Verstappen: "Sarà più difficile rimontare che nel 2018"

Il pilota della Red Bull è già partito in fondo a Sochi nel 2018, riuscendo a rimontare fino alla quinta posizione. Per domenica però si aspetta una gara più complicata, visto il livello a centro gruppo. Sulla scelta di cambiare la power unit è stato filosofico: "Dovevamo comunque prendere una penalità e se non l'avessimo presa qui, l'avremmo dovuta prendere da qualche altra parte".

Verstappen: "Sarà più difficile rimontare che nel 2018"

Le Mercedes volano a Sochi e per il proseguimento del weekend le previsioni danno altissime probabilità di pioggia, specialmente per domani. In casa Red Bull quindi non hanno aspettato neanche di arrivare alla fine della prima giornata di prove per sciogliere il dubbio con cui era iniziato il weekend del Gran Premio di Russia per Max Verstappen.

La prima sessione di prove libere non era neanche terminata che i meccanici della squadra di Milton Keynes erano già al lavoro per smontare la power unit Honda del pilota olandese, sostituendola con la quarta unità completa della sua stagione.

Questo vuol dire che, a prescindere da quello che sarà il risultato delle qualifiche, il leader della classifica entrerà in penalità e dovrà prendere il via dal fondo dello schieramento, ricordando che comunque sarebbe già dovuto arretrare di tre posizioni per l'incidente di Monza con il rivale Lewis Hamilton. A fine giornata, Max ha spiegato che la decisione è stata presa tenendo conto di tutti i fattori che sono entrati in gioco in questa giornata.

Leggi anche:

"Non è stata solo una questione di risultati. Avevamo detto anche prima che avremmo tenuto conto di tutto, anche del meteo per domani, quindi abbiamo pensato che sarebbe stato meglio montare qui la power unit 4", ha detto Verstappen ai microfoni di Sky.

Verstappen è già stato chiamato a fare una rimonta dal fondo a Sochi nel 2018. Anche in quel caso, l'olandese aveva sostituito delle componenti della power unit, ed era riuscito a rimontare fino alla quinta posizione dal fondo dello schieramento, ma con una Red Bull che sicuramente non era competitiva tanto quanto quella odierna.

Tuttavia, complice anche l'innalzamento del livello delle prime inseguitrici delle squadre che lottano per il Mondiale, Max sembra convinto che domenica potrebbe essere più complicato rimontare. Anche perché già nella FP2 ha provato a seguire altre vetture, notando delle difficoltà in fase di sorpasso.

 

"Nel 2018 i distacchi con le vetture di centro gruppo erano un po' più grandi, quindi penso che sarà un po' più difficile sorpassare domenica. Ma dovevamo comunque prendere una penalità e se non l'avessimo presa qui, l'avremmo dovuta prendere da qualche altra parte. Quindi abbiamo deciso di farlo qui e cercheremo di fare del nostro meglio in gara".

Infine, quando gli è stato domandato se farà un assetto condizionato al dover rimontare, ha aggiunto: "Cercheremo solo di preparare la miglior macchina possibile per la gara. Naturalmente, avendo deciso di montare qui il motore nuovo, speriamo che possa essere d'aiuto. Per domani, aspettiamo prima di vedere come sarà il meteo".

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B
1/15

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B
2/15

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B
3/15

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B
4/15

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B
5/15

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, lascia il garage
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, lascia il garage
6/15

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B
7/15

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B
8/15

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B
9/15

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B
10/15

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing e Kelly Piquet
Max Verstappen, Red Bull Racing e Kelly Piquet
11/15

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B
12/15

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B
13/15

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Kelly Piquet e Max Verstappen, Red Bull Racing
Kelly Piquet e Max Verstappen, Red Bull Racing
14/15

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B
15/15

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

condividi
commenti
F1, Sochi, Libere 2: Bottas spinge le due Mercedes

Articolo precedente

F1, Sochi, Libere 2: Bottas spinge le due Mercedes

Articolo successivo

Chinchero: "Cambio power unit Red Bull, scelta obbligata"

Chinchero: "Cambio power unit Red Bull, scelta obbligata"
Carica i commenti