Vettel: "Peccato per la toccata a muro, ma la Ferrari ha del gran potenziale"

condividi
commenti
Vettel:
Di: Marco Di Marco
14 set 2018, 14:46

Il tedesco ha dovuto chiudere in anticipo la seconda sessione di libere a causa di un contatto con il muretto di protezione in uscita di curva 21. Nonostante l'errore, Vettel si è detto fiducioso in vista delle qualifiche.

Sebastian Vettel, Ferrari SF71H
Sebastian Vettel, Ferrari SF71H
Sebastian Vettel, Ferrari SF71H
Sebastian Vettel, Ferrari SF71H
Sebastian Vettel, Ferrari SF71H
Sebastian Vettel, Ferrari

E' stato un venerdì in chiaroscuro quello vissuto dalla Ferrari a Singapore. Al termine della seconda sessione di libere, infatti, Kimi Raikkonen ha piazzato la zampata conquistando il miglior crono in 1'38"699 sfruttando al meglio l'aderenza delle Pirelli Hypersoft, mentre Sebastian Vettel ha dovuto chiudere anzitempo il turno a seguito di una strisciata contro il muretto in curva 21.

Il tedesco stava concludendo il suo giro da qualifica, ma in uscita di curva ha toccato le protezioni in cemento con le gomme del lato destro ed una volta tornato ai box ha accusato una perdita di liquido che ha imposto uno stop precauzionale per consentire ai meccanici di verificare e riparare il guasto.

Vettel si è così dovuto accontentare del nono tempo di giornata in 1'40"459 ottenuto con le Ultrasoft, ma nonostante abbia perso buona parte del turno non è apparso particolarmente demoralizzato.

"Non è stato un semplice "bacio" al muretto ma qualcosa di più, ed in via precauzionale abbiamo deciso di non girare più. Ovviamente non è una situazione ideale perdere la possibilità di guidare, ma ho avuto delle buone sensazioni in macchina. Per fortuna ho già corso su questo tracciato in passato e conosco la pista".

Leggi anche:

Il tedesco dovrà così guardare la telemetria di Raikkonen per capire il comportamento della SF71H sul cittadino di Singapore. Secondo Vettel sarà fondamentale migliorare il bilanciamento della Ferrari in vista della giornata di domani.

"Sarà importante guardare i dati raccolti da Kimi. Ha avuto una sessione dove tutto è filato liscio. Siamo in un punto della stagione dove non è un dramma perdere del tempo ai box perché sappiamo dove lavorare. Di certo non è l'ideale, ma è andata così. L'elemento chiave per domani sarà trovare il giusto bilanciamento ed avere migliori sensazioni dalla vettura rispetto ad oggi".

In Casa Ferrari sono state portate in pista delle novità aerodinamiche che probabilmente non hanno dato i risultati sperati. 

Vettel ha affermato come il set up scelto nel turno serale non l'abbia soddisfatto, ma non ha voluto creare allarmismi affermando di avere ancora del potenziale da estrarre dalla propria Ferrari.

"La macchina è molto buona. Questa mattina ci sono state alcune fasi molto positive mentre la sera abbiamo sperimentato qualcosa che non ha funzionato e probabilmente torneremo indietro, ma questo è normale quando si provano delle regolazioni diverse. I giri che ho fatto fino alla toccata al muro erano buoni, ma non ero totalmente soddisfatto della vettura e credo che si possa estrarre ancora del potenziale".

Prossimo articolo Formula 1
Singapore, Libere 2: Raikkonen davanti, Vettel sbatte. Mercedes vicina!

Previous article

Singapore, Libere 2: Raikkonen davanti, Vettel sbatte. Mercedes vicina!

Next article

Räikkönen: "Siamo tutti vicinissimi e la differenza la faranno i dettagli, come le gomme"

Räikkönen: "Siamo tutti vicinissimi e la differenza la faranno i dettagli, come le gomme"
Carica i commenti