Ghiotto dispiaciuto per il botto alla Sainte Devote

Ghiotto dispiaciuto per il botto alla Sainte Devote

"Montecarlo non ammette il minimo errore" ha detto Luca, che lo ha scoperto a sue spese

Il debutto di Luca Ghiotto sul tracciato cittadino del Principato di Monaco non è stato dei migliori. Nel turno libero della terza prova stagionale del campionato World Series Renault 3.5, in concomitanza con il Mondiale di Formula 1, il giovane rookie italiano dopo 11 giri ha commesso un errore alla curva Sainte Devote colpendo il rail. Un contatto che gli ha danneggiato irrimediabilmente il musetto e la sospensione anteriore sinistra. Si è conclusa così la giornata di Ghiotto a Montecarlo, un vero peccato perché il ritmo era molto interessante e l’ultima posizione in classifica non gli rende merito. Nel Principato, vi è un solo turno di prove libere dopo di che si passa direttamente in qualifica, solo una sessione, programmata per sabato mattina alle ore 9. Vi sarà anche una sola corsa, e non due come avviene abitualmente negli altri appuntamenti del campionato, che si svolgerà domenica alle ore 11 poco prima della disputa del Gran Premio di F.1. Luca Ghiotto: "Sono dispiaciuto per l’errore commesso e per non aver potuto fare un maggior numero di chilometri. Su qualsiasi altra pista, quel mio leggero lungo alla Sainte Devote si sarebbe risolto con un passaggio su un cordolo, qui ho colpito il rail. Montecarlo è così, non ammette il minimo errore, anche per questo è così affascinante, e ne ho pagato subito le conseguenze. Non nascondo che ho provato una certa emozione nel percorrere quei tratti della pista che ho sempre visto in televisione, in particolare il tunnel. Spero di rifarmi in qualifica, anzi, ne sono certo!"
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula V8 3.5
Piloti Luca Ghiotto
Articolo di tipo Ultime notizie