Vettel: "Sapevamo che le Mercedes ci avrebbero doppiato"

condividi
commenti
Vettel: "Sapevamo che le Mercedes ci avrebbero doppiato"
Di:
19 lug 2020, 15:35

Il tedesco ha estratto il massimo dalla sua Ferrari ed ha chiuso solamente sesto. Per Seb il doppiaggio da parte della Mercedes era cosa certa già da prima della gara.

Dopo la tremenda domenica in Stiria, quando sia Leclerc che Vettel sono entrati in contatto alla prima curva vedendosi costretti al ritiro dopo poche centinaia di metri, oggi in Ungheria entrambe le Rosse sono riuscite a vedere la bandiera a scacchi.

Questa potrebbe essere una notizia positiva, se non fosse l’unica notizia positiva di giornata. Sebastian Vettel ha chiuso al sesto posto, mentre Charles Leclerc, complice anche una scelta strategica controversa, non è riuscito a conquistare nemmeno un punto dopo aver tagliato il traguardo in undicesima posizione.

Una sconfitta netta quella patita dalla Ferrari, ma ciò che ha lasciato maggiormente perplessi sono i distacchi patiti dalla migliore SF1000 presente in classifica dalla Mercedes di Lewis Hamilton. Doppiata.

Che la Mercedes W11 fosse una  vera e propria astronave si era già intuito nella prima gara in Austria, ma oggi sul circuito dell’Hungaroring la freccia nera ha mostrato tutta la sua supremazia nelle mani di Lewis Hamilton.

Vettel non si è detto sorpreso della differenza di prestazioni tra la Ferrari e la Mercedes, lanciando un segnale decisamente preoccupante.

“La prova di forza della Mercedes non è stata una sorpresa per me. Era già chiaro da prima della gara che ci avrebbero doppiato”.

Partire con la consapevolezza di essere doppiati non deve essere certamente un grande stimolo per un quattro volte campione del mondo alla sua ultima stagione in rosso. Seb, nonostante due sbavature in gara, ha estratto il massimo potenziale dalla SF1000, ma oggi un piazzamento era il massimo risultato possibile.

“E’ stata una giornata dove avrei potuto finire al massimo al quinto posto, non più in alto”.

E’ un mondiale marcato Mercedes e Seb ha voluto sottolineare come in una gara normale come quella odierna i valori in campo si sono ristabiliti.

“Siamo tornati alla normalità. La prima gara in Austria ha rappresentato una anomalia, mentre la seconda non siamo nemmeno riusciti a disputarla”.

Scorrimento
Lista

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
1/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
2/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
3/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
4/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
5/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
6/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
7/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Lando Norris, McLaren MCL35, precede Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Lando Norris, McLaren MCL35, precede Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
8/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
9/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, precede Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35, e Nicholas Latifi, Williams FW43

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, precede Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35, e Nicholas Latifi, Williams FW43
10/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
11/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Alex Albon, Red Bull Racing RB16, precede Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Alex Albon, Red Bull Racing RB16, precede Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
12/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
13/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000, precede Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Charles Leclerc, Ferrari SF1000, precede Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
14/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000, precede Alex Albon, Red Bull Racing RB16 e Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Charles Leclerc, Ferrari SF1000, precede Alex Albon, Red Bull Racing RB16 e Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
15/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
16/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, lascia i box

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, lascia i box
17/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000, precede Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, e Sergio Perez, Racing Point RP20

Charles Leclerc, Ferrari SF1000, precede Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, e Sergio Perez, Racing Point RP20
18/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, precede Charles Leclerc, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, precede Charles Leclerc, Ferrari SF1000
19/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, precede Charles Leclerc, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, precede Charles Leclerc, Ferrari SF1000
20/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, precede Sergio Perez, Racing Point RP20

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, precede Sergio Perez, Racing Point RP20
21/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, precede Sergio Perez, Racing Point RP20

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, precede Sergio Perez, Racing Point RP20
22/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Hamilton re d'Ungheria, Verstappen a podio dopo il crash!

Articolo precedente

Hamilton re d'Ungheria, Verstappen a podio dopo il crash!

Articolo successivo

Leclerc: "Bilanciamento OK fino a ieri, oggi no. Inspiegabile!"

Leclerc: "Bilanciamento OK fino a ieri, oggi no. Inspiegabile!"
Carica i commenti