Wolff: "I ritiri potranno fare la differenza a fine stagione"

Secondo Toto Wolff in questo finale di stagione sarà fondamentale non accusare nessun ritiro. Max Verstappen e Lewis Hamilton non dovranno sbagliare nulla e dovranno sperare nell'affidabilità di Red Bull e Mercedes.

Wolff: "I ritiri potranno fare la differenza a fine stagione"

Quando al termine della stagione mancano soltanto sei gare la lotta iridata tra Max Verstappen e Lewis Hamilton è sempre più serrata.

A Sochi il sette volte campione del mondo, grazie alla conquista della centesima vittoria in carriera, è riuscito a tornare al vertice della classifica con soli 2 punti di vantaggio sull’olandese, autore di un grande recupero dal fondo della griglia fino al secondo gradino del podio grazie all’improvviso arrivo della pioggia nel finale.

Due settimane fa, in Turchia, Verstappen è riuscito a riprendere il comando della graduatoria in un weekend complicato. La Red Bull, infatti, non è riuscita ad esprimersi al meglio complice un livello di grip dell’asfalto che ha colto in contropiede la scuderia di Milton Keynes, ma Max è riuscito a massimizzare il risultato chiudendo al secondo posto mentre Lewis Hamilton, scattato dalla casella numero 11 a seguito della sostituzione dell’unità termica, non è riuscito a fare meglio della quinta piazza complice una gestione strategica non ottimale.

Max e Lewis arriveranno sul tracciato di Austin separati da soli sei punti in classifica e secondo Toto Wolff adesso sarà fondamentale evitare battute a vuoto che potrebbero rivelarsi decisive per la conquista del titolo.

“L’intera stagione è stata altalenante. Abbiamo perso molte opportunità quest’anno, ma sbagliamo insieme e vinciamo insieme”.

“In Turchia abbiamo preso una decisione che alla fine non si è rivelata corretta. Alla fine abbiamo perso otto punti dalla Red Bull a causa della penalità in griglia, mentre in Red Bull, in Russia, erano contenti per aver perso solo sette punti”.

“Sarà una lotta serrata fino al termine della stagione e i ritiri potranno fare una grande differenza nel risultato finale”.

L'incidente tra Lewis Hamilton, Mercedes W12 e Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B

L'incidente tra Lewis Hamilton, Mercedes W12 e Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B

Photo by: Jerry Andre / Motorsport Images

Analizzando il campionato si può notare come Verstappen abbia ottenuto ben tre ritiri contro l’unico di Hamilton. Max è stato costretto al ritiro a Baku, quando l’improvvisa esplosione della posteriore sinistra gli è costata una vittoria ormai certa, a Silverstone, quando è entrato in collisione alla Copse con Lewis Hamilton, ed a Monza, nell’ormai celebre disperato tentativo di resistere al pilota della Mercedes alla staccata della prima variante.

Hamilton, invece, ha accusato l’unico zero in classifica proprio in occasione del GP d’Italia quando si è visto piombare la Red Bull dell’olandese sulla testa.

Le ultime sei gare saranno una guerra di nervi e sia i due piloti che i due team dovranno svolgere un lavoro impeccabile per riuscire ad imporsi in una stagione estremamente tesa ed appassionante.

condividi
commenti
F1 Stories: 1982, un tris Made in USA
Articolo precedente

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA

Articolo successivo

Gasly: "I bump di Austin renderanno il weekend complicato"

Gasly: "I bump di Austin renderanno il weekend complicato"
Carica i commenti