Webber critica il ritorno del Gp del Bahrein

Webber critica il ritorno del Gp del Bahrein

Secondo l'australiano c'erano delle questioni morali importanti da valutare

Cominciano ad arrivare le prime critiche relative alla decisione della FIA di reintegrare il Gp del Bahrein nel calendario del Mondiale di Formula 1. Il primo pilota che ha espresso le sue perplessità è Mark Webber, che però non sembra preoccupato dai problemi logistici creati dall'allungamento del Mondiale. Secondo l'australiano della Red Bull il problema è che la Formula 1 non ha preso una posizione dura riguardo alle violazioni dei diritti umani cui si è assistito in Bahrein negli ultimi mesi, in seguito alla rivolta interna al paese. "Secondo me la Formula 1 avrebbe dovuto prendere una posizione chiara fin dall'inizio dell'anno, quando il problema si è manifestato, senza continuare a rinviare ad oltranza la decisione finale" ha scritto Webber sul suo sito ufficiale. "Sarebbe stato lanciato un messaggio importante su qual'è la posizione della Formula 1 su questioni fondamentali come i diritti umani e come si comporta di fronte alle questioni morali. Posso capire che tutte le parti in causa hanno fatto il possibile per arrivare a questa decisione, ma non credo che questo fosse il momento giusto per tornare in Bahrein" ha concluso.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Mark Webber
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag formula 1