Wolff: "Quante ca...te! Non abbiamo influenzato Pirelli e FIA sulle gomme!"

condividi
commenti
Wolff: "Quante ca...te! Non abbiamo influenzato Pirelli e FIA sulle gomme!"
Di:
13 mag 2018, 08:15

Il direttore di Mercedes Motorsport è categorico: "Con il blister che si era visto nei test a temperature invernali le gomme non avrebbero finito la gara, per cui è stato giusta la scelta Pirelli. Nessun vantaggio, eravamo andati forte anche a marzo".

Toto Wolff, Direttore Esecutivo (Business), Mercedes AMG, Niki Lauda, Presidente non esecutivo, Mercedes AMG, Dr Dieter Zetsche, CEO, Mercedes Benz, e altre persone, festeggiano la conquista della prima fila da parte dei piloti del team
Valtteri Bottas, Mercedes-AMG F1, Toto Wolff, Mercedes AMG F1 Director of Motorsport
Toto Wolff, Direttore Esecutivo (Business), Mercedes AMG, e Niki Lauda, Presidente non esecutivo, Mercedes AMG
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, sale sulla sua monoposto
Il poleman Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 riceve il Pirelli Pole Position Award da Carlos Sainz
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W09

Quando ci sono novità in corsa sul fronte tecnico, è inevitabile che anche il minimo cambio di gerarchie venga imputato alla novità introdotta. Se le qualifiche del Gran Premio di Spagna si fossero concluse al termine della Q2, con due Ferrari davanti a tutti, le polemiche sugli pneumatici modificati portati a Montmelò dalla Pirelli non sarebbero mai sorte.

Invece in Q3 le due Mercedes si sono confermate davanti a tutti, e l’exploit dei ‘grigi’ ha gettato benzina sul fuoco, che se i margini sono stati molto ridotti. Ci sono le nuove Pirelli dietro la rinascita Mercedes?

"Una ca…ta - ha spiegato Toto Wolff - sciocchezze. Tutte le squadre hanno accusato problemi molto grandi nei test pre-campionato qui Barcellona. Red Bull, Ferrari, noi stessi, la McLaren l'ho vista personalmente. Le gomme non sarebbero durate in gara, considerando che quando eravamo qui a fine febbraio ed inizio marzo le temperature erano polari".

"È per questo motivo che Pirelli ha cambiato lo spessore del pneumatico, per prevenire i problemi di blister, ed ha risolto al meglio il problema visto che oggi non ci sono stati imprevisti”.

“Non ho idea da dove provenga questa voce secondo la quale avremmo influenzato Pirelli e la FIA per cambiare gli pneumatici – ha concluso Wolff - quando in passato non abbiamo avuto la performance desiderata ci siamo concentrati sul lavoro da fare sulla monoposto, ed è quello che abbiamo fatto".

"Poi ci sono anche venute incontro le temperature, visto che la temperatura della pista è stata più fredda del previsto, ma in generale su questo tracciato siamo sempre stati competitivi, come hanno confermato i riscontri dei test invernali”.

Nel paddock c’è però chi ricorda come (tra i top team) fosse proprio la Mercedes a soffrire maggiormente di problemi di blister, alimentando le polemiche, ma non ci sono dichiarazioni in merito arrivate dal box della Ferrari.

 

Articolo successivo
Pirelli, Isola: "Possibile una gara con uno o due pit stop"

Articolo precedente

Pirelli, Isola: "Possibile una gara con uno o due pit stop"

Articolo successivo

Toro Rosso, crash Hartley: spezzati gli attacchi fra motore e cambio

Toro Rosso, crash Hartley: spezzati gli attacchi fra motore e cambio
Carica i commenti
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie