Schirò emozionato per il primo titolo della carriera

Schirò emozionato per il primo titolo della carriera

Il pilota italiano ha scavalcato il compagno Raimondo proprio all'ultima gara

Niccolò Schirò ce l’ha fatta. Il diciottenne di Lainate ha conquistato, nell’ultimo round della stagione European Formula 3 Open andato in scena a Barcellona, il titolo di campione, strappandolo dalle mani del compagno di squadra Gianmarco Raimondo, che sin da inizio anno era accreditato come favorito per il successo finale. Una vittoria sofferta, perché arrivata solo sotto la bandiera a scacchi di gara-2, al termine di una stagione in rimonta dopo un difficile avvio con un ritiro per incidente a Portimao. Niccolò sin dai test del giovedì e nelle prove libere del venerdì aveva dimostrato di avere un buon ritmo, ma solo con la qualifica di sabato mattina è arrivata la conferma del potenziale del portacolori di RP. Con il crono di 1’42”223 Niccolò ha infatti ottenuto il punto addizionale per la pole position, avvicinandosi a quattro lunghezze dal rivale canadese. In gara-1 Schirò non ha preso rischi alla prima curva facendosi sopravanzare da Regalia, che poi ha vinto la corsa. Grazie al secondo posto, l’italiano si era portato ad un solo punto dal rivale nordamericano prima dell’ultimo round. In qualifica-2 Raimondo aveva preceduto Schirò di un decimo in griglia, entrambi appaiati in terza fila. Al via la pioggia ha iniziato a cadere sulla pista di Montmelò, rendendo viscido l’asfalto. Alla prima curva Raimondo ha colpito la vettura dell’italiano, ma ha avuto la peggio finendo in testacoda, con Niccolò che ha continuato ma è costretto a tornare ai box per montare pneumatici da bagnato dato che le slick non fornivano più aderenza. Grande confusione con la direzione gara che ha mandato poi in pista la safety-car per accorpare le vetture. Al restart Niccolò è quattordicesimo, fuori dai punti, ma davanti al diretto avversario. Con caparbietà e determinazione Schirò ha recuperato ben dieci posizioni sino al quarto posto finale. Con il titolo in tasca data la debacle del diretto concorrente, Niccolò ha dovuto fare i conti con l’ultima prova di questo 2012. Raimondo aveva infatti lasciato la vettura ferma in mezzo alla traiettoria, rendendo così inevitabile l’impatto per Niccolò, giunto comunque quarto su tre ruote ed esultante davanti ai suoi meccanici ed ai fan giunti numerosi dall’Italia. Niccolò Schirò: "Sono davvero molto emozionato. Ho vinto il primo titolo della mia carriera e ancora faccio fatica a rendermi conto di quanto sia successo intorno a me negli ultimi tempi. Quattro mesi fa ho festeggiato la mia prima vittoria che mi aveva rilanciato nella lotta per il campionato, ma poi l’incidente di questa estate sembrava aver vanificato tutto. Ho avuto paura di non poter tornare più a correre, ma invece da allora ho trovato una grande forza dentro di me che ha reso possibile tutto ciò. Per tutto il week-end sono stato afono e coi postumi dell’influenza presa ad inizio settimana che certo non mi hanno facilitato. Devo ringraziare la mia squadra all’interno di RP Motorsport per il supporto tecnico datomi durante questa stagione, e soprattutto i miei sponsor per aver reso possibile tutto questo. I fatti hanno dimostrato che a vincere è stato il miglior pilota in pista, il più veloce ed il più combattivo e adesso penserò a godermi il test premio con la World Series".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati F3
Piloti Niccolò Schiro
Articolo di tipo Ultime notizie