Vettel: "Ho perso il controllo in Curva 4, stavo rischiando"

Il tedesco della Ferrari ha commesso un errore in Q2 a Sochi ed è finito contro le barriere. "Il mio feeling sembrava migliore con la SF1000, ma in qualifica è tornato a peggiorare".

Vettel: "Ho perso il controllo in Curva 4, stavo rischiando"

I tre turni di prove libere del GP di Russia avevano restituito alla Ferrari un Sebastian Vettel più concentrato, più a suo agio al volante della SF1000 e, di conseguenza, più veloce. A distruggere il poco di buono visto sino al termine delle libere sono state le qualifiche, dove il tedesco è stato inesorabilmente eliminato al termine della Q2 dopo aver commesso un errore, finendo a muro e rompendo muso e sospensione anteriore destra della sua monoposto.

Un epilogo di qualifiche a dir poco da dimenticare, specialmente dopo le buone premesse viste nelle libere. Vettel ha perso la SF1000 più volte prima di finire a muro. Già in Curva 2 aveva rischiato di commettere un errore, che poi è arrivato poco dopo.

Ma perché Vettel è finito contro le barriere? A spiegarlo è stato lui al termine delle qualifiche. Purtroppo il suo feeling con la Rossa era peggiore di quello avuto nel corso delle libere, specialmente nel primo settore. Ecco spiegato il motivo per cui Seb si sia preso più rischi del dovuto.

"Purtroppo ho perso il controllo della monoposto. Già in Curva 2 avevo perso la macchina e in Curva 4 l'ho persa di nuovo. Non sono più riuscito a riprenderne il controllo", ha ammesso il tedesco al termine delle qualifiche di Sochi.

"La macchina mi piaceva di più in questo weekend. In qualifica però stavo faticando, specialmente nel primo settore. Ho cercato ovviamente di prendere più rischi ed è finita com'è finita. Non sono contento, ovviamente, ma se devo comparare le qualifiche con le Libere 3 di questa mattina, nelle prove ufficiali ho faticato di più".

condividi
commenti
Leclerc critica il muretto Ferrari: "Da Ocon avevo più margine!"
Articolo precedente

Leclerc critica il muretto Ferrari: "Da Ocon avevo più margine!"

Articolo successivo

Hamilton: la solidità mentale è l'arma micidiale di Lewis

Hamilton: la solidità mentale è l'arma micidiale di Lewis
Carica i commenti