Formula 1
G
GP del Bahrain
19 mar
-
22 mar
PL1 in
22 giorni
07 mag
-
10 mag
FP1 in
71 giorni
21 mag
-
24 mag
FP1 in
84 giorni
G
GP del Canada
11 giu
-
14 giu
FP1 in
106 giorni
02 lug
-
05 lug
FP1 in
127 giorni
G
GP di Gran Bretagna
16 lug
-
19 lug
FP1 in
141 giorni
G
GP d'Ungheria
30 lug
-
02 ago
FP1 in
155 giorni
G
GP del Belgio
27 ago
-
30 ago
FP1 in
183 giorni
03 set
-
06 set
FP1 in
190 giorni
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
FP1 in
204 giorni
24 set
-
27 set
FP1 in
211 giorni
G
GP degli Stati Uniti
22 ott
-
25 ott
FP1 in
239 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
FP1 in
246 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
FP1 in
260 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
FP1 in
274 giorni

Vettel: "Abbiamo ottime possibilità di podio, e anche di più!"

condividi
commenti
Vettel: "Abbiamo ottime possibilità di podio, e anche di più!"
Di:
1 set 2016, 14:46

Sebastian Vettel crede nelle possibilità di podio e vittoria della Ferrari nel Gran Premio di casa, a Monza. Riguardo Verstappen dice: "Dovremo parlargli di nuovo riguardo il suo comportamento. E' evidente che non ha capito".

Sebastian Vettel, Ferrari signs autographs for the fans
Sebastian Vettel, Ferrari with fans
Sebastian Vettel, Ferrari
Sebastian Vettel, Ferrari SF16-H
Marcus Ericsson, Sauber F1 Team signs autographs for the fans
Sebastian Vettel, Ferrari
Sebastian Vettel, Ferrari SF16-H
Sebastian Vettel, Ferrari SF16-H
Sebastian Vettel, Ferrari SF16-H
Sebastian Vettel, Ferrari in griglia
Sebastian Vettel, Ferrari SF16-H
Sebastian Vettel, Ferrari
Sebastian Vettel, Ferrari SF16-H
Sebastian Vettel, Ferrari SF16-H

Sebastian Vettel è pronto ad affrontare il secondo Gran premio d'Italia, la gara di casa della Ferrari, per la seconda volta in carriera. Lo scorso anno il tedesco ha provato l'emozione di salire sul podio in tuta rossa, con migliaia di persone sotto la struttura sopraelevata ad applaudirlo.

"Credo che questo weekend potrà essere buono per noi. Abbiamo reagito bene a Spa. Qui è speciale per me, non soltanto perché sono uno dei piloti Ferrari, quindi è la nostra gara di casa, ma significa molto perché qui ho vinto la prima gara", ha dichiarato nel corso della conferenza stampa del giovedì il tedesco della Ferrari.

"La prima vittoria spicca sempre su tutte le altre, non potrai mai dimenticarla. Negli ultimi anni ho avuto la fortuna di vincere qualche altra volta, ma l'emozione che ho provato salendo sul podio di questa pista con la tuta rossa mi sono reso conto che la gente non mi odia poi così tanto come invece mi era apparso quando vincevo con la Red Bull. Non vedo l'ora che arrivi la gara di domenica. Sarebbe un sogno che diventa realtà vincere qui vestiti di rosso Ferrari. Stiamo lavorando sodo per poterlo realizzare".

"Monza arriva nel momento giusto della stagione perché abbiamo bisogno di una bella spinta e sostegno da parte dei tifosi quindi attendiamo con impazienza questo weekend. La settimana scorsa abbiamo potuto constatare la nostra competitività, ma poi le cose non sono andate come avremmo voluto in gara".

"Penso che la SF16-H andrà piuttosto bene qui, anzi, sono fiducioso a tal riguardo. E' una pista piuttosto unica, ma arriva al momento giusto. Abbiamo un sacco di tifosi che ci sostengono e correre davanti a loro sarà davvero un gran piacere".

Vettel è poi tornato a parlare della collisione alla Source avvenuta una settimana fa al primo giro del Gran premio di Spa, che ha spento tutti i sogni di gloria del Cavallino Rampante. "Non c'è molto da discutere riguardo l'incidente in partenza a Spa. Credo sia chiaro quello che è accaduto. Pensavo che all'interno ci fosse solo Kimi, inveece c'erano altre due macchine".
"Dunque lo spazio che ho lasciato per Kimi non era sufficiente per altre due monoposto. Max ha deciso di inserirsi ed eravamo in tre in poco spazio. Io non riuscivo a vedere quello che avveniva dietro, ero leggermente avanti rispetto a Kimi ma è chiaro che se avessi saputo quello che stava accadendo avrei lasciato più spazio".

Un atro argomento inevitabile è stato il comportamento tenuto da Max Verstappen nel Gran Premio del Belgio. Vettel non ha ancora parlato con il giovane pilota della Red Bull ma, probabilmente, l'olandese sarà richiamato dai piloti più esperti del Circus per ribadigli alcuni concetti sulla sicurezza in pista: "Non ho ancora parlato con Verstappen. Sono argomenti già trattati in precedenza e sono riemersi a Spa. Il problema è quando si muove in frenata e quando sei davanti è la cosa più sbagliata che puoi fare perché la vettura che ti segue non ha modo di poter reagire agli spostamenti".

"Può avvenire un incidente. Ne abbiamo già parlato prima e pensavamo che avesse capito, ma evidentemente dovremo parlargli ancora. Come avevo detto a Spa, non mi piace andare a lamentarmi dai commissari. Meglio quando possiamo parlare direttmente all'interessato. In passato lo abbiamo già fatto ma, purtroppo, dovremo parlargli ancora".

Quando invece gli è stato chiesto se avesse pazienza di aspettare una Ferrari finalmente competitiva, Sebastian ha risposto così: "Non mi sento vecchio, penso di avere del tempo a disposizione. Non sono una persona paziente, anzi, il contrario, ma quest'anno non siamo stati abbastanza veloci. Quindi se saremo veloci potremo vincere gare. Nella mia carriera ho anche avuto macchine vincenti e sono piuttosto fiducioso, penso che ci saranno giorni migliori".

"Davanti a noi abbiamo la gara di casa ed è inutile parlare e pensare in modo negativo. Guardiamo con ottimismo a questa gara. Abbiamo ottime possibilità di salire sul podio e, chissà, forse anche di più. Tutti noi del team non siamo pazienti, abbiamo obiettivi chiari e li vogliamo raggiungere presto. Vogliamo lottare per il campionato, ma dovremo essere più competitivi di quanto abbiamo fatto. Stiamo lavorando sodo per migliorare".

 

 

 

Articolo successivo
Red Bull Racing: le paratie laterali dell'ala posteriore sono senza slot

Articolo precedente

Red Bull Racing: le paratie laterali dell'ala posteriore sono senza slot

Articolo successivo

Kimi: "In F.1 ci vuole uniformità di giudizio. Max è bravo, ma fa cose scorrette"

Kimi: "In F.1 ci vuole uniformità di giudizio. Max è bravo, ma fa cose scorrette"
Carica i commenti