Wolff: "Nel 2021 non saremo vicini ai tempi del 2020"

Toto Wolff, team principal della Mercedes, ritiene che non ci sia alcuna possibilità che le squadre di Formula 1 possano produrre vetture più veloci il prossimo anno con i previsti tagli di downforce.

Wolff: "Nel 2021 non saremo vicini ai tempi del 2020"

Nel tentativo di invertire i recenti incrementi di prestazioni delle monoposto, che stanno mettendo sempre più sotto pressione le gomme, sono state apportate una serie di modifiche al regolamento per il 2021.

Oltre alle modifiche ai diffusori ed ai condotti dei freni, la differenza fondamentale sarà una limitazione della zona del fondo della vettura davanti alla gomma posteriore.

Questo apporterà un drastico cambiamento sulla quantità del flusso d'aria che potrà essere sfruttata per contribuire ad aumentare la downforce.

Mentre molte squadre sperano di recuperare almeno in parte le loro perdite, Wolff ritiene che sarà praticamente impossibile che le vetture possano diventare ancora più veloci nel 2021.

"Non credo proprio", ha detto. "L'aerodinamica è stata ridotta notevolmente sul fondo e ci vorrà un po' di tempo per recupare".

"Siamo ancora a metà del nostro sviluppo per il prossimo anno, ma dubito che ci arriveremo presto. Da questo punto di vista, con le gomme che saranno anche un po' più dure, non credo che saremo vicini ai tempi sul giro che abbiamo visto quest'anno. Almeno nella prima metà dell'anno".

Leggi anche:

La Pirelli introdurrà delle gomme più robuste per il prossimo anno nel tentativo di prevenire il tipo di problemi che hanno portato a vedere qualche cedimento in questo stagione.

La nuova costruzione e le nuove mescole saranno più lente di quelle che le squadre hanno avuto a disposizione negli ultimi due anni, anche se Dave Robson, responsabile delle prestazioni del veicolo della Williams è convinto che anche su questo fronte ci sarà modo di migliorare.

"Sono sicuro che una volta che le avremo capite, avremo guardato bene i dati e l'interazione aerodinamica, potremo recuperare qualcosa in termini di tempi".

"Non credo che saranno un secondo più lente, ma neanche che riusciremo a recuperare tutto. Penso che si tratti di una gomma più lenta, ma non è irragionevole se garantisce più resistenza".

condividi
commenti
Ricciardo e la sua top 5 dei piloti di F1 2020
Articolo precedente

Ricciardo e la sua top 5 dei piloti di F1 2020

Articolo successivo

Pierre Gasly: storia della rinascita di un pilota

Pierre Gasly: storia della rinascita di un pilota
Carica i commenti