Verstappen: "Non mi stupisce vedere le Mercedes al top"

Il pilota della Red Bull ha saltato praticamente tutte le FP2 a causa di un problema alla trasmissione e non si è detto sorpreso di vedere Bottas ed Hamilton in cima alla lista dei tempi anche al pomeriggio.

Verstappen: "Non mi stupisce vedere le Mercedes al top"

La maledizione italiana di Max Verstappen sembra aver colpito daccapo l’olandese. Se lo scorso anno il pilota della Red Bull era stato costretto al ritiro in tutti e tre gli appuntamenti disputati nel nostro Paese, oggi, in occasione delle FP2, Max ha dovuto alzare bandiera bianca pochi minuti dopo l’inizio del turno a causa di un problema di affidabilità.

In casa Red Bull è subito suonato il campanello d’allarme. In mattinata la AlphaTauri si era vista costretta a sostituire il pacco batterie e la centralina, come era già successo a Sergio Perez e Pierre Gasly in Bahrain, ed oggi pomeriggio è andata K.O. la trasmissione sulla monoposto numero 33.

La RB16B sembra essere competitiva, ma questa improvvisa fragilità potrebbe far venir meno le speranze di Verstappen di lottare ad armi pari contro Lewis Hamilton e la Mercedes.

Verstappen, però, non è apparso particolarmente turbato dall’inconveniente e quando è giunto davanti ai microfoni della stampa ha spiegato cosa sia accaduto nel pomeriggio di Imola.

 “Fino ad ora non posso dire che sia stato un weekend molto fortunato per me. Ho avuto un problema alla trasmissione ed ho dovuto fermare la vettura”.

Il team di Milton Keynes aveva già vissuto una mattinata particolarmente tormentata con Sergio Perez, vittima di una incomprensione con Esteban Ocon che ha portato ad un contatto tra le due monoposto in curva 5 e che ha costretto il messicano ad interrompere in anticipo il turno con la posteriore sinistra danneggiata.

Oggi pomeriggio Sergio è riuscito a girare con regolarità a differenza di Verstappen. La scarso chilometraggio accumulato al venerdì potrebbe rivelarsi determinante per il prosieguo del weekend?

“Il fatto di non aver disputato la seconda sessione di libere ci potrà penalizzare leggermente, ma abbiamo già le idee chiare sulle aree in cui intervenire”.

Max non si è poi sbilanciato sulle sensazioni ricevute dalla RB16B in questa giornata travagliata e condizionata da temperature ambientali decisamente diverse da quelle presenti in Bahrain.

“E’ un po' difficile dire che sensazioni ho avuto dalla monoposto visto che ho praticamente saltato tutta la seconda sessione. Ad ogni modo non mi è sembrato nulla di scioccante. Dobbiamo cercare di migliorare il bilanciamento in vista di domani e provare a non avere altri problemi di affidabilità”.

Chi sembra essere tornata a recitare il ruolo della protagonista è stata la Mercedes. Le W12 di Bottas ed Hamilton hanno monopolizzato i primi due posti della classifica dei tempi facendo immediatamente dimenticare le difficoltà viste nell’appuntamento inaugurale di Sakhir.

Verstappen non si è detto stupito di questa “rinascita” del team sette volte campione del mondo…

 “Non è una sorpresa che la Mercedes sia competitiva. Dobbiamo concentrarci su noi stessi e fare un lavoro migliore. Poi vedremo dove ci troveremo rispetto a loro”.

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B
1/16

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B
2/16

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Pierre Gasly, AlphaTauri AT02, Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B

Pierre Gasly, AlphaTauri AT02, Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B
3/16

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, passa Sergio Perez, Red Bull Racing RB16B, fermo sul tracciato

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, passa Sergio Perez, Red Bull Racing RB16B, fermo sul tracciato
4/16

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B
5/16

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B
6/16

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B
7/16

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B
8/16

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B
9/16

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B
10/16

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B
11/16

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B
12/16

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B
13/16

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B
14/16

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B
15/16

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, esce dal garage

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, esce dal garage
16/16

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

condividi
commenti
Hamilton: "Mercedes OK, ma la vera Red Bull non l'abbiamo vista"

Articolo precedente

Hamilton: "Mercedes OK, ma la vera Red Bull non l'abbiamo vista"

Articolo successivo

Podcast: Chinchero analizza le Libere del GP dell'Emilia Romagna

Podcast: Chinchero analizza le Libere del GP dell'Emilia Romagna
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP dell'Emilia Romagna
Sotto-evento Libere 2
Piloti Max Verstappen
Team Red Bull Racing
Autore Marco Di Marco