Verstappen favorito, ma il podio a Monaco è un tabù

Viste le caratteristiche della Red Bull, il pilota olandese è considerato il grande favorito sulle strade del Principato, anche se nella sua carriera non è mai salito suol podio a Monaco. Per questo, ma probabilmente anche per togliersi pressione, Max rifiuta questa etichetta.

Verstappen favorito, ma il podio a Monaco è un tabù

Dopo 123 gare in Formula 1 Max Verstappen ha indossato i panni del grande favorito alla vittoria di un Gran Premio. Un ruolo inedito per l’olandese, non necessariamente sgradito, anzi, ma che inevitabilmente aggiunge un po' di pressione a quella di routine. La vita dell’outsider è decisamente meno stressante, con un minimo sindacale da portare a casa (solitamente alla portata senza sforzi eccessivi) e la certezza che un risultato migliore del previsto diventerà motivo di apprezzamento.

Nell’edizione 2021 del Gran Premio di Monaco le aspettative su Verstappen sono diverse, ovvero nelle previsioni della squadra (e non solo) l’obiettivo di tappa è la vittoria, un contesto familiare a Lewis Hamilton, che da parte sua non sembra poi dispiaciuto dal ricoprire (per un weekend) il ruolo di outsider. Per Max c’è un Gran Premio da vincere e uno storico da smentire, visto che i suoi precedenti sulle 19 curve monegasche non sono dei migliori.

Nelle cinque edizioni del Gran Premio di Monaco disputate dall’olandese gli errori (anche clamorosi) gli hanno sempre impedito di accedere al podio. Nel 2015 il suo Gran Premio terminò nelle barriere della St.Devote, mentre la stagione successiva terminò le qualifiche in Q1 (contro il rail delle Piscine) e la gara con un altro botto a Massenet dopo 34 giri.

Dodici mesi dopo terminò la corsa in quinta posizione (con il compagno di squadra Daniel Ricciardo terzo) mentre nel 2018 un violento incidente alle Piscine nei minuti finali della sessione FP3 costò danni così importanti alla monoposto da non consentirgli di essere in pista per le qualifiche, terminando poi la gara al nono posto (dopo essere scattato dall’ultima posizione) nel giorno del trionfo di Daniel Ricciardo. Andò meglio nel 2019, con la seconda posizione sotto la bandiera a scacchi che diventò poi quarta per una penalità di cinque secondi.

Leggi anche:

C’è un tabù da sfatare, e per farlo Verstappen avrà a disposizione quella che dovrebbe confermarsi la monoposto da battere sulle stradine monegasche, anche se Max non ci sta: “Abbiamo avuto il miglior inizio di stagione, è vero, ma questo non offre alcuna garanzia. Negli ultimi due anni per noi ci sono stati alti e bassi qui a Monaco, nel 2016 e nel 2018 avevamo un'ottima macchina, ma negli altre edizioni è mancato qualcosa. Cosa devo aspettarmi questo weekend? Penso che dobbiamo iniziare le prove libere e poi vedremo. Sappiamo quanto sia cruciale qui la qualifica, basti ricordare quando nel 2019 non sono riuscito a superare Lewis nonostante fosse alle prese con problemi alle gomme”.

“Siamo i favoriti? Ci provano sempre a cucirci addosso questo ruolo, ma penso che due settimane fa a Barcellona sia stato abbastanza chiaro chi era in vantaggio. Personalmente non credo che siamo favoriti, ma al momento è difficile dirlo. Se ci basiamo su quanto emerso nell’ultima gara non siamo noi, ma spero davvero che qui possa andare meglio”.

Verstappen ha poi ridimensionato il valore aggiunto di un successo sulle strade di Monte Carlo: “Per me è una pista come le altre, si possono portare a casa 25 punti, e anche se l’ambiente è molto speciale, non ce ne sono di più in palio. Non sento neanche la necessità di riscattarmi, non ci si può impegnare di più quando sai di avere fatto del tuo meglio, ed è ciò che io e la squadra abbiamo provato a fare negli anni precedenti”.

Per quanto Verstappen e la Red Bull provino a ridimensionare il loro ruolo, risultano poco convincenti. Monaco, pur essendo solo la quinta tappa stagionale, sa già di passaggio cruciale se le ambizioni sono in chiave Mondiale.

Max Verstappen, Red Bull Racing

Max Verstappen, Red Bull Racing

Photo by: Charles Coates / Motorsport Images

condividi
commenti
LIVE Formula 1, Gran Premio di Monaco: Libere 1
Articolo precedente

LIVE Formula 1, Gran Premio di Monaco: Libere 1

Articolo successivo

F1, Monaco, Libere 1: fra due Red Bull c'è la Ferrari!

F1, Monaco, Libere 1: fra due Red Bull c'è la Ferrari!
Carica i commenti