Verstappen: "Non pensavo che sarei riuscito a fare la pole"

L'olandese della Red Bull ha stupito in qualifica rifilando due decimi a Lewis Hamilton grazie ad un ultimo giro capolavoro che ha rischiato di essere vanificato da alcune gocce di pioggia.

Verstappen: "Non pensavo che sarei riuscito a fare la pole"

In quello che doveva essere un feudo Mercedes è stato Max Verstappen a conquistare la pole in una sessione ad alta tensione. L’olandese della Red Bull ha fatto capire sin dal terzo turno di libere di aver finalmente trovato un assetto corretto sulla sua RB16B e quando è arrivato il momento di dare il tutto per tutto, Max ha risposto presente.

1’32’’910. È stato questo il crono che ha consentito a Verstappen di ottenere la pole (unico sotto il muro dell’1’33’’) e di relegare Lewis Hamilton al secondo posto in classifica dei tempi con un gap di ben 2 decimi.

È stata davvero una sessione entusiasmante, e lo è stato anche fare il miglior tempo nel Q2 con la mescola media” ha dichiarato il portacolori della Red Bull al termine della qualifica.

Max ha dovuto chiedere il massimo alla propria monoposto quando, dopo il primo tentativo in Q3, ha visto a sorpresa il nome di Sergio Perez in cima alla lista dei tempi. Il messicano ha stupito tutti (forse anche Horner e Marko…), ma Verstappen non si è lasciato intimorire ed ha piazzato la zampata quando contava.

“Il mio primo tentativo in Q3 non è stato fantastico, ma poi nell’ultimo giro ho trovato qualche goccia di pioggia nell’ultimo settore e non ero sicuro  che sarei riuscito a migliore. Trovarci in prima e terza posizione è un risultato impressionante per il team”.

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B

Photo by: Charles Coates / Motorsport Images

Senza penalità per sostituzione della power unit domani in prima fila ci saranno finalmente i due protagonisti di questa incredibile stagione. Verstappen ha ammesso che vedere lui e Lewis davanti sarà il miglior spot per questa F1, ma ha anche sottolineato di confidare nell’aiuto di Perez per rosicchiare ulteriori punti al pilota della Mercedes.

“Penso che avere me e Lewis in prima fila sia quello che voglia la gente. Spero di fare una bella partenza e di poter lavorare insieme a Checo per ottenere un buon risultato per il team”.

Perez è stato la vera sorpresa di questa sessione. Il messicano, solitamente poco efficace sul giro secco con la Red Bull, è riuscito a stupire tutti in Q3 quando ha ottenuto il primo tempo provvisorio al termine del primo run.

“Abbiamo fatto un ottimo lavoro come team. Purtroppo il mio ultimo tentativo non è stato altrettanto buono come il primo”.

Leggi anche:

Checo ha poi spiegato come in occasione dell’ultimo giro cronometrato sia stato tratto in inganno da qualche goccia di pioggia caduta sull’ultimo settore della pista.

“Nel primo settore avevo ottenuto un ottimo riferimento, ma poi non sono riuscito a mantenere questo vantaggio anche a causa della pioggia caduta nell’ultimo settore. C’era qualche piccola chiazza sull’asfalto che mi ha fatto perdere aderenza”.

La terza posizione di partenza alle spalle di Verstappen ed Hamilton non preoccupa particolarmente Perez che già punta a trattare le sue Pirelli con la consueta delicatezza per preservarle e provare a regalare alla Red Bull una doppietta.

“Domani la gara sarà molto lunga. La posizione di partenza non sarà determinante perché dovremo controllare con attenzione il degrado delle gomme. Ad ogni modo siamo ottimisti”.

condividi
commenti
Fotogallery F1 | le qualifiche del GP degli Stati Uniti
Articolo precedente

Fotogallery F1 | le qualifiche del GP degli Stati Uniti

Articolo successivo

Hamilton: "Abbiamo perso la strada, ma domani posso vincere"

Hamilton: "Abbiamo perso la strada, ma domani posso vincere"
Carica i commenti