Vettel scaramantico: "Questa stagione ricorda il 2010"

Il tedesco poi si spiega meglio: "Conta solo essere in testa al Mondiale all'ultima gara"

Vettel scaramantico:
La stagione 2012 fino a qui è sembrata un film già visto per Sebastian Vettel. Al due volte campione del mondo infatti ricorda molto l'annata 2010, nella quale conquistò il titolo proprio all'ultima gara e proprio ai danni di Fernando Alonso, che oggi comanda la classifica a dispetto di una Ferrari che non è la vettura più veloce del lotto. Che sia scaramanzia o meno, il pilota della Red Bull sogna di ripercorrere una seconda parte di campionato proprio come quella: "La gara più importante in cui essere in testa al Mondiale è l'ultima e noi abbiamo già provato questa esperienza nel 2010. Questa stagione assomiglia molto a quella: nella prima parte di campionato, tra me e la squadra, abbiamo fatto più o meno la stessa quantità di errori, perdendo più o meno gli stessi punti". E alla fine, anche nella prima, sono solamente due le gare in cui ha qualcosa da recriminare: "Comunque credo che siano solamente due le gare in cui avremmo potuto raccogliere più punti: una è chiaramente Valencia e l'altra probabilmente la Malesia, nella quale ho pagato un incidente. Ma non ho rimpianti, sono cose che capitano nelle corse e che potevano capitare a chiunque".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Sebastian Vettel
Articolo di tipo Ultime notizie