Formula 1
09 mag
Prossimo evento tra
61 giorni
G
GP dell'Azerbaijan
06 giu
Gara in
93 giorni
G
GP del Canada
13 giu
Gara in
100 giorni
G
GP di Francia
24 giu
Prossimo evento tra
110 giorni
01 lug
Prossimo evento tra
117 giorni
G
GP di Gran Bretagna
15 lug
Prossimo evento tra
131 giorni
G
GP d'Ungheria
29 lug
Prossimo evento tra
145 giorni
G
GP del Belgio
26 ago
Prossimo evento tra
173 giorni
02 set
Prossimo evento tra
180 giorni
09 set
Prossimo evento tra
187 giorni
G
GP della Russia
23 set
Prossimo evento tra
201 giorni
G
GP di Singapore
30 set
Prossimo evento tra
208 giorni
G
GP del Giappone
07 ott
Prossimo evento tra
215 giorni
G
GP degli Stati Uniti
21 ott
Prossimo evento tra
229 giorni
G
GP del Messico
28 ott
Prossimo evento tra
236 giorni
G
GP dell'Arabia Saudita
03 dic
Prossimo evento tra
272 giorni
G
GP di Abu Dhabi
12 dic
Prossimo evento tra
281 giorni

Verstappen: "L'asfalto? Anche peggio che a Portimao"

Il pilota olandese è riuscito ad imporsi in entrambe le sessioni di libere ma ha criticato aspramente le scarse condizioni di aderenza e spera che domani non piova.

Verstappen: "L'asfalto? Anche peggio che a Portimao"

Max Verstappen è stato l’assoluto protagonista di questo insolito venerdì di libere andato in scena all’Instanbul Park. Il pilota della Red Bull ha messo il proprio autografo in cima alla lista dei tempi sia al termine delle FP1 che delle FP2 ma, così come tutti i suoi colleghi, ha criticato apertamente la totale mancanza di aderenza di un tracciato da poco riasfaltato.

Al termine della seconda sessione, complice l’uscita di qualche timido raggio di sole, la situazione è migliorata parzialmente e Verstappen è riuscito ad abbassare il proprio crono di riferimento di ben 7 secondi ottenendo il tempo di 1’28’’330.

“C’è ancora molta poca aderenza, ma nel complesso per noi è stata una giornata positiva. La vettura ha funzionato bene e sono piuttosto contento”.

Quando è giunto al ring delle interviste, Max ha lamentato la scelta degli organizzatori di eliminare l'olio che filtrava dal nuovo asfalto utilizzando l'acqua pressurizzata. Questa decisione ha creato una patina scivolosa che ha fatto infuriare buona parte dei piloti.

“Spero che non provino a pulire daccapo la pista. Bisogna capire perché il tracciato fosse così scivoloso. Siamo ancora a 5 secondi di ritardo dai tempi previsti”.

Non è la prima volta che i piloti della Formula 1 si trovano ad affrontare condizioni critiche di aderenza in una stagione stravolta dall’emergenza COVID. Già in occasione dell’appuntamento del Portogallo erano piovute le critiche per lo scarso grip, ma la situazione vista in Turchia, a detta di Verstappen, sembra essere addirittura peggiore.

“L’aderenza al pomeriggio non poteva peggiorare rispetto al mattino, ma sembra ancora di guidare sul ghiaccio. E’ di gran lunga peggio che a Portimao. Tuttavia questa situazione è identica per tutti e ci si deve adattare”.

Una delle grandi incognite per i prossimi giorni è l’incertezza del meteo. Per domani, infatti, sono previsti rovesci e se dovesse piovere la qualifica si potrebbe trasformare in una vera e propria lotteria.

“Spero che non pioverà perché in quel caso sarà davvero come guidare sul ghiaccio ed avremo bisogno delle gomme chiodate!”.

 

condividi
commenti
F1, Istanbul, Libere 2: c'è Leclerc dietro a Verstappen!

Articolo precedente

F1, Istanbul, Libere 2: c'è Leclerc dietro a Verstappen!

Articolo successivo

Hamilton durissimo: "Questo asfalto è una m***a !"

Hamilton durissimo: "Questo asfalto è una m***a !"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP di Turchia
Sotto-evento Prove Libere 2
Piloti Max Verstappen
Team Red Bull Racing
Autore Marco Di Marco