Williams: il secondo pilota sarà ufficializzato solo a gennaio!

condividi
commenti
Williams: il secondo pilota sarà ufficializzato solo a gennaio!
Roberto Chinchero
Di: Roberto Chinchero
15 dic 2017, 16:22

Il team di Grove continua a procastinare l'annuncio del pilota che sarà chiamato ad affiancare Stroll sulla FW41: le certezze di Sergei Sirotkin sono in calo. Si apre la possibilità per un altro colpo di scena o è solo una questione di soldi?

Sergey Sirotkin, Williams
Sergey Sirotkin, Williams FW40
Nico Rosberg, Mercedes-Benz Ambassador and Paddy Lowe, Williams Shareholder and Technical Director
Robert Kubica, Williams FW40
Robert Kubica, Williams

Esattamente un anno fa la Williams richiamò Felipe Massa dopo poche settimane di… ‘pensione’, per colmare la partenza di Valtteri Bottas, dopo che il finlandese sotto l’albero natalizio trovò il volante Mercedes ex-Rosberg.

Dodici mesi dopo è ancora la Williams a tenere banco per assegnare l’ultimo volante per il prossimo Mondiale, ma questa volta senza effetti determinati da scelte esterne.

E’ rimbalzata oggi dall’Inghilterra la notizia che la squadra inglese attenderà il mese di Gennaio per annunciare il nome del pilota che affiancherà Lance Stroll nel Mondiale 2018, posticipando di almeno tre settimane la decisione che era prevista prima delle feste di Natale.

La vicenda incuriosisce non poco. Eravamo ancora in estate quando a Felipe Massa è stato comunicato che (alle condizioni poste dal pilota brasiliano) non ci sarebbe stato spazio per lui nel Mondiale 2018.

Proprio oggi Massa ha dichiarato che “...la squadra ha scelto un percorso economico per il secondo pilota”, ma in realtà è così anche per il primo sedile.

Il primo nome accreditato è stato quello di Paul Di Resta, poi è arrivata la candidatura di Robert Kubica. Dopo un test comparativo svoltosi sul circuito dell'Hungaroring con la monoposto 2014, Di Resta è stato accantonato, mentre il pilota polacco è stato convocato alle prove collettive di Abu Dhabi con la vettura 2017.

Storia finita? No. Mentre sembrava ormai cosa fatta per Kubica, alla vigilia delle prove di Abu Dhabi qualcosa è sembrato incepparsi: la squadra ha deciso di portare in pista anche Sergey Sirotkin e al termine dei test di Yas Marina è arrivata una decisa retromarcia nei confronti del pilota polacco.

I riscontri delle prove completate da Sirotkin sono stati buoni, ma allo stesso tempo diversi ingegneri del team si sono complimentati con Kubica per il lavoro svolto sulla monoposto e le indicazioni fornite alla squadra.

All’inizio di questa settimana si è arrivati a quella che è sembrata la svolta definitiva, con la scelta di Sirotkin. Il contratto del pilota russo coinvolge un importante sponsor, e per arrivare alla firma definitiva (e all’annuncio ufficiale) è probabile che serva più tempo, comprensibilmente necessario per definire i dettagli economici legati all’accordo.

Potrebbe cambiare ben poco, ma in Formula 1 è consigliabile battere il ferro finché è caldo, perché sul telefono di Paddy Lowe o Mike O’Driscoll potrebbe arrivare un’offerta alternativa in extremis.

La Williams, come da prassi, terrà pronto un piano ‘B’ (è circolato il nome di Kvyat e c’è ancora ad una parte del team che spinge ancora per Kubica) nella speranza che non siano le condizioni poste a Sirotkin a vacillare. In quel caso si potrebbe aprire un ulteriore capitolo in una vicenda già abbastanza complessa...

 

Prossimo articolo Formula 1
Marko: "Kvyat è migliore di Gasly e Hartley, ma ha perso competitività"

Previous article

Marko: "Kvyat è migliore di Gasly e Hartley, ma ha perso competitività"

Next article

Tutti con Wehrlein: anche Toto Wolff lo difende

Tutti con Wehrlein: anche Toto Wolff lo difende

Su questo articolo

Serie Formula 1
Piloti Robert Kubica , Sergey Sirotkin , Lance Stroll
Team Williams
Autore Roberto Chinchero
Tipo di articolo Ultime notizie