Cesar Ramos il più veloce di tutti sull'umido

Cesar Ramos il più veloce di tutti sull'umido

La pisa era inizialmente bagnata, poi si è asciugata progressivamente

Al termine di una contesa risoltasi solo nell’ultimo passaggio salutato dalla bandiera a scacchi è il leader del campionato, il brasiliano Cesar Ramos (BVM-Target), a conquistare la pole position con il tempo di 1’30"631, a 162,747 km/h di media, sull’anconetano Daniel Mancinelli (Team Ghinzani), il monegasco Stephane Richelmi (Lucidi Motors) ed il pescarese Andrea Caldarelli (Prema Powerteam), tutti raccolti in soli tre decimi di secondo e tutti attivissimi attori del poker attualmente in testa al campionato in 12 punti. Il turno di qualifica si avvia in condizioni di “Wet Race” dichiarata in ragione della pista a tratti ancora bagnata per le piogge della notte. Le prime tornate sono così di studio delle condizioni dell’asfalto che però riserva insidie e costringe ad un repentina bandiera rossa quando sono trascorsi appena 5 minuti. Con il trascorrere dei giri, anche grazie ad un sole che riappare subito caldo, la pista inizia progressivamente ad asciugarsi ed i tempi iniziano ad avvicinarsi ai riscontri cronometrici delle libere del venerdì. Le insidie, però, non mancano ed a farne le spese sono gli statunitensi Barrett Mertins e Matt Lee che finiscono entrambi nella sabbia del Semaforo. Alla metà di sessione è Ramos a guidare il lotto con il tempo di 1’31.487, di stretta misura su Mancinelli, Chaves, Caldarelli, Buttarelli, Krohn, Zanella e Marroc, tutti racchiusi in un solo secondo. Al rientro in pista dopo aver istallato il secondo set di gomme inizia invece la sfida definitiva per la pole position con gli ultimi sette minuti incandescenti. Il primo a svettare nella classifica dei tempi è Campana che ferma i cronometri sul tempo di 1’31.021, per poi essere scavalcato da Mancinelli con 1’30.927. Poco dopo è la volta di Caldarelli e Ramos che sperano di ipotecare la prima fila di gara 1 con il tempo quasi identico di 1’30.786 e 1’30.789. A turbare i piani ci pensa Mancinelli che sigla il tempo di 1’30.513, mentre Ramos scavalca Caldarelli per la seconda posizione con 1’30.581, poi imitato da Richelmi in 1’30.627. Gli ultimi giri cronometrati di Ramos e Mancinelli chiudono il duello per la pole position. Al penultimo passaggio il brasiliano sembra aver agguantato il primato con il tempo di 1’30.495, ma Mancinelli risponde in 1’30.388. La soddisfazione dell’anconetano dura però meno di 1 giro perché proprio sotto la bandiera a scacchi Ramos passa in 1’30.361 soffiando la pole position all’alfiere del team Ghinzani per meno di 3 centesimi di secondo. Alle loro spalle Richelmi, Caldarelli, Campana, Chaves, sulla prima delle Mygale, Liberati e Buttarelli chiudono il lotto delle prime otto posizioni raccolte in meno di 1 secondo, mentre Zanella è nono davanti a Marrocc e Raimondo. Una volta risalito sulla monoposto rientrata ai box con i mezzi di soccorso, Lee riesce a cogliere il tredicesimo tempo davanti al compagno di squadra in RC Motosport Francesco Castellacci ed a Kevin Ceccon (RP Motorsport) 15esimo a 1”5 dalla pole position.

F3 Italia - Vallelunga - Qualifiche

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati F3
Piloti Cesar Ramos
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag auto cinesi, produzione