Villeneuve: "Max-Lewis, battaglia da kart a noleggio a Jeddah"

L'ex campione del mondo di Formula 1 Jacques Villeneuve ha descritto il duello tra Lewis Hamilton e Max Verstappen nel Gran Premio dell'Arabia Saudita come una sfida "da kart a noleggio".

Villeneuve: "Max-Lewis, battaglia da kart a noleggio a Jeddah"

Il canadese ha sottolineato il dubbio che la Formula 1 si stia trasformando troppo in uno "show da Hollywood".

L'ex pilota, oggi opinionista televisivo, che nel 1997 ha vinto uno dei Mondiali più controversi della storia dopo un incidente provocato da Michael Schumacher, ha messo in discussione molti degli eventi che si sono svolti durante la gara di Jeddah.

"Non era Formula 1, era roba da kart a noleggio", ha detto Villeneuve a Motorsport.com. "Era tutto sbagliato, quindi non sono molto sicuro di cosa dire".

"E' difficile rimanere neutrale, è difficile dare un commento su ciò che è successo in ogni episodio ed essere percepito come neutrale. Sembrerà sempre di aver preso una posizione, ed è allora che diventa un po' troppo".

"Vogliamo vedere lo sport o solo uno spettacolo hollywoodiano? Se volete uno spettacolo hollywoodiano, stavolta è stato incredibile. Ma questa è la F1? Non lo so. Voglio dire, penso che oggi Frank Williams si sarebbe rivoltato nella tomba vedendo questa gara".

"E poi quando vedi i team principal, tutti gridano e fanno pressione sui commissari, diventa davvero ridicolo".

"Per i fan forse è stato fantastico, quindi probabilmente il numero degli spettatori aumenterà. Questo è positivo per la Formula 1, ma trovo che stiamo iniziando ad allontanarci dallo sport, tutto qui. Quindi alla fine dipende se uno sia un purista o meno".

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, and Lewis Hamilton, Mercedes W12, do battle at the restart

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, and Lewis Hamilton, Mercedes W12, do battle at the restart

Photo by: Steve Etherington / Motorsport Images

Per quanto riguarda il tamponamento avvenuto quando Verstappen ha rallentato per far passare Hamilton, Villeneuve non ha dubbi sul fatto che l'utilizzo del DRS sia stato una variabile determinante.

"Se qualcuno rallenta davanti a te, lo sorpassi. Il problema sono quelle stupide linee del DRS, che Lewis non voleva attraversare davanti a Max".

"Sapeva che Max lo stava lasciando passare. Solo che non voleva che Max avesse il DRS nel rettilineo successivo, perché lo avrebbe ripassato, quindi entrambi hanno fatto finta di niente".

Leggi anche:

Villeneuve ha messo in discussione anche la trattativa via radio tra il direttore di gara, Michael Masi, ed i team Mercedes e Red Bull per stabilire l'ordine di partenza dopo la seconda bandiera rossa.

"E' stato fatto un accordo? Non he ho mai sentito parlare. Non è nelle regole, quindi questo non l'ho proprio capito".

Villeneuve, che come detto nel 1997 ha vinto il titolo dopo aver resistito ad un incidente innescato da Schumacher nella gara conclusiva di Jerez, spera che il fine settimana di Abu Dhabi possa essere più tranquillo.

"E' una pista Red Bull. Ma con il motore di cui dispone Lewis, ogni pista è di Lewis ora. Spero solo che avremo una bella gara pulita. Che vince il migliore e che non sia come oggi, alla Hollywood, almeno non nell'ultima gara. Abbiamo già avuto i nostri momenti hollywoodiani quest'anno".

condividi
commenti
Shovlin: "Lewis non sapeva che Max stava restituendo la posizione"
Articolo precedente

Shovlin: "Lewis non sapeva che Max stava restituendo la posizione"

Articolo successivo

Ferrari: la gara di Jeddah è stata preparata con il nuovo simulatore

Ferrari: la gara di Jeddah è stata preparata con il nuovo simulatore
Carica i commenti