Marciello: “Sogno di affiancare Alonso in Ferrari!”

Marciello: “Sogno di affiancare Alonso in Ferrari!”

A Lugano il giovane dell’FDA ha presentato alla stampa i programmi per il 2012

Nella Svizzera amante dei motori il nome Kessel è ormai un’istituzione e riporta alla memoria l’indimenticato Loris, pilota automobilistico approdato in Formula 1 sul finire degli anni settanta, scomparso prematuramente nel 2010. Oggi è il figlio Ronnie a tenere alto il nome Kessel, da sempre legato alle vetture del Cavallino Rampante, negli autodromi di tutto il mondo. Proprio per questo motivo Raffaele Marciello e l’entourage del Ferrari Driver Academy, guidato da Luca Baldisserri, hanno scelto il salone della Kessel Racing di Lugano per presentare la stagione 2012. Compirà 18 anni il prossimo dicembre, ma il pilota italo-svizzero si è già posto come una tra le più invitanti promesse nel panorama dell’automobilismo internazionale. Raffaele Marciello da tre anni fa parte del programma giovani della Ferrari e, se continua a mostrare la grinta e la tenacia che fino ad ora lo hanno contraddistinto, in altrettanti anni potremmo vederlo alla guida di una Rossa in Formula 1. La mancanza di piloti italiani nella massima serie è ormai una realtà che bisogna accettare, ma il lavoro del Ferrari Driver Academy, che in Giancarlo Minardi ha trovato un valido supporto, presto potrebbe riportare in Formula 1 il drappo tricolore. Il secondo posto conquistato in Malesia da Sergio Perez, anch’egli parte dell’FDA, ha galvanizzato gli uomini in rosso e ora Lello spera di poter ripercorrere la stessa strada. Nel 2012, dopo aver preso parte nello scorso inverno alla Toyota Racing Series, Marciello sarà al via della Formula 3 Euro Series con i colori del Prema Powerteam. Il terzo posto assoluto colto al debutto nella Formula 3 Italiana nella scorsa stagione ha convinto Luca Baldisserri e Angelo Rosin, team principal del team vicentino, a promuoverlo nella serie internazionale. Ora, come durante la cerimonia ha ribadito Giancarlo Minardi (uno che di giovani se ne intende…), sta solo a lui dimostrare quanto vale e quanto imparato in pista e nella factory di Maranello! Lello, che impressione hai avuto dai test effettuati con la nuova Dallara-Mercedes?I test sono andati molto bene, sono riuscito a stare sempre tra i primi 3 e questo è stato molto importante, anche perché la macchina per me era completamente nuova. Inoltre c’era l’incognita delle gomme, era fondamentale capire come funzionassero per ottenere il massimo dal set-up della vettura. A Misano ho anche provato a girare con tre ruote, ma abbiamo capito che non era la giusta soluzione per abbassare i riferimenti (ride riferendosi alla gomma anteriore persa durante lo shakedown di Misano NdR)”. Quale sarà il tuo punto di forza e dove, invece, credi di dover migliorare?Guardando al campionato del 2011 posso dire che devo migliorare in Gara 2 e cercare di essere subito competitivo anche lì. Nella Formula 3 Italiana disputata l’anno scorso ho avuto grandi soddisfazioni dalla prima manche in vari appuntamenti, ma spesso Gara 2 è andata male. Ho lavorato molto su questo aspetto e sono sicuro che presto ci saranno i risultati sperati”. In squadra con te ci saranno Daniel Juncadella, ormai veterano della serie, e Michael Lewis. Chi temi di più?Daniel è un pilota consistente che nella Formula 3 Euro Series ha tanta esperienza, è al suo terzo anno. Michael l’ho già avuto in squadra la scorsa stagione, lo conosco e conosco il suo modo di lavorare. Ad esser sincero non posso parlare di timore, anche perché i test hanno dimostrato che posso fare meglio di loro, tutto sta a concretizzare queste potenzialità in qualifica ed in gara”. Sergio Perez, dopo la gara in Malesia, sembra aver scritto una pagina importante del suo futuro in Rosso. Sarà il sostituto di Felipe Massa?La Ferrari da molti anni ha un pilota sudamericano in squadra, gancio di traino per il mercato nell’America Latina. La gara della Malesia ha sicuramente cambiato la sua carriera e se continua a far bene sono certo che presto potrebbe salire sulla Ferrari”. Magari lo affiancherai…Sarebbe un sogno, quello a cui, insieme alla Ferrari, sto lavorando. E ancor più bello sarebbe poter far coppia con Fernando Alonso”.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati F3
Piloti Raffaele Marciello
Articolo di tipo Ultime notizie