Williams: il sogno è di prendere anche Ocon. Fra le alternative c'è Kubica

condividi
commenti
Williams: il sogno è di prendere anche Ocon. Fra le alternative c'è Kubica
Roberto Chinchero
Di: Roberto Chinchero
19 ott 2018, 09:42

Il team di Grove sta valutando l'apportunità di affiancare il francese all'altro pilota Mercedes, Russell, ma Esteban chiede un ingaggio anziché portare sponsor, per cui in pista per un posto restano Sirotkin e Kubica che avrebbe trovato una copertura economica polacca.

Lance Stroll, Williams Racing, con Esteban Ocon, Racing Point Force India
Williams FW41 bodywork
George Russell, Williams
Sergey Sirotkin, Williams FW41
Robert Kubica, Williams

Anche se manca ancora la conferma ufficiale di Lance Stroll, cosa che è scontata, la Force India con l'ufficializzazione di Sergio Perez (che affronterà con il team attuale la sua sesta stagione consecutiva) ha completato la line-up di piloti per il Mondiale 2019.

La Toro Rosso è invece sempre più orientata verso Alexander Albon, che tornerebbe così a vestire i colori della Red Bull sei anni dopo la bocciatura che lo estromise dal programma di Helmut Marko al termine del 2012, in seguito ad una fallimentare stagione in Formula Renault 2.0.

Le indiscrezioni raccolte nel paddock di Austin indicano una proposta arrivata ad Albon dalla Toro Rosso per le prime sei gare del 2019, poi se il rendimento del pilota inglese (con cittadinanza Thailandese) si confermerà all’altezza delle aspettative, arriverà la conferma per l’intero Mondiale. In panchina, se necessario, ci sarà Pascal Wehrlein.

Tutta l’attenzione di ciò che resta del mercato piloti è ora sulla seconda Williams, unica monoposto ancora disponibile dopo la chiusura dell’accordo del team inglese con George Russell. Il pilota britannico del vivaio Mercedes, contrariamente a quanto afferma la squadra, ha portato in dote al team un forte sconto sulla fornitura delle power unit e uno sponsor personale.

Al fianco di Russell la Williams vorrebbe Esteban Ocon, ma il pilota francese oltre a non godere di supporti finanziari, avrebbe anche avanzato la richiesta di un salario importante, che si sussurra sia di circa quattro milioni di euro. Forse un modo elegante per rispondere con un “no, grazie”, tra l’altro non incomprensibile, considerando che Ocon è reduce da due stagioni in Force India.

Essere oggi relegato alle ultime file con la Williams non è una prospettiva da urlo, ed Esteban non vede un’alternativa molto peggiore a una stagione come terzo pilota Mercedes.

La Williams è comunque a caccia di finanziatori, ed anche se la speranza del team è quella di poter provvedere autonomamente alla ricerca di supporti economici che possano compensare la partenza di Stroll e la perdita del title sponsor Martini, il tempo stringe e la necessità di firmare il secondo pilota è sempre più impellente.

Come detto il sogno è Ocon, mentre l’alternativa più concreta resta Sergey Sirotkin, ovviamente qualora il russo possa confermare i supporti economici garantiti nel 2018. In questo quadro il jolly potrebbe essere Robert Kubica, già inserito nel team e interessato ad accettare una chance per tornare in pista a tempo pieno. 

 
Articolo successivo
Arrivabene: "Lottiamo contro la Mercedes, non siamo una squadra allo sbando"

Articolo precedente

Arrivabene: "Lottiamo contro la Mercedes, non siamo una squadra allo sbando"

Articolo successivo

Ocon: "Leclerc con la Ferrari lotterà subito per il titolo mondiale"

Ocon: "Leclerc con la Ferrari lotterà subito per il titolo mondiale"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP degli USA
Sotto-evento Venerdì, prove libere 1
Location Circuito delle Americhe
Piloti Esteban Ocon
Team Williams
Autore Roberto Chinchero
Tipo di articolo Ultime notizie