Un esordio da incubo per Samuele Buttarelli

Un esordio da incubo per Samuele Buttarelli

Il pilota italiano ha dovuto fare i conti con il comportamento anomalo della sua monoposto

Samuele Buttarelli ha esordito questo weekend nel campionato FIA Formula 2; l'unico italiano nella serie ha descritto il suo debutto come un "calvario". Vincitore di diverse gare in AutoGP, Buttarelli è passato alla F2 per il 2012 a pochi giorni dall'inizio del campionato a Silverstone. Descritto dai media internazionali "tra i piloti di più alto profilo in griglia", la giovanissima star italiana delle quattro ruote si è ritrovato autore di un weekend decisamente sfortunato a bordo della vettura numero 23. Le sessioni di prove libere di venerdì sono state caratterizzate da gravi problemi di setup che hanno portato Buttarelli nella parte bassa di classifica; dopo aver analizzato dati e onboard in dettaglio, Buttarelli ha cercato di risolvere i problemi della vettura ma è riuscito solamente ad ottenere un P15 nella prima qualifica a causa della perdita di un set di pneumatici nuovi (causato da un testacoda durante le FP2) e diverse bandiere gialle negli ultimi tentativi. La prima gara del 2012 si è rivelata un completo disastro per l'unico pilota italiano sulla griglia: dopo una buona partenza in cui Buttarelli ha rimontato fino all'undicesima posizione, una rottura meccanica al turbo del motore ha vanificato tutto constringendolo a rientrare ai box. Sistemato temporaneamente il problema al motore, è rientrato in pista con due giri di ritardo ma si è poi successivamente ritirato per evidenti noie meccaniche. "E' davvero un peccato, perché la Formula 2 era il mio obiettivo finale e naturalmente non mi aspettavo di dover lottare con la vettura per rimanere in pista" ha commentato Samuele. "Era letteralmente inguidabile. Le auto di Formula 2 sono sempre state piuttosto affidabili, avere un problema tecnico non è stato il miglior modo di iniziare quest'avventura". Le qualifiche domenicali sono iniziate con una nota leggermente positiva per l'italiano: rispetto al giorno precedente Buttarelli ha sentito una maggiore confidenza con il bilanciamento della vettura ed è riuscito a trovare quella velocità extra per guadagnare la dodicesima piazza in griglia, dopo essere stato quinto nel suo secondo tentativo. La monoposto numero 23 è però cambiata drammaticamente di nuovo durante la seconda gara. Sulla griglia di partenza è persino caduto qualche fiocco di neve prima del semaforo verde. Buttarelli ha nuovamente messo insieme un'altra buona partenza e ha continuato a combattere in mezzo la gruppo fino a quando la vettura è diventata di nuovo inguidabile, distruggendo gli pneumatici, perdendo ritmo e posizioni. L'esperto giovane pilota è stato quindi nuovamente costretto al ritiro per evitare danni più seri sulla vettura. "Non mi aspettavo sicuramente un weekend simile e torno a casa con 2 ritiri. Ho saltato i test pre stagione, ma è così ovvio che c'era qualcosa nella macchina che non andava e che non avrei potuto fare nulla per essere competitivo questo weekend".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati F2
Piloti Samuele Buttarelli
Articolo di tipo Ultime notizie