Wolff: "Ferrari grande favorita, ma non dateci per spacciati!"

Il direttore di Mercedes Motorsport è realista: “Ho sempre detto che questa sarebbe stata una stagione dura, in particolare contro Ferrari e Red Bull". "Qui in Bahrain abbiamo una tradizione positiva, ma dobbiamo lavorare più del solito".

Wolff: "Ferrari grande favorita, ma non dateci per spacciati!"
Niki Lauda, Presidente non esecutivo Mercedes AMG F1 e Toto Wolff, Direttore del Motorsport Mercedes AMG F1
Chase Carey, Chairman, Formula Uno, parla con Toto Wolff, Direttore Esecutivo (Business), Mercedes AMG
Toto Wolff, Executive Director, Mercedes AMG, parla con i media
Christian Horner, Team Principal, Red Bull Racing, Toto Wolff, Direttore Esecutivo (Business), Mercedes AMG, e Maurizio Arrivabene, Team Principal, Ferrari, sul palco
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1
Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1

“Ho sempre detto fin dall'inizio che questa sarebbe stata una stagione per noi molto impegnativa, in particolare contro Ferrari e Red Bull. Sono sempre stato sincero, ed infatti su una pista come il Bahrain, con una superficie molto abrasiva e con temperature elevate, dobbiamo lottare con diversi problemi”. Toto Wolff analizza così il momento Mercedes, dopo la stizza mostrata ieri in qualifica davanti alla prima fila tutta Ferrari.

“Con le gomme soft andiamo bene – ha proseguito l'austriaco – però fatichiamo con la supersoft, che almeno nel giro singolo si surriscalda troppo, impedendoci di sfruttare il grip maggiore che dovrebbe garantire”.

Il discorso passa subito alle strategie di gara, ovvero all’arma che potrebbe consentire alle due Mercedes (ma soprattutto ad Hamilton) di riportarsi nelle posizioni sperate.
“La scelta tra una o due soste è ancora in dubbio - ha chiarito Wolff – perché i dati che abbiamo ricavato dalle simulazioni di gara non chiariscono del tutto cosa sia meglio. Credo che si valuterà cosa fare nelle prime fasi di gara, ma ci sono molte variabili che potrebbero influire sulla strategia”.

I 57 giri di gara saranno molto importanti per la Mercedes, non solo per i punti in palio, ma anche perché la squadra è a caccia di risposte.
“Negli ultimi anni su alcune piste particolari abbiamo avuto delle difficoltà, intendo Monaco, Budapest, Sepang e Singapore. Su queste piste anche quando avevamo a disposizione un pacchetto molto forte, abbiamo mostrato dei punti deboli".

"Qui in Bahrain la nostra tradizione è sempre stata molto positiva, ma spesso abbiamo però dovuto lavorare più del solito per trovare il giusto bilanciamento, ed è curioso che anche quest’anno il setup non sia stato semplice da mettere a posto. Comunque in gara tutto può cambiare, e alla fine questo è l’aspetto emozionante del nostro sport".

"Le Ferrari sono chiaramente le favorite, ma attenzione anche a Ricciardo e Valtteri. Mi aspetto anche la rimonta di Lewis, ma se la corsa sarà lineare, non sarà semplice andare a prendere Vettel e Raikkonen”.

condividi
commenti
Ferrari segreta: ecco perché la SF71H nuda è un vero capolavoro

Articolo precedente

Ferrari segreta: ecco perché la SF71H nuda è un vero capolavoro

Articolo successivo

GP del Bahrain: capolavoro di Vettel, scornate le due Mercedes!

GP del Bahrain: capolavoro di Vettel, scornate le due Mercedes!
Carica i commenti