Vettel fiducioso: "Oggi abbiamo fatto il massimo. Domani può succedere di tutto, non è finita!"

condividi
commenti
Vettel fiducioso:
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
29 set 2018, 13:55

Il ferrarista ha ottenuto il terzo tempo nelle Qualifiche del GP di Russia, a Sochi, ma le Mercedes hanno mostrato di essere tornate imprendibili sul giro secco. Secondo il tedesco, la gara potrebbe riservare sorprese.

La Ferrari ha confermato in Qualifica di non essere all'altezza delle Mercedes sul tracciato di Sochi, sede del Gran Premio di Russia 2018 di Formula 1.

Il terzo e il quarto tempo ottenuto da Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen non ingannino: il divario subito dai due piloti del team italiano rispetto alle Mercedes è molto ampio.

Nonostante i quasi 8 decimi di differenza, Vettel ha affermato di essere soddisfatto di quanto fatto nelle prove ufficiali, nonostante nell'ultimo tentativo abbia commesso qualche sbavatura e non abbia dato il massimo per evitare gravi errori.

"Pensiamo di essere riusciti a dare il massimo oggi in Qualifica. Non è finita. Domani vedremo chi vincerà. La gara sarà lunga. Qui le Qualifiche sono importanti, avrei potuto avvicinarmi ma non ho voluto prendere rischi. Sono felice perché comunque la monoposto va bene." 

Leggi anche:

"Domani andremo in gara convinti, anche perché non si può mai sapere cosa potrà accadere. Non so se vi ricordate cos'è successo lo scorso anno... si facevano tante ipotesi, eravamo in pole, poi sappiamo tutti com'è finita".

Una delle chiavi della gara sarà certamente la partenza e lo sarà per più motivi. "Certo, tutto dipende da come partiremo, da tanto altri fattori in partenza, da cosa accadrà alla prima curva. Domani cercheremo di dare il meglio".

"All'inizio di questo fine settimana non eravamo molto veloci, così abbiamo provato a fare modifiche per ridurre il distacco dalle Mercedes. Domani faremo di tutto per giocarci le posizioni di vertice". 

 
Prossimo articolo Formula 1
Sochi, Qualifiche: Bottas ruba la pole a Hamilton, ma la Ferrari va a picco

Articolo precedente

Sochi, Qualifiche: Bottas ruba la pole a Hamilton, ma la Ferrari va a picco

Articolo successivo

McLaren: spariscono le frange dalle paratie laterali dell'ala posteriore

McLaren: spariscono le frange dalle paratie laterali dell'ala posteriore
Carica i commenti