Verstappen: "Siamo migliorati, ma c'è ancora del potenziale"

L'olandese è stato l'unico pilota non Mercedes in grado di stare in scia a Bottas ed Hamilton e nel pomeriggio è stato anche protagonista di un controverso incidente con Lance Stroll.

Verstappen: "Siamo migliorati, ma c'è ancora del potenziale"

Anche in terra portoghese Max Verstappen si candida a recitare il ruolo di terzo incomodo. Il pilota olandese, infatti, ha chiuso la prima sessione di prove libere andate in scena sul tracciato di Portimao con il terzo tempo, alle spalle delle Mercedes di Valtteri Bottas e Lewis Hamilton, per poi migliorare di una posizione al termine delle FP2 fermandosi a mezzo secondo dal finlandese.

Per Max, però, non tutto è filato liscio nel secondo turno di libere. Quando mancavano poco più di 20 minuti allo scadere del tempo, infatti, il pilota della Red Bull è stato protagonista di una incomprensione con Lance Stroll in curva 1 finita con il contatto tra la sua monoposto e quella del canadese che ha costretto la direzione gara ad esporre la bandiera rossa per consentire ai commissari di recuperare la Racing Point ammutolita nella via di fuga.

Verstappen si è sfogato in un colorito team radio col suo muretto nel quale non le ha mandate a dire a Stroll, ma l’incidente non ha comunque stravolto i piani di lavoro dell’olandese che ha chiuso la sessione con il crono di 1’18’’535.

Nonostante in pista si sia visto daccapo il Verstappen furioso di qualche anno fa, quando il pilota della Red Bull è giunto davanti ai microfoni è apparso calmo e serafico.

Max non ha voluto commentare lo scontro con Stroll, ma ha preferito concentrarsi sulle iniziali difficoltà emerse su un tracciato nuovo per la Formula 1 ed inizialmente pieno di insidie.

“Purtroppo il nuovo asfalto ha reso il tracciato scivoloso ed eravamo obbligati a seguire un’unica traiettoria per non perdere aderenza. Le gomme, poi, sono entrate in temperatura dopo un po' di tempo, però nel complesso è stato un pomeriggio non male”.

Analizzando i riscontri cronometrici ottenuti da Verstappen al termine dei due turni, al netto del miglioramento della pista e delle differenti temperature, si nota come Max sia riuscito a togliere mezzo secondo dal mattino al pomeriggio ed è stato lo stesso pilota della Red Bull a confermare il passo avanti compiuto in questo venerdì di libere.

“Credo che la vettura sia migliorata tra le due sessioni di libere e siamo riusciti a raggiungere un buon bilanciamento”.

Dopo aver concluso lo scorso GP dell’Eifel alle spalle di Lewis Hamilton, soffiando all’inglese il giro più veloce all’ultimo giro, potrà Verstappen puntare ad un obiettivo più ambizioso a Portimao? Secondo l’olandese la RB16 ha ancora molto da mostrare sul circuito dell’Algarve…

“Dobbiamo proseguire su questa strada, ma dobbiamo continuare a progredire perché c’è ancora del potenziale che non siamo riusciti ad estrarre dalla monoposto”.

condividi
commenti
F1, Portimao, Libere 2: Bottas e le due bandiere rosse
Articolo precedente

F1, Portimao, Libere 2: Bottas e le due bandiere rosse

Articolo successivo

Ferrari: il nuovo fondo con tre vorticatori 2019!

Ferrari: il nuovo fondo con tre vorticatori 2019!
Carica i commenti