Formula 1
G
GP del Bahrain
28 mar
Prove Libere 1 in
29 giorni
09 mag
Prossimo evento tra
70 giorni
G
GP dell'Azerbaijan
06 giu
Gara in
101 giorni
G
GP del Canada
13 giu
Gara in
108 giorni
G
GP di Francia
24 giu
Prossimo evento tra
119 giorni
01 lug
Prossimo evento tra
126 giorni
G
GP di Gran Bretagna
15 lug
Prossimo evento tra
140 giorni
G
GP d'Ungheria
29 lug
Prossimo evento tra
154 giorni
G
GP del Belgio
26 ago
Prossimo evento tra
182 giorni
02 set
Prossimo evento tra
189 giorni
09 set
Prossimo evento tra
196 giorni
G
GP della Russia
23 set
Prossimo evento tra
210 giorni
G
GP di Singapore
30 set
Prossimo evento tra
217 giorni
G
GP del Giappone
07 ott
Prossimo evento tra
224 giorni
G
GP degli Stati Uniti
21 ott
Prossimo evento tra
238 giorni
G
GP del Messico
28 ott
Prossimo evento tra
245 giorni
G
GP dell'Arabia Saudita
03 dic
Prossimo evento tra
281 giorni
G
GP di Abu Dhabi
12 dic
Prossimo evento tra
290 giorni

Verstappen: "Le regole 2022 non sfavoriranno la Mercedes"

L'olandese ha parlato favorevolmente della rivoluzione tecnica che entrerà in vigore nel 2022 e si è detto certo che le nuove regole non sono state adottate per fermare la Mercedes.

condividi
commenti
Verstappen: "Le regole 2022 non sfavoriranno la Mercedes"

Nel 2022 la monoposto di Formula 1 verranno stravolte nel design a seguito della rivoluzione tecnica il cui scopo principale è quello di aumentare lo show in pista riducendo la downforce. Secondo le intenzioni della Federazione si punterà tutto sull’effetto suolo cercando così di agevolare le lotte corpo a corpo tra i piloti.

Oltre a queste modifiche prettamente tecniche saranno presenti anche novità a livello economico. Oltre all’introduzione del budget cap vi sarà anche una più equa distribuzione dei premi in denaro così da cercare di livellare i valori in campo.

Già in passato Toto Wolff ha detto la sua in merito a questi stravolgimenti affermando come queste novità siano state adottate per cercare di mettere un freno allo strapotere Mercedes che dura ininterrottamente dal 2014, ma c’è chi non è d’accordo con il grande boss del team 7 volte campione del mondo.

Max Verstappen, unico pilota quest’anno in grado di inserirsi spesso tra le due frecce nere, ha parlato di una rivoluzione tecnica necessaria per favorire lo show che non impedirà comunque alla Mercedes di essere sempre il team di riferimento.

“Credo che queste regole siano il risultato delle conversazioni avute tra team e piloti con la nuova proprietà. Hanno capito che effettuare un sorpasso è davvero complicato e che siamo proprio noi piloti a volere gare più ravvicinate” ha evidenziato l’olandese al termine del GP di Turchia.

“Se vogliamo un esempio concreto possiamo prendere la gara ad Imola. Valtteri girava con una vettura più lenta della mia di circa 3 decimi a causa di un detrito, ma io mi sono trovato in difficoltà a superarlo nonostante fossi più veloce di lui”.

“Sono riuscito a sopravanzarlo quando ho avuto l’unica occasione possibile, ma dobbiamo trovare una soluzione a questo problema”.

Max ha poi voluto fare un paragone tra la stagione 2020 della MotoGP e quella della F1 e spera che con le nuove regole in futuro le qualifiche possano rivelarsi meno decisive per l’esito delle gare.

“Dobbiamo fare in modo che la gare siano più eccitanti e che i piloti siano in grado di stare in scia ad altre vetture. Non è possibile che le qualifiche si rivelino ancora una volta un fattore decisivo per i weekend di gara come accade oggi”.

“Prendete ad esempio quello che è accaduto in MotoGP. Anche se ti qualifichi decimo hai la possibilità di vincere. Questo, invece, succede raramente in Formula 1 proprio perché nella maggior parte dei circuiti è difficile stare in sica ad un’altra vettura”.

“Credo che con il nuovo regolamento tecnico questo problema sarà finalmente risolto, ma non si può dire già adesso se la Mercedes sarà rallentata o meno da queste novità”.

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
1/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
2/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
3/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
4/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
5/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
6/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
7/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
8/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing, durante la conferenza stampa dopo le Qualifiche

Max Verstappen, Red Bull Racing, durante la conferenza stampa dopo le Qualifiche
9/22

Foto di: FIA Pool

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16, Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16, Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
10/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16, Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16, Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
11/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
12/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
13/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C39, Max Verstappen, Red Bull Racing RB16, e Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C39, Max Verstappen, Red Bull Racing RB16, e Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35
14/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
15/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Testacoda di Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Testacoda di Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
16/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Testacoda di Max Verstappen, Red Bull Racing RB16, davanti a Daniil Kvyat, AlphaTauri AT01

Testacoda di Max Verstappen, Red Bull Racing RB16, davanti a Daniil Kvyat, AlphaTauri AT01
17/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
18/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
19/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
20/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
21/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Testacoda di Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Testacoda di Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
22/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

F1 2020: orari TV di Sky e TV8 del GP del Bahrain 1

Articolo precedente

F1 2020: orari TV di Sky e TV8 del GP del Bahrain 1

Articolo successivo

Mercedes: già recuperato il taglio dell'aerodinamica 2021

Mercedes: già recuperato il taglio dell'aerodinamica 2021
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Piloti Max Verstappen
Team Red Bull Racing , Mercedes
Autore Filip Cleeren