Vettel: "Mi è mancato il giro, ma non sono ancora contento della macchina"

condividi
commenti
Vettel:
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
08 giu 2018, 20:24

Il pilota tedesco non ha ancora avuto le sensazioni giuste dalla sua Ferrari e, complice anche una toccata nella FP1, è solo quinto. Però resta ancora convinto di poter raddrizzare le cose.

Sebastian Vettel, Ferrari SF71H
Sebastian Vettel, Ferrari SF71H
Sebastian Vettel, Ferrari
Sebastian Vettel, Ferrari SF71H
Sebastian Vettel, Ferrari SF71H

Il fine settimana di Montreal non è iniziato nel migliore dei modi per Sebastian Vettel, che nella prima giornata di prove non è riuscito a tirare fuori tutto il potenziale della sua Ferrari, chiudendo solo in quinta posizione a quasi otto decimi dalla Red Bull di Max Verstappen.

Nella prima sessione il tedesco si è reso protagonista di una toccata con il muretto alla curva 5, che gli è costata diversi minuti all'inizio del turno pomeridiano e quindi non è ancora riuscito a trovare il set-up ideale per la sua SF71H. Con grande onestà, il tedesco però ha anche ammesso di non aver ancora trovato il ritmo di guida ideale per le caratteristiche del particolare tracciato canadese.

Leggi anche:

"Il mio programma è stato un pochino diverso rispetto al previsto, perché è stata una giornata un pochino altalenante. Non sono totalmente contento delle sensazioni che ho avuto dalla macchina, ma anche io non sono ancora entrato nel ritmo. Mi è mancato un po' il giro, ma alla fine il programma lo abbiamo fatto più o meno" ha detto Seb ai microfoni di Sky Sport F1 HD.

Il tedesco ha anche chiarito di non vedersi tra i favoriti, anche se le cose magari possono cambiare domani: "Non lo so. Oggi non siamo i favoriti. Credo che Kimi sia contento del suo giro secco, quindi lui potrebbe essere uno dei favoriti. Però non ho ancora visto i tempi degli altri, quindi è difficile interpretare le cose. Abbiamo bisogno di più tempo per avere un quadro più preciso ma, come ho detto, non sono ancora contento della macchina. Se riusciremo a mettere insieme le cose domani però potremo fare un bel salto in avanti, sfruttando anche il motore".

Inoltre le gomme sembrano poter creare delle incognite a livello di strategie: "Sarà difficile capire dove potremmo essere realmente prima di domenica, perché potrebbero esserci delle sorprese dal punto di vista della strategia. Nel frattempo però dobbiamo cercare di fare i nostri compiti e prepararci al meglio per la gara".

Prossimo articolo Formula 1

Su questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP del Canada
Sotto-evento Prove libere 2
Piloti Sebastian Vettel
Team Ferrari
Autore Matteo Nugnes
Tipo di articolo Intervista