Williams: era il nuovo diffusore a creare i problemi di stallo patiti a Silverstone

condividi
commenti
Williams: era il nuovo diffusore a creare i problemi di stallo patiti a Silverstone
Edd Straw
Di: Edd Straw
22 lug 2018, 08:14

La Williams ha identicato i problemi di stallo aerodinamico patiti durante le qualifiche del GP di Gran Bretagna di due settimane fa, che pare fossero legati ai soffiaggi introdotti sul diffusore.

Sergey Sirotkin, Williams FW41
Sergey Sirotkin, Williams FW41
Sergey Sirotkin, Williams
Sergey Sirotkin, Williams FW41
Lance Stroll, Williams FW41
Lance Stroll, Williams
Vernice Flo-viz sulla monoposto di Lance Stroll, Williams FW41

Sia Lance Stroll che Sergey Sirotkin sono finiti fuori pista durante le qualifiche dopo aver patito dei problemi di stallo intermittenti, che spesso sono capitati in fase di chiusura del DRS.

Per la gara, dunque, la Williams è tornata ad utilizzare le vecchie specifiche del fondo e dell'ala posteriore, prendendo il via dalla pitlane con entrambe le vetture. Inoltre anche in questo fine settimana sta proseguendo senza la versione più evoluta del fondo.

"Il problema che abbiamo avuto a Silverstone è stato principalmente il risultato di alcune modifiche apportate al fondo nell'area del diffusore, alcuni soffiaggi" ha detto Lowe a Motorsport.com quando gli è stato domandato del problema.

"Stiamo lavorando in maniera molto aggressiva nel tentativo di migliorare le nostre prestazioni ed usiamo la giornata di venerdì per provare intensamente le novità".

"A Silverstone, abbiamo introdotto delle modifiche al diffusore che sembravano dare dei miglioramenti in curva, quindi abbiamo scelto di provare a portarle in gara, ma hanno avuto l'effetto collaterale di creare una situazione di stallo intermittente quando utilizzavamo il DRS".

"Si è trattato di un effetto collaterale completamente inatteso. Ora però lo abbiamo capito e quindi non stiamo più utilizzando questi pezzi".

"Non era un problema collegato all'ala posteriore, anche se non posso dire che sia del tutto così, visto che sono parti che lavorano insieme, ma la causa principale non era l'ala posteriore".

La Williams quindi si è presentata con un fondo differente al GP di Germania di questo fine settimana, ma ha introdotto una nuova ala anteriore che sembra aver dato riscontri positivi.

Questa è stata provata venerdì e portata ieri in qualifica, con Lowe che ha confermato che questa ha portato i risultati sperati alla vigilia.

Sirotkin è riuscito ad ottenere il 12esimo tempo in qualifica, miglior risultato per la Williams dopo l'11esimo posto in griglia di Lance Stroll nel GP di Azerbaijan dello scorso aprile.

"Va bene, sicuramente non abbiamo fatto un passo avanti enorme, ma la nuova ala ci ha dato qualcosa" ha detto Lowe.

"La cosa buona è che ha fatto esattamente ciò che ci aspettavamo, sia dal punto di vista dei dati che da quello dei commenti dei piloti".

"Questa quindi è una buona base da cui partire per introdurre ulteriori sviluppi".

"Certamente, oggi eravamo più competitivi rispetto a dove eravamo a Silverstone".

Articolo successivo
Rosberg: "Mi preoccupa il linguaggio del corpo di Hamilton visto nelle ultime gare"

Articolo precedente

Rosberg: "Mi preoccupa il linguaggio del corpo di Hamilton visto nelle ultime gare"

Articolo successivo

Hamilton prepara la rimonta, ma non considera che le Ferrari siano prendibili

Hamilton prepara la rimonta, ma non considera che le Ferrari siano prendibili
Carica i commenti