Vettel ammette: "La Ferrari ha reso le cose troppo facili per la Mercedes"

condividi
commenti
Vettel ammette:
Scott Mitchell
Di: Scott Mitchell
Co-autore: Jonathan Noble
Tradotto da: Matteo Nugnes
09 ott 2018, 14:09

Sebastian Vettel ha ammesso che la Ferrari ha reso la vita "un po' troppo facile alla Mercedes e a Lewis Hamilton nelle ultime gare di Formula 1.

Vettel è passato da condurre il Mondiale Piloti a ritrovarsi staccato di 67 punti da Lewis Hamilton in soli sette GP, con il suo rivale che ne ha vinti sei di questi, quattro dei quali consecutivamente.

Il pilota della Mercedes potrebbe già laurearsi campione del mondo la settimana prossima negli Stati Uniti, dopo che in Giappone il ferrarista ha chiuso solamente sesto in seguito ad un contatto con Max Verstappen.

Quando gli è stato domandato se la corsa al titolo fosse finita, Vettel ha detto: "Diciamo quasi".

"Ovviamente c'è ancora una possibilità, ma nell'ultimo paio di gare abbiamo reso le cose un po' troppo facili per loro".

"Ma è anche merito loro, che hanno lavorato molto bene. Questo fa parte del gioco".

"Abbiamo bisogno di pensare a noi stessi e fare la nostra parte nelle prossime due gare, poi vedremo".

"Sicuramente non è stato d'aiuto arrivare sesti mentre loro hanno vinto la gara".

Sebastian Vettel, Ferrari looks at the rear Pirelli tyre of the car of Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W09 in parc ferme

Sebastian Vettel, Ferrari looks at the rear Pirelli tyre of the car of Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W09 in parc ferme

Photo by: Mark Sutton / Sutton Images

La Mercedes è parsa in vantaggio in qualifica rispetto alla Ferrari negli ultimi tre Gran Premi, anche se Vettel poi è sempre riuscito ad essere più competitivo in gara.

Tuttavia, i pasticci di strategia della Ferrari a Singapore gli sono costati il secondo posto, mentre in Russia non era esattamente allo stesso livello delle Mercedes in Russia.

In Giappone, l'errore di scelta di gomme della Ferrari in qualifica e quello successivo commesso da Vettel, ha reso proprio da dimenticare il weekend di Suzuka.

Vettel ritiene che avrebbe potuto lottare almeno con una delle Mercedes dopo essere risalito dall'ottavo al quarto posto nel corso del primo giro. Una rimonta annullata dal contatto con Verstappen che lo ha fatto scivolare nuovamente al fondo del gruppo.

"E' molto difficile passare su questa pista, ma pensavo che avrei potuto fare una buona gara se fossi riuscito a far durare abbastanza le gomme" ha detto Vettel.

"Ovviamente non lo sapremo mai, perché la mia macchina ha avuto dei danni e poi ero nel traffico. Ma dal mio punto di vista sono felice del valore che ho visto in gara".

Il calo delle prestazioni della Ferrari è stato netto, nonostante fosse uscita dalla pausa estiva dando la sensazione di aver confermato il vantaggio sulla Mercedes che aveva mostrato nella prima parte di stagione.

Vettel ha detto di non avere nessuna spiegazione per le recenti difficoltà della Ferrari: "Siamo sempre stati molto vicini" ha detto.

"Penso che nelle ultime gare non siamo stati così forti e penso che siamo andati meglio in gara, ma è dovuto anche al fatto che loro non hanno dovuto spingere, quindi non abbiamo il quadro completo".

Pole sitter Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1

Pole sitter Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1

Photo by: Steve Etherington / LAT Images

Dopo la vittoria nel GP del Giappone a Suzuka, Hamilton ha anche difeso il suo rivale per i recenti errori.

"Penso che i media debbano mostrare un po' più di rispetto per Sebastian" ha scritto Lewis su Instagram.

"Semplicemente non possono immaginare quanto sia difficile fare ciò che facciamo al nostro livello. Ed è un qualcosa che vale per qualsiasi atleta che arrivi nelle posizioni di vertice della propria disciplina".

"Siamo essere umani, e come tali commettiamo errori, ma quello che conta è come reagiamo e come veniamo fuori da situazioni difficili”.

 

Prossimo articolo Formula 1
Sainz duro con Renault: "Non andiamo in Q3 perché ci manca potenza. Honda invece è migliorata..."

Articolo precedente

Sainz duro con Renault: "Non andiamo in Q3 perché ci manca potenza. Honda invece è migliorata..."

Articolo successivo

GP degli Stati Uniti: Vettel avrà più set di Ultrasoft rispetto agli altri top driver

GP degli Stati Uniti: Vettel avrà più set di Ultrasoft rispetto agli altri top driver
Carica i commenti