Wolff: "Per Mercedes è come se iniziasse una nuova stagione"

condividi
commenti
Wolff: "Per Mercedes è come se iniziasse una nuova stagione"
Di:
27 ago 2019, 15:09

Il team principal austriaco rivela che a Brixworth il lavoro sui motori non si è mai fermato, mentre il personale di Brackley era in ferie: "I nostri colleghi hanno lavorato su prestazioni e affidabilià della power unit. Non possiamo abbassare la guardia perché tema la Ferrari a Spa e Monza".

Le simulazioni della Mercedes dicono la W10 dovrebbe essere competitiva anche a Spa-Francorchamps. La pista belga, almeno sulla carta, dovrebbe essere un terreno di caccia della Ferrari visto che la SF90 si esalta sui tracciati dove conta di più l’efficienza aerodinamica e, quindi, la ridotta resistenza all’avanzamento più del carico.

La squadra campione del mondo ha chiuso i battenti a Brackley, la sede della Stella dove si progettano e si realizzano le frecce d’argento, ma ha mantenuto nella piena operatività la struttura di Brixworth dove, invece, si studiano e realizzano le power unit.

I regolamenti sportivi di F1 impongono un periodo di ferie estive di due settimane consecutive che impediscono di lavorare sullo sviluppo delle monoposto, mentre non esistono vincoli per quanto riguarda i motori per cui lo staff del Mercedes High Performance Powertrains diretto da Andy Cowell ha continuato a lavorare regolarmente nel mese di agosto.

Toto Wolff prima di Spa-Francorchamps ha voluto sottolineare l’impegno dei motoristi nello sviluppare la power unit, mentre il personale di Brackley si godeva un meritato periodo di ferie per "ricaricare le batterie".

“I membri del team con sede a Brixworth hanno lavorato durante la pausa estiva per migliorare le prestazioni e l'affidabilità della nostra power unit. Abbiamo usato questi giorni relativamente tranquilli per fare un po' di lavoro in fabbrica”.

"È bello tornare dalle vacanze estive sapendo che parte della squadra stava ancora spingendo per cercare le prestazioni sul motore: siamo grati ai nostri colleghi che hanno continuato a lavorare mentre eravamo fuori ufficio".

A Brixworth erano in allestimento i motori Phase 3 che dovrebbero debuttare a Monza insieme a un nuovo carburante che dovrebbe garantire una decina di cavalli in più, ma alcuni miglioramenti che riguardano le parti non vincolate dai regolamenti sono stati trasferiti anche sui Phase 2 attuali.

Insomma la Mercedes affronta la seconda parte della stagione come se non avesse un grande vantaggio nelle due classifiche mondiali: Lewis Hamilton può gestire un vantaggio di 62 punti all’inseguimento del sesto titolo piloti, mentre il team della Stella tiene la Ferrari a 150 punti di distanza nel Costruttori.

Numeri che dovrebbero dare una grande tranquillità alle frecce d’argento, mentre Toto Wolff predica di non abbassare la guardia temendo proprio la Ferrari tanto a Spa che a Monza “…poiché i circuiti ad alta velocità si adatteranno alla loro monoposto più della nostra".

"Siamo in testa a entrambi i campionati, ma dobbiamo stare molto attenti – ha proseguito Wolff - negli ultimi anni abbiamo visto cambiare degli equilibri dopo la sosta estiva. Ed è per questo che ci avviciniamo alla seconda parte della stagione 2019, come se fosse l'inizio di un nuovo campionato per assicurarci di non lasciare spazio agli errori, continuando ad alzare il nostro tiro".

Volete un esempio? Per allestire un power unit nel 2014 serviva il lavoro di due persone per due settimane. I motori via via sono diventati sempre più potenti e complessi per cui il tempo si è dilatato a tre settimane. Per non modificare le tempistiche (la Mercedes fornisce anche Racing Point e Williams) da quest’anno ogni propulsore viene montato da tre specialisti…

Articolo successivo
Norris si mostra con un tutore alla gamba, ma sarà pronto per Spa

Articolo precedente

Norris si mostra con un tutore alla gamba, ma sarà pronto per Spa

Articolo successivo

F1: il GP di Spagna è confermato e si farà anche nel 2020

F1: il GP di Spagna è confermato e si farà anche nel 2020
Carica i commenti