Formula 1
G
GP del Portogallo
02 mag
Gara in
54 giorni
09 mag
Prossimo evento tra
57 giorni
G
GP del Canada
13 giu
Gara in
96 giorni
G
GP di Francia
24 giu
Prossimo evento tra
106 giorni
01 lug
Prossimo evento tra
113 giorni
G
GP di Gran Bretagna
15 lug
Prossimo evento tra
127 giorni
G
GP d'Ungheria
29 lug
Prossimo evento tra
141 giorni
G
GP del Belgio
26 ago
Prossimo evento tra
169 giorni
02 set
Prossimo evento tra
176 giorni
09 set
Prossimo evento tra
183 giorni
G
GP della Russia
23 set
Prossimo evento tra
197 giorni
G
GP di Singapore
30 set
Prossimo evento tra
204 giorni
G
GP del Giappone
07 ott
Prossimo evento tra
211 giorni
G
GP degli Stati Uniti
21 ott
Prossimo evento tra
225 giorni
G
GP del Messico
28 ott
Prossimo evento tra
232 giorni
G
GP dell'Arabia Saudita
03 dic
Prossimo evento tra
268 giorni
G
GP di Abu Dhabi
12 dic
Prossimo evento tra
277 giorni

Wolff: "Honda darà il massimo nel suo ultimo anno in F1"

Il manager austriaco non vuole sottovalutare la Red Bull per la prossima stagione e si è detto certo che la Honda, nonostante l'addio alla fine del 2021, darà tutto pur di fornire a Verstappen una chance di lottare per il titolo.

Wolff: "Honda darà il massimo nel suo ultimo anno in F1"

Tredici pole su tredici qualifiche, undici vittorie ed il settimo titolo costruttori consecutivo conquistato aritmeticamente quando al termine della stagione mancano ancora quattro appuntamenti.

Basterebbero questi numeri per far capire la superiorità schiacciante della Mercedes in questo 2020. La W11 passerà alla storia come una delle migliori monoposto mai viste sui circuiti di tutto il mondo, al pari della Ferrari F2004 e della McLaren MP4/4 del 1988, e sarà ricordata non solo per aver consentito a Lewis Hamilton di diventare il pilota più vincente in F1, ma anche come la vettura in grado di fargli eguagliare il record di 7 titoli iridati di Michael Schumacher.

Basterebbero questi numeri a far dormire sonni tranquilli a Toto Wolff anche in ottica 2021, ma il manager austriaco non vuole sottovalutare i suoi rivali ed in particolar modo la Red Bull.

Il team di Milton Keynes è l’unico, almeno con Max Verstappen, in grado di reggere il ritmo delle due frecce nere di Lewis Hamilton e Valtteri Bottas e lo stesso Toto, non senza un pizzico della sua consueta scaltrezza, ha ammesso come i recenti progressi della RB16 non siano da sottovalutare.

“Siamo sempre preoccupati. Guardando dall’esterno si può pensare che per noi sia stato tutto semplice vista la superiorità della nostra vettura ed il grande vantaggio sui rivali, ma raramente ci sono state più di tre vetture davanti”.

Wolff non si è mai nascosto quando si è trattato di elogiare il talento di Max Verstappen ed anche dopo il recente GP dell’Emilia Romagna, concluso per l’olandese con un ritiro quando si trovava in seconda posizione, il manager austriaco ha voluto evidenziare quanto Verstappen ci stia mettendo del suo per estrarre il massimo delle prestazioni da una vettura complicata da portare al limite.

“Max sta facendo un lavoro straordinario e probabilmente sta guidando meglio di quanto la sua vettura gli possa consentire. Ogni weekend è come un deja vu. Ci sono sempre gli stessi tre piloti al vertice e lui riesce a stare aggrappato con le dita alle Mercedes”.

Per la Red Bull, però, il futuro è incerto. La Honda, infatti, ha annunciato l’addio alla Formula 1 al termine della prossima stagione ed il team di Milton Keynes è alla ricerca di un costruttore che possa consentirgli di continuare a lottare per le posizioni di vertice.

Wolff, però, non crede che la Casa giapponese vorrà affrontare l’ultimo anno in Formula 1 da semplice comparsa e si è detto sicuro che nel 2021 sia la Honda che la Red Bull saranno i rivali principali per il titolo.

“Il prossimo anno sono certo che la Honda darà il massimo essendo la sua ultima stagione e tutti alla Red Bull saranno veramente motivati. Tutti, compreso Max”.

Informazioni aggiuntive di Jonathan Noble

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16, Charles Leclerc, Ferrari SF1000

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16, Charles Leclerc, Ferrari SF1000
1/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Scintille fuoriescono dal retrotreno della Red Bull Racing RB16 di Max Verstappen,

Scintille fuoriescono dal retrotreno della Red Bull Racing RB16 di Max Verstappen,
2/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
3/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
4/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
5/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
6/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
7/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
8/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16, e Alex Albon, Red Bull Racing RB16, torna nel garage

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16, e Alex Albon, Red Bull Racing RB16, torna nel garage
9/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
10/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
11/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
12/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
13/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16, Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16, Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
14/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
15/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16, Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16, Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
16/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16, Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11, Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.20, Charles Leclerc, Ferrari SF1000, Pierre Gasly, AlphaTauri AT01, e il resto del gruppo al giro di apertura

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16, Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11, Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.20, Charles Leclerc, Ferrari SF1000, Pierre Gasly, AlphaTauri AT01, e il resto del gruppo al giro di apertura
17/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing, sulla griglia di partenza

Max Verstappen, Red Bull Racing, sulla griglia di partenza
18/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11, Max Verstappen, Red Bull Racing RB16, Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11, e il resto del gruppo alla partenza

Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11, Max Verstappen, Red Bull Racing RB16, Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11, e il resto del gruppo alla partenza
19/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
20/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
21/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
22/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

condividi
commenti
Ricciardo vince il Motorsport.com Italian Trophy (Ghini)

Articolo precedente

Ricciardo vince il Motorsport.com Italian Trophy (Ghini)

Articolo successivo

F1: ecco l'esordio di Tsunoda a Imola con AlphaTauri

F1: ecco l'esordio di Tsunoda a Imola con AlphaTauri
Carica i commenti