Wehrlein: "Mi sento pronto per un'eventuale chiamata nel 2017!"

Il pilota della Manor chiamato d'urgenza sulla Mercedes ambisce ad un posto da titolare nel team di Brackley. La W07 Hybrid è una macchina molto diversa da quella dello scorso anno: "E' stato fantastico lavorare ancora in questo box".

Wehrlein: "Mi sento pronto per un'eventuale chiamata nel 2017!"
Pascal Wehrlein, Mercedes AMG F1 Team W07
Pascal Wehrlein, Manor Racing
Pascal Wehrlein, Mercedes AMG F1 Team W07
Pascal Wehrlein, Mercedes AMG F1 Team W07
Pascal Wehrlein, Mercedes AMG F1 Team W07
Pascal Wehrlein, Manor Racing
Pascal Wehrlein, Manor and Ullrich Fritz, Team Principal Mercedes-AMG HWA
Pascal Wehrlein, Manor Racing

Pascal Wehrlein sente il profumo dell’opportunità della vita. Ufficialmente il pilota tedesco del vivaio Mercedes sta disputando il suo primo anno in Formula 1 nel team Manor, e di per se è già un’opportunità che hanno pochissimi piloti al mondo.

Ma l’appetito cresce, soprattutto quando il telefono squilla mentre si sta arrivando all’aeroporto di Barcellona per un dietrofront imprevisto: “Pascal, torna indietro. Domani devi girare”. E non con la Manor, ma con la monoposto più ambita del Mondiale: la W07 Hybrid.

Ma ad accrescere le speranze di Wehrlein c’è soprattutto una coppia che scoppia, ovviamente quella formata da  Hamilton-Rosberg. La chiamata in extremis di Wehrlein è stata motivata dalla Mercedes con la necessità di provare nuove componenti sulla monoposto, lavoro che si presta meglio ad un pilota che guida abitualmente una Formula 1.

Quindi giù Esteban Ocon, e dentro Pascal Wehrlein, imitando lo stile di Helmut Marko. Ma ovviamente la decisione Mercedes si è prestata a speculazioni: e se fosse un messaggio al tandem Rosberg-Hamilton in vista del 2017?

E quando è stato chiesto all’attuale pilota Manor se si sente pronto a rispondere ad un eventuale chiamata della Mercedes, la risposta è stata secca:
“Si, io mi sento pronto. E credo che lo sarei. Bisogna esserci sempre, non ci si può rilassare o fare un passo indietro. La mia speranza è quella di meritarmi una promozione il prossimo anno o nei prossimi anni, e sto facendo il meglio per meritare questa opportunità”.

Wehrlein non è entrato nei dettagli in merito alla sua convocazione in extremis:
“Non so molto. Credo che ieri la squadra non sia riuscita a completare il programma di test, e si è reso necessario avere a disposizione un pilota esperto. Così ieri sera ho ricevuto la chiamata ed sono tornato in pista. Abbiamo fatto il sedile ed oggi ho percorso 130 giri, riuscendo a completare il lavoro programmato. Mi sono davvero divertito”.

Pascal ha anche confermato che la W07 è un deciso passo avanti rispetto alla vettura dello scorso anno che aveva provato nel 2015:
“È trascorso del tempo da quando ho provato per l’ultima volta la Mercedes, ed è semplicemente fantastico essere di nuovo in questo box. La macchina è parecchio diversa rispetto alla precedente, e non avendo utilizzato molto il simulatore Mercedes in questa stagione, ho dovuto familiarizzare con un volante che è cambiato parecchio. Ma ho apprezzato molto questa opportunità, è stata una grande giornata”.

condividi
commenti
Verstappen: "Ho appreso alcune funzioni del volante computer"
Articolo precedente

Verstappen: "Ho appreso alcune funzioni del volante computer"

Articolo successivo

Test a Barcellona: la Ferrari torna davanti. Illusione o realtà?

Test a Barcellona: la Ferrari torna davanti. Illusione o realtà?
Carica i commenti