Vettel penalizzato di tre posizioni sulla griglia del GP degli Stati Uniti!

condividi
commenti
Vettel penalizzato di tre posizioni sulla griglia del GP degli Stati Uniti!
Franco Nugnes
Di: Franco Nugnes
19 ott 2018, 20:44

Ancora una sanzione per il pilota tedesco che paga un arretramento sullo schieramento di Austin per non aver rallentato durante la bandiera rossa esposta per pulire la pista dopo il testacoda di Leclerc. La stessa sanzione nel 2018 era stata applicata a Ocon e Ricciardo.

Sebastian Vettel continua a fare regali alla Mercedes! Il pilota della Ferrari è stato sanzionato con l'arretramento di tre posizioni sulla griglia di partenza del GP degli Stati Uniti. Il tedesco è stato punito per non aver adeguatamente rallentato la velocità della monoposto #5 quando dalla direzione gara è stata esposta la bandiera rossa nel corso della prima sessione di prove libere disputate sul bagnato. Quando sul cruscotto della SF71H di Vettel si è accesa la luce rossa, il pilota non ha rallentato abbastanza nel primo micro settore facendo partire l'automatica investigazione.

Il turno è stato bloccato per dare modo ai commissari di percorso di ripulire la pista a seguito dello sporco portato sull'asfalto dalla Sauber C37 di Charles Leclerc che era finito nella via di fuga in ghiaia dopo un testacoda. Vettel sa benissimo che tutti i piloti sono obbligati a ridurre istantaneamente la velocità per consentire agli ufficiali di gara di intervenire in piena sicurezza con tempestività. 

Leggi anche:

In questo caso non c'era una monoposto incidentata con un pilota ferito da soccorrere, ma la procedura non può e non deve essere disattesa dai piloti visto che è regolata dall'articolo 31.6 del regolamento sportivo della Formula 1. 

L'articolo 31, paragrafo 4 recita inoltre: "In caso di infrazione durante una sessione di prove libere, i commissari possono cancellare il tempo sul giro (o i tempi sul giro) del pilota, oppure penalizzare il pilota per un numero di posizioni sulla griglia che ritengono opportuno".

Esteban Ocon, pilota del Racing Point Force India, in Giappone è stato penalizzato di tre posizioni sulla griglia per non aver rallentato sufficientemente all'esposizione della bandiera rossa per l'incidente occorso a Nico Hulkenberg nel corso della terza sessione di prove libere a Suzuka. I commissari di Austin, quindi, hanno replicato la decisione dei colleghi della gara nipponica. In precedenza era successo qualcosa di analogo anche a Daniel Ricciardo durante la FP2 nel GP d'Australia che aveva aperto la stagione 2018. 

Leggi anche:

Christian Horner ha commentato: "Questa penalità è una schifezza come quella che era stata data a Daniel a Melbourne, ma ci vuola una conformità di giudizio".

E' evidente che Sebastian non sta attraversando un momento tranquillo della sua carriera: già nel GP d'Austria al Red Bull Ring si era beccato tre posizioni di penalizzazione in griglia per aver bloccato Carlos Sainz durante la Q2 e da terzo era dovuto scattare sesto al via: il tedesco era rimasto in traiettoria durante la Q2. Non è servita a nulla la difesa portata dal team del Cavallino con Jock Clear e Diego Ioverno che sono intervenuti a suo favore... 

 
Sebastian Vettel, Ferrari SF71H

Sebastian Vettel, Ferrari SF71H

Photo by: Steven Tee / LAT Images

 

Articolo successivo
Mercedes: sull'Halo si moltiplicano i deviatori di flusso sul diadema

Articolo precedente

Mercedes: sull'Halo si moltiplicano i deviatori di flusso sul diadema

Articolo successivo

F1 Austin, Libere 2: Hamilton nuota nell'acqua meglio degli altri

F1 Austin, Libere 2: Hamilton nuota nell'acqua meglio degli altri
Carica i commenti