Vettel: "Ferrari competitiva come non capitava da alcuni GP, quindi la penalità è un rimpianto..."

condividi
commenti
Vettel:
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
20 ott 2018, 22:58

Il tedesco della Ferrari ha ottenuto la seconda posizione nelle Qualifiche di Austin, ma sarà costretto a scattare dalla quinta casella a causa della penalità ricevuta nel corso delle libere del venerdì.

Il sabato di Austin ha presentato una Ferrari tornata competitiva come non accadeva ormai da qualche gara e lo ha fatto in modo inaspettato. Dopo la marcia indietro fatta sulla scelta di qualche componente - tra cui il fondo - le SF71H hanno sfiorato la pole con Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen.

Il tedesco della Ferrari si è dovuto accontentare del secondo posto per appena 61 millesimi di secondo di ritardo nei confronti del tempo di Lewis Hamilton, che è anche diventato il nuovo record della pista che ospita il Gran Premio degli Stati Uniti 2018.

La penalità subita ieri per non aver rispettato il delta time in regime di bandiere rosse spedirà Vettel in quinta posizione in griglia di partenza, ma ad aumentare i rimpianti del tedesco è la ritrovata competitività della Ferrari.

"Credo che sia stata chiaramente una sorpresa positiva essere così veloci oggi rispetto alle gare precedenti. Ovviamente però quando sei vicino agli avversari vorresti riuscire a stare davanti ed è un peccato anche per la penalità che dovrò scontare domani non aver centrato una posizione in più per partire più avanti in griglia. Sicuramente se domani mostreremo di avere un passo simile a quello di oggi, potremo fare qualcosa".   

Leggi anche:

La Ferrari ha mostrato nelle Libere 3 di questa mattina un passo gara costante e veloce. Questo potrebbe permettere a Vettel di rimontare anche se la grossa incognita è legata al comportamento delle gomme sulla lunga durata. I team, infatti, non sono riusciti a sfruttare le prove libere a causa della pioggia. Inoltre ci sarà un altro fattore da tenere in considerazione: Vettel, Hamilton e Bottas scatteranno con gomme Supersoft, mentre Raikkonen con le Ultrasoft.

"Non so se potrò vincere. Non abbiamo stracciato tutti oggi. Sicuramente siamo migliorati rispetto alle ultime settimane ma la strada è ancora lunga per essere davanti a tutti. Domani inoltre scatterò dalla quinta posizione, sarà una gara lunga e difficile. Vedremo cosa accadrà".

"Noi partiremo con le gomme Supersoft (Vettel, Hamilton e Bottas), mentre Raikkonen con le Ultrasoft, quindi potranno esserci delle sorprese. Vediamo come si metterà la gara. Speriamo di avere la stessa forza di oggi anche nella gara di domani". 

 
Articolo successivo
Il mezzo rimpianto di Räikkönen: "Con altri due tentativi avrei potuto fare meglio, ma in gara non ho nulla da perdere"

Articolo precedente

Il mezzo rimpianto di Räikkönen: "Con altri due tentativi avrei potuto fare meglio, ma in gara non ho nulla da perdere"

Articolo successivo

Fotogallery F1: le Qualifiche tiratissime del GP degli USA 2018 ad Austin

Fotogallery F1: le Qualifiche tiratissime del GP degli USA 2018 ad Austin
Carica i commenti