Verstappen scagionato dai commissari: nessuna sanzione

Le immagini e la telemetria hanno mostrato che il pilota della Red Bull ha rallentato non appena si è reso conto della bandiera rossa nelle libere 2, ma la differenza di velocità tra lui e l'Aston Martin di Lance Stroll (150 km/h) gli ha impedito di evitare di completare il sorpasso. Secondo i commissari quindi non ci sono gli estremi per procedere con una sanzione.

Verstappen scagionato dai commissari: nessuna sanzione

Max Verstappen può tirare un sospiro di sollievo: il collegio dei commissari ha deciso di non intraprendere alcuna azione nei suoi confronti per il sorpasso effettuato ai danni dell'Aston Martin di Lance Stroll nella seconda sessione di prove libere, quando era appena stata esposta la bandiera rossa.

La direzione gara aveva appena sospeso la sessione, perché la Mercedes di Lewis Hamilton era rimasta ferma lungo il tracciato a causa di un problema alla power unit. Il pilota della Red Bull era impegnato in un giro lanciato, mentre quello dell'Aston Martin stava procedendo lentamente e fuori traiettoria.

I commissari hanno analizzato l'accaduto insieme al pilota olandese, osservando le immagini e la telemetria della sua Red Bull, giungendo alla conclusione che i tempi di reazione di Verstappen sono stati congrui alla situazione e che sia stato il delta di velocità tra le due vetture ad innescare questa situazione.

Leggi anche:

Il comunicato dei commissari infatti spiega che quando Max è transitato davanti al pannello luminoso numero 14 questo non era ancora illuminato. Poi l'indicazione della bandiera rossa è arrivata sul dashboard della sua monoposto e si è attivato anche sul pannello 15, ma ormai Verstappen era vicinissimo alla monoposto che lo precedeva.

La telemetria mostra che in quel momento Verstappen ha alzato il piede, ma la sua velocità era di 260 km/h contro i 110 km/h di Stroll, quindi il delta di 150 km/h ha reso impossibile per lui evitare la manovra di sorpasso. Questo ha portato quindi alla decisione di non procedere oltre, perché secondo i commissari Verstappen ha fatto tutto ciò che era nelle sue possibilità per agire in maniera sicura.

condividi
commenti
LIVE Formula 1, Gran Premio d'Olanda: Libere 3

Articolo precedente

LIVE Formula 1, Gran Premio d'Olanda: Libere 3

Articolo successivo

F1, Zandvoort, Libere 3: Verstappen in fuga, Sainz sbatte

F1, Zandvoort, Libere 3: Verstappen in fuga, Sainz sbatte
Carica i commenti