Formula 1
G
GP del Portogallo
02 mag
Gara in
19 giorni
09 mag
Prossimo evento tra
23 giorni
G
GP del Canada
13 giu
Gara in
61 giorni
G
GP di Francia
27 giu
Gara in
75 giorni
04 lug
Prossimo evento tra
79 giorni
G
GP di Gran Bretagna
18 lug
Gara in
96 giorni
G
GP d'Ungheria
01 ago
Gara in
110 giorni
G
GP del Belgio
29 ago
Gara in
138 giorni
05 set
Gara in
145 giorni
12 set
Gara in
152 giorni
G
GP della Russia
26 set
Gara in
166 giorni
G
GP di Singapore
03 ott
Prossimo evento tra
170 giorni
G
GP del Giappone
10 ott
Gara in
180 giorni
G
GP degli Stati Uniti
24 ott
Race in
194 giorni
G
GP del Messico
31 ott
Gara in
201 giorni
G
GP di Abu Dhabi
12 dic
Gara in
243 giorni

Volkswagen ha voglia di F1 e Red Bull potrebbe assecondarla

Il gruppo tedesco ha manifestato più volte la volontà di rientrare nei GP, ma negli ultimi dieci anni ogni tentativo è fallito. Helmut Marko a Servus Tv ha ammesso che c'è un interessamento, anche se per ora non c'è nulla. Un esponente di Porsche Motorsport ha partecipato alla F1 Commission per valutare le nuove regole 2025 sui motori che potrebbero attirare l'approdo di un marchio del Gruppo.

Volkswagen ha voglia di F1 e Red Bull potrebbe assecondarla

La storia di una partnership tra la Red Bull ed il gruppo Volkswagen, mirata ad un programma Formula 1, torna puntualmente alla ribalta da ormai un decennio. Mentre Sebastian Vettel vinceva titoli Mondiali a raffica con la motorizzazione Renault, nel paddock si commentavano le voci di un possibile accordo tra due gruppi con ottime relazioni, confermate anche dal supporto garantito da Red Bull (nelle vesti di sponsor) ad una larga maggioranza della attività racing del gruppo tedesco.

Dopo una lunga sequenza di fumate nere, le voci di una partnership tra Red Bull e Volkswagen sono diventate una musica di sottofondo, a cui nessuno negli anni ha più prestato attenzione, ma qualcosa nelle ultime settimane indica che ci sono movimenti concreti che vanno oltre il solito pourparler.

Un primo indizio è stata la presenza di un rappresentante del gruppo tedesco (nello specifico della Porsche Motorsport) ad una recente riunione della Formula 1 Commission, dove tra gli ordini del giorno c’era la discussione delle tempistiche dell’entrata in vigore del nuovo ciclo power unit, fissato nel 2025.

Il tutto ha assunto una valenza più concreta dopo le parole pronunciate ieri sera da Helmut Marko a ServusTV (emittente del gruppo Red Bull) rispondendo ad una domanda mirata a capire se la possibilità della partnership con la Porsche sia da considerare o meno concreta.
“Nulla è stato deciso – ha commentato il consulente austriaco – continuiamo a parlare ma non c’è assolutamente nulla di deciso”.

L’interesse del gruppo di Wolfsburg (che potrebbe eventualmente scegliere di utilizzare per il programma Formula 1 un brand tra Porsche, Audi o Lamborghini) arriva paradossalmente pochi mesi dopo la chiusura definitiva della Volkswagen Motorsport, avvenuta lo scorso dicembre, quando uno dei membri del Consiglio di Amministrazione, Frank Welsch, ha confermato il passaggio a titolo definitivo dei 169 dipendenti del programma motorsport in altre aree.

C’è però un aspetto inedito emerso ad inizio 2021, ed è il congelamento delle power unit nel triennio 2022/2024.

A causa delle necessità di dover gestire dal 2022 la power unit Honda in modo autonomo, la Red Bull ha iniziato ad allestire nel quartier generale di Milton Keynes un’area dedicata esclusivamente ai motori (molto più ampia rispetto a quella utilizzata come supporto dai tecnici Honda nell’ultimo triennio) aprendo una divisione apposita denominata Red Bull Powertrains.

“La struttura è tale da permetterci non solo di poter effettuare la manutenzione delle power unit – ha spiegato Marko - ma da poterci consentire anche la possibilità di poter progettare e realizzare un motore completamente nuovo”.

Sulla base di questa novità le possibilità di partnership con Volkswagen si aprono a molti scenari.

Il gruppo tedesco potrebbe valutare un accordo basato su una collaborazione esclusivamente tecnica, o valutare l’ingresso nel pacchetto azionario della Red Bull, o anche solo della divisione Powertrain.

Molto dipenderà da quali saranno le linee guida del motore 2025, in termini di investimenti necessari per un progetto con grandi ambizioni e di rivendibilità sul mercato ‘green’, ormai un punto fermo delle grandi case. Si parla del ritorno a motori 3,5 litri aspirati con l'ibrido, spinti da idrogeno come carburante, con una grande vocazione green, bassi costi e musicalità da F1.

Di fatto è un’ultima chiamata per il gruppo Volkswagen qualora ci sia davvero un interesse ad essere in Formula 1 nel prossimo decennio.

C’è chi ci spera nella sede di Wolfsburg, così come in casa Red Bull, disperatamente alla caccia di un partner motoristico. E ci spera anche la Formula 1, che dopo molti anni rivedrebbe l’ingresso nella categoria di un grande gruppo, rinnovando l’appeal e la credibilità di una piattaforma che ha dovuto incassare, senza colpe, il repentino addio della Honda.

condividi
commenti
F1: Williams svela la line up piloti per i test in Bahrain

Articolo precedente

F1: Williams svela la line up piloti per i test in Bahrain

Articolo successivo

AlphaTauri: gli aggiornamenti Red Bull sono stati bocciati!

AlphaTauri: gli aggiornamenti Red Bull sono stati bocciati!
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Autore Roberto Chinchero