressivamente i piloti a cambiare le gomme. Vladimir Hladik è riuscito a tagliare per primo il traguardo precedendo Tommy Lindroth (Baron Service), a sua volta partito con le slick, e Loefflad. Quarto posto per Gautham Singhania. La vittoria nella Coppa Gentlemen è invece andata a Fons Scheltema (Kessel Racing) davanti ad Holger Lange (Foitek Racing) e a Kriton Lendounis (AF Corse). In classifica Jacques Duyver (sesto) rimane leader con 20 punti di margine su Loefflad. Prossimo appuntamento fra un mese, peri Ferrari Racing Days del Paul Ricard.

Ferrari Challenge (Coppa Shell) - Hungaroring - Gara 2

Ferrari Challenge (Trofeo Pirelli) - Hungaroring - Gara 2

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Ferrari
Articolo di tipo Ultime notizie