Ramos con autorità

Ramos con autorità

Il pilota della Bvm resiste ai ripetuti assalti di Mancinelli

Al termine di una gara 2 ancora una volta spettacolare e ricca di sorpassi, il secondo round stagionale del Campionato Italiano Formula 3, corsosi per l’occasione sul circuito di Hockenheim, si chiude nel segno di Cesar Ramos. Dopo aver visto annullarsi al primo giro le chance di vittoria del finlandese Jesse Krohn (RP Motorsport) e del belga Frederic Vervisch (RC Motorsport) partiti dalla prima fila, ma subito ai ferri corti, il pilota brasiliano portacolori del BVM-Target non ha più abbandonato al testa della gara riuscendo a contenere nella sua scia Daniel Mancinelli (Team Ghinzani), ora nuovo leader di campionato. Alle loro spalle, già dal convulso primo giro, Samuele Buttarelli (Prema Powerteam) e lo statunitense Matt Lee (Alan Racing), mentre lo svizzero Christopher Zanella (JD Motorsport) si aggiudica la spettacolare lotta per la quinta posizione davanti a Krohn e Giacomo Barri (Ombra Racing), primo degli Esordienti, mentre Andrea Caldarelli (Prema Powerteam) scivola al secondo posto in campionato dopo essere stato costretto al ritiro per i danni subiti nel tentativo di attacco su Vervisch. Ottavo posto per Kevin Giovesi (JD Motorsport) davanti ad Alberto Cerqui (Ombra Racing) ed il canadese Tyler Dueck (BVM-Target) in rimonta dalla 20esima posizione in griglia nella gara di debutto in categoria. La cronaca. Gara 2 si avvia con un ulteriore giro di ricognizione a causa del recupero della vettura di Martins rimasta ferma sullo schieramento e la durata viene così ridotta di due minuti fissandosi a 26 minuti + 1 giro. Allo start Krohn riesce a difendere il primato su Vervisch e Ramos, ma già alla curva 3 arriva il primo colpo di scena con il lungo di Vervisch e Krohn in staccata. A farne le spese sono Liberati, Campana e Chaves, mentre Vervisch passa quinto e Krohn riprende 12esimo. A portarsi in testa è così Ramos davanti a Mancinelli, Buttarelli, Lee ed il gruppo capeggiato da Vervisch, Zanella e Richelmi. Al secondo giro Caldarelli supera Giovesi per l’ottava posizione, mentre Mancinelli prova ad avvicinare il battistrada e Krohn tenta l’attacco su Giovesi. Vervisch, Zanella, Richelmi e Caldarelli sono ai ferri corti per il quinto posto, ma a farne le spese è il monegasco che al quarto giro finisce in testacoda e si insabbia nel tentativo di attacco sullo svizzero della JD motorsport. In testa alla gara, Ramos precede Mancinelli di stretta misura, mentre Buttarelli e Lee seguono staccati in terza e quarta posizione. Le emozioni sono comunque alle loro spalle. Al settimo giro Zanella riesce a superare Vervisch per la quinta posizione ed a provarci è anche Caldarelli che vede avvicinarsi Di Sabatino. La lotta diventa così a tre, ma sono scintille con Caldarelli che prova l’attacco, ma finisce per toccare la monoposto del belga danneggiando la sospensione e fermandosi ai box. Vervisch conserva il sesto posto, Di Sabatino passa così settimo, ma alle sue spalle incalzano Krohn, Barri e Giovesi, decimo. Al decimo giro Krohn riesce ad infilare Di Sabatino sostituendosi così nella scia di Vervisch che alla tornata seguente deve poi cedere la sesta posizione all’attacco esterno sferratogli dal finlandese. A crederci è ora Di Sabatino, ma il suo attacco al Motodrom è fuori misura finendo col spedire nella sabbia il pilota belga. Gli ultimi giri sono con il fiato sospeso nella lotta in testa alla gara dove Ramos non riesce a liberarsi di Mancinelli che dal canto suo fino alla bandiera a scacchi non trova lo spunto per un attacco. Al termine di una gara regolare, e risolta nelle prime battute, Buttarelli conquista Il terzo gradino del podio davanti a Lee ed a seguire Zanella, Krohn, Barri, Giovesi e Cerqui, mentre Di Sabatino, settimo al traguardo, retrocede 14esimo d’ufficio per la penalizzazione di 30 secondi inflittagli per il contatto con Vervisch. LA CLASSIFICA DI GARA 2 1) Cesar Ramos (BVM-Target), 18 giri in 29’04.776 a 169,876 km/h; 2) Mancinelli (Team Ghinzani) a 0.644; 3) Buttarelli (Prema Powerteam) a 2.855; 4) Lee (Mygale M10 FPT - Alan Racing) a 14.127; 5) Zanella (Mygale M10 FPT - JD Motorsport) a 22.750; 6) Krohn (RP Motorsport) a 27.855; 7) Barri (Ombra Racing) a 37.836; 8) Giovesi (Mygale M10 FPT - JD Motorsport) a 39.575; 9) Cerqui (Ombra Racing) a 43.556; 10) Dueck (BVM-Target) a 44.533. Giro Veloce N. 6 Cesar Ramos in 1'36.154 a 171,250 Km/h. (Tutti gli altri su Dallara F309 – Fpt Racing). Verificati: 29. Partenti: 28. ACI-CSAI CAMPIONATO ITALIANO FORMULA 3 Classifica Piloti. 1) Mancinelli (TeamGhinzani), 38; 2) Caldarelli (Prema Powerteam), 36; 3) Ramos (BVM-Target), 35; 4) Zanella (JD Motorsport), 32; 5) Richelmi (Lucidi Motors), 31; 6) Dillmann (Scuderia Victoria), 22; 7) Krohn (RP Motorsport), 20; 8) Campana (Lucidi Motors), 15; 9) Buttarelli (Prema Powerteam), 13; 10) Giovesi (BVM-Target – JD Motorsport), 12; 10) Lee (Alan Racing), 12. Classifica Esordienti. 1) Giovesi, 59; 2) Chaves, 44; 3) Raimondo (Lucidi Motors), 41; 4) Cerqui (Ombra Racing), 25; 5) Cerqui (Ombra Racing), 21.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati F3
Piloti Cesar Ramos
Articolo di tipo Ultime notizie