Vettel: "Non parlo". Ma riscrive e canta Azzurro per la Ferrari!

Terminato il GP di Abu Dhabi con un anonimo (e prevedibile) 14° posto, il tedesco apre la radio e interpreta la celebre canzone di Celentano a modo suo dedicandola ai ragazzi di Maranello come addio.

Vettel: "Non parlo". Ma riscrive e canta Azzurro per la Ferrari!

Si è conclusa sulle note di 'Azzurro' l'avventura in Ferrari di Sebastian Vettel.

Non eravamo a Sanremo, ma ad Abu Dhabi per l'ultimo Gran Premio di F1 del 2020, ma soprattutto il termine della storia tra la Scuderia di Maranello e il tedesco.

Dopo un anonimo 14° posto ottenuto a Yas Marina - che per altro preferisce non commentare - Vettel ha aperto la radio e cantato una sua personalissima versione del brano inciso da Adriano Celentano, sostituendo il testo originale di Vito Pallavicini e cercando di replicare la linea musicale di Paolo Conte per ringraziare il team del Cavallino Rampante.

"Oggi della gara è meglio non parlare, sono contento di tornare a casa dalla mia famiglia per vivere Natale e Capodanno assieme, con la speranza che il 2021 sia migliore, senza sto c***o di Covid!", commenta Seb nel ring delle interviste.

 

"Un lato di me è felice di aver concluso la stagione, l'altro invece è triste. Ho vissuto 6 anni molto speciali in Ferrari. All'inizio è stato un sogno, la fine purtroppo si è rivelata triste, ma è andata così e lo accetto".

Da domani, smessi i panni della Ferrari, il quattro volte Campione del Mondo vestirà quelli della nuova scuderia Aston Martin che nascerà sulle basi dell'attuale Racing Point, con rinnovato entusiasmo e nuovi traguardi a cui puntare.

"Sono contento di poter guardare avanti e fare un ulteriore passo in carriera, mi dispiace lasciare la Ferrari perché questa squadra ha sempre dimostrato un grande affetto per me. Mi mancherà".

"Ora andrò ai box per un'ultima volta per ringraziare i ragazzi, poi da gennaio penseremo a lavorare con la Aston Martin".

E la canzone? Il testo rivisto da Vettel - strofa e ritornello - ve lo riportiamo qui sotto esattamente come da lui pensato e interpretato.

Voi siete la squadra Rossa,
appassionati, arrenderete mai.
La mia fermata sta arrivando,
mi è piaciuto stare con voi.
(Ho) Sentito la vostra magia,
una sensazione straordinaria.

Ragazzi, io vi ringrazio per avermi (preso)
mi mancherete.
Un saluto a tutti voi a Maranello,
meritate (di essere) menzionati qui.
E adesso io quasi quasi dirò addio
e auguro, auguro il meglio!
Auguro di essere felici,
ma di più, essere sani!

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
1/20

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
2/20

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
3/20

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Il casco di Charles Leclerc, Ferrari for the last race of 2020
Il casco di Charles Leclerc, Ferrari for the last race of 2020
4/20

Foto di: Charles Leclerc

Valtteri Bottas, Mercedes-AMG Petronas F1, e Sebastian Vettel, Ferrari
Valtteri Bottas, Mercedes-AMG Petronas F1, e Sebastian Vettel, Ferrari
5/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
6/20

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
7/20

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
8/20

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
9/20

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
10/20

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
11/20

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
12/20

Foto di: FIA Pool

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
13/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari, e Danil Kvyat, AlphaTauri
Sebastian Vettel, Ferrari, e Danil Kvyat, AlphaTauri
14/20

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1, parla con Sebastian Vettel, Ferrari
Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1, parla con Sebastian Vettel, Ferrari
15/20

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000 con i sensori posteriori
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000 con i sensori posteriori
16/20

Foto di: Giorgio Piola

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
17/20

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
18/20

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000 con i sensori posteriori
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000 con i sensori posteriori
19/20

Foto di: Giorgio Piola

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
20/20

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

 

condividi
commenti
GP Abu Dhabi, Il momento chiave: la crisi dei motori Mercedes

Articolo precedente

GP Abu Dhabi, Il momento chiave: la crisi dei motori Mercedes

Articolo successivo

Leclerc: "Spero che il 2021 sia una stagione migliore"

Leclerc: "Spero che il 2021 sia una stagione migliore"
Carica i commenti